.
contributo inviato da team_realacci il 24 febbraio 2011
Roma, 24 febbraio 2011

“Almeno è stato fermato un ennesimo regalo all’illegalità. L’abrogazione dal decreto milleproroghe del blocco delle demolizioni delle case abusive in Campagna è un fatto positivo e mette la parola fine ai reiterati tentativi di alcuni esponenti di questa maggioranza di premiare gli abusivi e il cemento illegale”, lo afferma Ermete Realacci, responsabile green economy del Pd, commentando lo stop al blocco delle demolizione in Campania.
“Il centro destra non ha perso occasione per provare a far passare questa indecenza”, prosegue Realacci, “ed è un fatto gravissimo in una regione dove le infiltrazioni della camorra – sono 64 i clan che operano  nel settore dell’edilizia - hanno segnato in modo devastante il territorio, dove con 60mila case abusive costruite negli ultimi dieci anni si arriva al 20 per cento di tutto l’abusivismo italiano. E dove tragedie come quelle di Ischia e Sarno hanno drammaticamente dimostrato che l’abusivismo è una piaga di questo paese, che rende fragile il territorio, inquina l’economia sana, alimenta gli appetiti criminali e fa pagare alla collettività prezzi altissimi in termini di vite umane e di costi”.
 
 
Ufficio stampa On. Realacci
TAG:  MILLEPROROGHE  CONDONE  ABUSI  EDILIZIA  CAMPANIA  ABROGAZIONE  BLOCCO  DEMOLIZIONI 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
26 gennaio 2009
attivita' nel PDnetwork