.
contributo inviato da team_realacci il 24 febbraio 2011
Roma, 24 febbraio 2011
 
”I dati sullo smog diffusi dall’Organizzazione Mondiale della Sanità continuano a descrivere una situazione gravissima. Ma le risposte del Governo a questa vera e propria emergenza sanitaria, prima ancora che ambientale, sono del tutto assenti. Non è stato dato nessun seguito alla risoluzione approvata lo scorso anno all’unanimità dal Parlamento che impegnava il Governo ad un programma strutturale di interventi per combattere l’inquinamento atmosferico. Né tantomeno si è ancora visto il piano per rispondere alla procedura di infrazione da parte della Commissione Europea nei confronti del nostro paese per l’elevato livello di polveri sottili e per l’insufficienza dei piani di risanamento dell’aria.  Quel che è certo è che se si continua a non fare nulla, la situazione non potrà che andare di male in peggio”, lo afferma Ermete Realacci, responsabile green economy del Pd commentando i dati sull’inquinamento atmosferico nelle città italiane e i conseguenti danni per la salute lanciato oggi dall’Oms.
 
Ufficio stampa On. Realacci
TAG:  SMOG  OMS  EMERGENZA SANITARIA  AMBIENTALE  INQUINAMENTO  POLVERI SOTTILI  PIANO  PROCEDURA  INFRAZIONE  UE 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
26 gennaio 2009
attivita' nel PDnetwork