.
contributo inviato da prometeo10 il 23 febbraio 2011

 

Lottare per il comunismo, lottare per la vita!

In Libia i cittadini manifestano contro la dittatura della famiglia Gheddafi. Il potere ordina di bombardare i cittadini in piazza. Muoiono centinaia di persone.

Per le strade delle città libiche girano mercenari in borghese su auto senza targa, che sparano a chiunque incontrino per strada. Muoiono altre centinaia, se non migliaia di esseri umani inermi.

Sono realtà gravissime che mettono fuori da ogni concetto di umanità chi le porta avanti!

Gheddafi è un assassino, circondato da assassini!

La comunità economico-politica internazionale, di fronte a questi atti disumani tentenna, non è capace d’intervenire.

In Italia il governo cerca di non mettersi contro il raiss e dice frasi senza alcun senso. L’unica preoccupazione è l’immigrazione eventuale, che è sempre esistita. La storia dimostra che nessuno può fermare i flussi migratori dai paesi poveri ai paesi ricchi, che in Italia si realizza per il 90% via terra e non via mare.

Non vi è condanna chiara delle uccisioni!

La chiesa, che proclama di essere per la vita, non dice e non fa nulla per fermare questo genocidio.

Tutti coloro che si dichiaravano “pro life” sono chiusi nei loro bunker, pieni d’ipocrisia.

Gheddafi è un prodotto del capitalismo mondiale, come Ben Ali, come Mubarak, come tanti altri. La prudenza delle borghesie internazionali e dei loro rappresentanti politici è figlia dei loro interessi, ovvero del profitto, che vola al di sopra della vita, dei diritti, delle false democrazie, delle false giustizie, delle false libertà, delle false uguaglianze.

Il profitto è furto legalizzato, è sfruttamento, miseria per i popoli, schiavitù, guerre, morti.

Pensare di donare all’umanità la libertà nella soddisfazione dei bisogni materiali e spirituali, l’uguaglianza, la fratellanza, la pace, la vita, la felicità in un sistema che mette al centro il profitto è come concepire che un essere umano possa volare simile ad un uccello.

L’umanità deve liberarsi dei Gheddafi e dei suoi simili, sfruttatori ed assassini, ma non per avere altri Gheddafi, ma per superare l’era del profitto.

Solo superando il profitto ed il capitalismo non avremo più i vari Gheddafi nella storia dell’umanità.

Lottare per il comunismo è lottare per la vita!

“ Un nuovo ordine sociale è possibile, nel quale spariranno le attuali differenze di classe e nel quale, forse dopo un breve periodo di transizione, un po’ travagliato, ma ad ogni modo molto utile dal punto di vista morale, grazie all’utilizzo secondo un piano ed all’ulteriore sviluppo delle esistenti immense forze produttive di tutti i membri della società, ad un eguale obbligo al lavoro corrisponderà una situazione in cui anche i mezzi per vivere, per godere la vita, per la educazione e lo sviluppo di tutte le facoltà fisiche e spirituali saranno a disposizione di tutti, in modo eguale ed in misura sempre crescente.”

F. Engels

Non é con i Gheddafi, i Ben Ali, i Mubarak, ma neanche con i Berlusconi, i Sarkozy, le Merkel che l’umanità potrà vedere una nuova alba.

Questi signori, al di là dei loro nomi, rappresentanti degl’interessi propri e delle borghesie nazionali ed internazionali ci stanno rendendo il presente sempre più buio.

Cresce la disoccupazione, la riduzione dei salari, lo sfruttamento, la miseria.

Aumenta la perdita dei diritti e l’impossibilità di vivere da esseri umani.

Nel buio del presente non scorgiamo il futuro. Se lo intravediamo ci sembra sempre più scuro.

Eppure la ricchezza mondiale aumenta e le imprese fanno profitti record!

Se guardiamo i PIL dei vari Paesi, notiamo che diminuisce sempre più la quota che va al lavoro dipendente, mentre cresce quella che va al profitto ed alla rendita.

La crisi è solo per lavora! Per i lavoratori è una crisi stabile!

Se non lottiamo per superare il sistema capitalistico, non ci predisporremo per una vita nuova e migliore. Non basta cambiare i governanti se il sistema continua a basarsi sul profitto. Avremmo volti nuovi in una storia vecchia. Bisogna lottare per scrivere una storia nuova!

Lottare per il comunismo è lottare per la vita!

TAG:  AMORE  PACE  LIBERTÀ  FRATELLANZA  UGUAGLIANZA  GIUSTIZIA  AMICIZIA  FELICITÀ  SPERANZA  SOGNO  LIBRI  POLITICA  VITA   

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
22 febbraio 2008
attivita' nel PDnetwork