.
contributo inviato da NicolasWoods il 21 febbraio 2011

Scopro con stupore che ci sono parlamentari del PD che propongono l'immunità parlamentare.

E' uno scherzo vero?

Che schifo!!!

 

 

TAG:  IMMUNITÀ PARLAMENTARE 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
commento di galfra inviato il 24 febbraio 2011
Deputato Pd accusa la maggioranza
«Mi hanno promesso 150 mila euro» 17:49 POLITICAGino Bucchino, eletto all’estero, chiama in causa Verdini e un mediatore: «Mi proposero di aderire ai Responsabili». Il coordinatore Pdl: pronto a denunce. Casini: «Avrei altri 20 esempi»

150mila € dai fondi neri di B o dalle ns. tasche?
Scommetto che provengono dalle nostre tasche

commento di galfra inviato il 24 febbraio 2011
Fondi neri Mediaset, Berruti
condannato a 2 anni e 10 mesi
Il deputato del Pdl ed ex consulente Fininvest era accusato di riciclaggio in uno stralcio del procedimento principale sulle irregolarità nella compravendita dei diritti televisivi di Mediaset, nel quale è imputato per frode fiscale anche Berlusconi.

Guai a chi propone l'immunità!!

commento di galfra inviato il 24 febbraio 2011
Vogliono salvare l'ex assessore sanità in Puglia?!
commento di F.Rosso inviato il 24 febbraio 2011
Sarebbe la fine del PD. Se lorsignori vogliono questo non hanno che da dirlo.
Il Paese, quello reale, annaspa e lorsignori, inveve di scatenare la rivolta, cianciano di immunità....
commento di torquemada58 inviato il 23 febbraio 2011

@ Parola Mia

Le garanzie immunitarie attualmente in vigore per i parlamentari sono a mio avviso persino troppe, lo dimostrano le vicende a cui stiamo assistendo proprio in questi giorni. Io sono per ridurre le garanzie immunitarie, non per aumentarle.

http://vogliocheilpdsiailpartitodelfuturo.ilcannocchiale.it/2011/02/22/immunita_parlamentare_istigazi.html

Sono invece d'accordo sulla proposta di pensare per i parlamentari "ad un canale giudiziario privilegiato che consenta di arrivare alla sentenza in tempi brevissimi", mi pare che ne abbiamo già parlato alcuni mesi fa.
commento di Parola Mia inviato il 23 febbraio 2011
L'immunitá ancora esiste, attualmente l´Art. 68 recita, tra l'altro:

" .... Senza autorizzazione della Camera alla quale appartiene, nessun membro del Parlamento può essere sottoposto a perquisizione personale o domiciliare, né può essere arrestato o altrimenti privato della libertà personale, o mantenuto in detenzione, ............ . Analoga autorizzazione è richiesta per sottoporre i membri del Parlamento ad intercettazione....."

Ritengo che queste garanzie siano giuste e piú che sufficienti, mentre restituire la possibilitá al parlamento di impedire sul nascere il procedimento giudiziario trasformerebbe, di nuovo, l'immunitá in impunitá.

Se propio si volesse dare una garanzia ulteriore ai parlamenatri si potrebbe semmai pensare ad un canale giudiziario privilegiato che consenta di arrivare alla sentenza in tempi brevissimi e quindi liberare gli innocenti dal dubbio e liberare il paese dai colpevoli.
commento di Anpo inviato il 23 febbraio 2011
@torquemada
Eh lo so. Speriamo di arrivarci, nel frattempo dobbiamo contentarci dei NO "provvisori"
commento di torquemada58 inviato il 23 febbraio 2011

@ Anpo

Caro Anpo, come certamente avrai capito, ho una predilezione per le posizioni coerenti e chiare, io sono per un NO secco mentre la Finocchiaro ha introdotto dei SE e dei MA, altri si sono espressi per un NI, è sempre la solita musica stonata di un'orchestra indisciplinata.






commento di Anpo inviato il 22 febbraio 2011
@viola
Capisco il tuo ragionamento ma non dobbiamo essere noi a dimsotrare di non aver paura quanto la politica a dimostrare di meritarsi una cosa che, nella migliore delle ipotesi, ai cittadini non serve a nulla se non in via molto ma molto indiretta
commento di viola16 inviato il 22 febbraio 2011
e' una nazione,l'italia, che deve riprendere a crescere culturalmente,a eleggere i propri rappresentanti,a mettere mano al conflitto d'interessi,eliminare gli sprechi,ridurre i parlamentari..
come non la temono,i francesi l'immunita' parlamentare..dovremmo arrivare a non doverla temere nemmeno noi:la ritengo una limitazione:il doverla temere,intendo. scusami anpo
commento di NicolasWoods inviato il 22 febbraio 2011
Questo post voleva girare il coltello nella piega.

Per rispondere anche a "viola16", purtroppo in Italia chi fa politica ha dei suoi interessi.

Questo succede anche nel resto del mondo... dove i politici raramente fanno politica per i loro cittadini. Però in Italia non c'è pudore e senso del limite, per cui chi fa politica fa i suoi porci comodi e chi, tra i cittadini e le istituzioni, si scandalizza viene classificato come un estremista.

Non c'è ormai ritegno alcuno. Oggi si è nell'estrema sinistra e domani nell'estrema destra e viceversa... ed è tutto normale.
commento di Anpo inviato il 22 febbraio 2011
@viola
Le condizioni per far cosa? Per l'immunità non ci saranno mai. I cittadini, giustamente, la vedranno sempre come un privilegio della castra. Quindi ok tutto il resto ma l'immunità non deve esistere
commento di viola16 inviato il 22 febbraio 2011
scusate..
la sintassi lascia un po' a desiderare,data la fretta.
e mi correggo: "dappertutto",prima che magnagrecia mi bacchetti.
commento di viola16 inviato il 22 febbraio 2011
@ Anpo...mi pare,invece, di essere molto chiara..
vanno create le condizioni,non e' solo questione di immunita'
e sono d'accordo con rebyjaco sul fatto che solo qua, possano determinarsi certe situazioni e certe spudorate dichiarazioni.
commento di viola16 inviato il 22 febbraio 2011
ascolta nicholas,io mi chiedo solo perche' cio' che funziona dapertutto non possa funzionare qui.
e la mia riflessione e' sulla mancanza del senso civico, in questo paese, che e'invece base fondamentale per la buona riuscita dell'attuazione delle regole e delle leggi...credo
commento di Anpo inviato il 22 febbraio 2011
Al di là delle iniziative personali Franceschini ha chiarito che la posizione del Pd è di contrarietà all'immunità. Del resto per quanto possa essere alta la propensione di questo partito all'autolesionismo mi pare che votaree a favore dell'immunità sarebbe un suicidio lento e doloroso.

@viola
senz affesa ma non ti capisco. Altrove ti dici d'accordo con le proposte di frapem fra cui c'è l'immunità e qui con rebyjaco

@torquemada
La Finocchiaro ha chiaramente detto che con un parlamento di non eletti come questo non si può reintrodurre l'immunità (http://www.asca.it/news-GIUSTIZIA__FINOCCHIARO__IMMUNITA___SOLO_CON_PARLAMENTARI_ELETTI-992378-POL-.html). Quanto al futuro, onestamente non credo sia il caso di fasciarsi la testa fin d'ora
commento di NicolasWoods inviato il 22 febbraio 2011
... quindi ci penserà il PD a tamponare la "falla"?
commento di viola16 inviato il 22 febbraio 2011
ho letto ora,attentamente l'intervento di rebyjaco e sono d'accordo:
solo qui.
commento di viola16 inviato il 22 febbraio 2011
bossi si e' pronunciato a sfavore dell'immunita',quindi...
commento di NicolasWoods inviato il 22 febbraio 2011
Se pensano di fare le scarpe al Berlusca dandogli l'immunità sono degli idioti.

Come ricorda correttamente "edmondantes", l'intelligente D'Alema si è fatto mettere nel sacco con la Bicamerale...

Finocchiaro & Co. pensano di essere più furbi del Berlusca?

Nel PD ci sono troppi Idioti e, ahimé, ai vertici c'è la maggiore densità.
commento di edmondantes inviato il 22 febbraio 2011
Non è uno scherzo. E il bello è che anche qualche dirigente (?) del PD è pronto a reggere il sacco.
A molti dei politici incapaci del centrosinistra è sempre piaciuto giocare a fare lo statista dialogante e riformatore con Berlusconi. Dilettanti allo sbaraglio. Ricordatevi D’Alema (Bicamerale 1997-98) e Veltroni (dialogo con il principale avversario 2008). Adesso sono pronti a farsi ( e farci) fregare Violante, Ceccanti e qualche altro.
Berlusconi li fregherà come ha fatto con gli altri apprendisti stregoni .
Farà finta di abboccare allo scambio (impunità per uscire di scena).
Ottenuto il tempo che gli serve per superare il momento critico, il vantaggio di aver seminato un po’ di disorientamento nel PD e qualche provvedimento a suo favore, ribalterà il tavolo e starà meglio di prima. E i dialoganti e noi ? Gabbati e cornuti per la terza volta.
E pensare che questa volta pure Casini lo ha liquidato affermando “… con questo clima (significa con questo centrodestra e con Berlusconi) non è il momento di pensare a riforme condivise….”

E noi ci ritroviamo i dialoganti che furono bollati a vita come incapaci da Moretti nel 2002.
commento di viola16 inviato il 22 febbraio 2011
scusate,correggetemi se sbaglio,ma l'immunita' dovrebbe essere prevista solo ed unicamente per un certo tipo di reato..e che io sappia,si tratta di una sospensiva,non di una cancellazione del reato stesso,e
l'mmunita',non puo' certo riguardare cio' che e' ascritto a berlusconi.
il fatto che funzioni dappertutto e non in italia..beh il punto credo sia questo.
commento di torquemada58 inviato il 22 febbraio 2011

Non è uno scherzo...purtroppo... anzi la Finocchiaro ha iniziato le grandi manovre...forse si va verso "l'inciucissimo" : a condizione che SB si dimetta, forse si è pronti a fare concessioni sull'immunità parlamentare per avere in cambio una nuova legge elettorale.

commento di rebyjaco inviato il 22 febbraio 2011
MASCALZONI e GARANTISTI.
Razza infame dannata, a qual prezzo vendeste la legge.
Se questi pseudo ""onorevoli"", vogliono l'impunità, che abbiano il coraggio, (che non hanno perchè sono vili) di raccogliere le firme necessarie, e facciano un REFERENDUM. Questa è la strada MAESTRA. LORO, cercheranno giustificazioni cervellotiche, per motivare il loro amore per l'impunità contro i REATI da LORO commessi, ma, non ce ne sono, in qualsiasi PAESE CIVILE, i DELINQUENTI, coloro che RUBANO e, in particolar modo, ABUSANO del LORO POTERE per prendere tangenti sfacciatamente, vanno in galera. SOLAMENTE IN ITALIA, un SENATORE DELLA REPUBBLICA (delle sub-banane), può dichiarare impunemente, di voler continuare a fare il Senatore, per non pagare per i reati commessi. Questo è il messaggio che passa ai cittadini. QUESTI, SONO I NOSTRI DISONOREVOLI RAPPRESENTANTI.
commento di pampagallo inviato il 22 febbraio 2011
dove credi che il potere di berlusconi abbia radici?
i fatti dimostrano che in parlamento troppi sono i ricattabili e i corruttibili.
a pegio
stefano
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
6 dicembre 2008
attivita' nel PDnetwork