.
contributo inviato da Stefano51 il 17 febbraio 2011
 

Rosy Bindi presidente. Può sembrare una boutade, i maligni diranno che è il classico modo per mettere la polvere ( i problemi irrisolti dell’opposizione) sotto il tappeto. Ma a ben pensarci una donna come Rosy Bindi alla presidenza del Consiglio potrebbe davvero far bene all’Italia, per vari motivi.

 

E’ una democratica convinta, cattolica ma laica, sicuramente non “baciapile” come qualcuno che ha lasciato il PD qualche tempo fa. E’ donna, e questa è già di per se una rivoluzione completa, anche perché Rosy Bindi non incarna assolutamente il modello di donna, anzi di femmina, dietro cui sbava l’attuale premier. E’ troppo matura per lui, non si trapianta né si tinge i capelli, non porta i tacchi, non si è rifatta seno e labbra, soprattutto ragiona con la sua testa e dice apertamente le cose in cui crede.

 

Sicuramente riceverebbe il voto delle donne. Sicuramente non sarebbe sgradita al PD, a Vendola ( è proprio sua anzi l’idea di candidare la Bindi), allo stesso Di Pietro. Seppure il terzo polo si schierasse da solo alle prossime elezioni, una candidatura come la Bindi farebbe breccia anche nell’UDC di Casini e nel FLI.

 

Un cartello PD IDV SEL con candidata Rosy Bindi, questo è il sondaggio interessante da proporre a Pagnoncelli. Forza, voltiamo pagina e dettiamo noi i tempi. Se Berlusconi punta i piedi rispondiamo con un gesto forte, fortissimo. L’opposizione parlamentare stavolta potrebbe, anzi dovrebbe scendere in piazza per davvero, dimettendosi in blocco e sparigliando così i giochi al piduista. Basta ! Qui si deve fare l’Italia.

 

Stefano Olivieri

http://democraticoebasta.ilcannocchiale.it

TAG:  ROSY BINDI PRESIDENTE  DIMISSIONI IN BLOCCO OPPOSIZIONE  ELEZIONI ANTICIPATE 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
commento di cristinasemino inviato il 20 febbraio 2011
Le tue opinioni a me interessano molto, car.me.lo.
commento di car me lo inviato il 18 febbraio 2011
A Cristina interessa la proposta fatta da Stefano la mia opinione, a detta di qualcuno quà dentro non vale niente, ma a prescindere da questo qualcuno mi sa dire quali sono gli obiettivi, oggi però immediatamente non domani, del PD. Siamo oggi un paese talmente debole e tslmente deriso che altri non ce ne sono al mondo e noi lenti quasi fermi, a volte immobili. Qualcuno mi sa dire qual'è la nostra forza, o quali le debolezze?
Sproniamo i nostri dirigenti a unirsi per il bene del paese e uscire fuori da questa lentezza eda questo torpore.
E non si lamentino perchè un esterno (Vendola) fa' una proposta così provocatoria perchè se loro non ne riescono a farne nemmeno una, la colpa certo non è di Vendola.

commento di cristinasemino inviato il 18 febbraio 2011
Vedo che questo post molto interessante non interessa a nessuno. A me invece interessa e dunque rispondo.
Perchè la Bindi, che ha fatto 5 legislature?
Perchè è la donna attualmente più carismatica del PD. Perchè ha tante idee che condivido. Perchè saprebbe finalmente unire le due anime (DS e Margherita), già fuse nella base ma non a livello di dirigenza. Perchè è un simbolo per un'Italia non berlusconizzata. Perchè fu la prima donna a dire al premier che non era a sua disposizione. Perchè saprà con determinazione portare avanti le riforme per l'Italia. Perchè è più laica dei laici. Perchè in un mondo al maschile o fatto di escort rappresenta una donna "vera". Perchè come cattolica è il mio riferimento.
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
11 febbraio 2008
attivita' nel PDnetwork