.
contributo inviato da sostly il 2 marzo 2011
 

Una scuola con sempre più colori e lingue diverse, quella che, ormai da qualche anno, sta caratterizzando anche il nostro territorio ed in particolare il Comune di Orvieto.

Sono in tutto trecentoventi i ragazzi, provenienti da paesi diversi dall’Italia, che sono iscritti nelle scuole di Orvieto, cinquantatre sono quelli che frequentano le scuole dell’infanzia, novantatre quelle primarie, quarantuno le secondarie di primo grado e centotrentatre le secondarie di secondo grado.

Quasi un terzo degli studenti si avvia agli studi scientifici (48), in trent’uno scelgono l’istituto professionale, dodici quello per geometri, dieci si orientano verso studi Classici ed in otto a quelli Commerciali.

Una realtà, quella degli stranieri, ormai ineluttabile che necessita un forte impegno da parte di istituzioni, scuole e strutture educative in favore di una sempre maggiore integrazione ed un efficiente e attivo inserimento nel tessuto sociale cittadino.

Molte risposte si sta cercando di darle attraverso il progetto del “Piano Territoriale di Intervento nel Campo dell’Immigrazione” che vede impegnate le Istituzioni del territorio, Comuni dell’Ambito e Provveditorato agli studi di Terni, CARITAS di Orvieto, Ufficio di Cittadinanza e Pro Loco dell’Ambito territoriale n.12.

Una rete di di energie, di competenze e di risorse impegnate a perseguire degli obiettivi precisi che vanno dall’assistenza, legale, amministrativa e sanitaria a quella formativa con corsi di lingua italiana, dall’integrazione socio culturale dei minori e delle famiglie e alla promozione, interazione ed integrazione tra gli abitanti autoctoni e stranieri , passando per la promozione delle garanzie e dei diritti per i detenuti extracomunitari.

Interventi che intendono abbattere tutte quelle barriere, linguistiche e culturali, che si frappongono al pieno riconoscimento e valorizzazione di un fenomeno ormai consolidato anche nel nostro territorio.

Con il gemellaggio che Think Tank ha stretto con “Ziarul Romanesc” si vuole contribuire al raggiungimento di questi ambiziosi obiettivi, cercando, nelle poche righe a disposizione, di dare informazioni utili e portare a conoscenza, della comunità Rumena, le problematiche e le positività che questo territorio esprime, nella speranza che un giorno anche l’Italia ed Orvieto trovino il loro “Barack Obama”.

TAG:  SCUOLA  INTEGRAZIONE  IMMIGRAZIONE  STUDENTI 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
9 febbraio 2008
attivita' nel PDnetwork