.
contributo inviato da Achille_Passoni il 15 febbraio 2011


E’ salvo l’emendamento del PD al Milleproroghe che allunga di un anno i tempi del ricorso contro i licenziamenti ritenuti illegittimi. Fortunatamente - al contrario di ciò che trapelava ieri, come vi raccontavo in questo post - nella stesura del maxi-emendamendo sul quale il Governo ha posto la fiducia, alla fine ha prevalso il buon senso e sono state sventate le manovre del ministro Sacconi che sino all’ultimo ha provato ad impedire che il nostro emendamento – peraltro già licenziato dalle Commissioni Affari Costituzionali e Bilancio – venisse approvato. 

Il Ministro ancora una volta non ha perso occasione per stare dalla parte opposta rispetto ai più deboli e a chi ha meno tutele, ma stavolta gli è andata male: non è riuscito a cancellare un emendamento sacrosanto che evita la tagliola dei sessanta giorni introdotta dalla sua Legge nei confronti di centinaia di migliaia di precari. E non è riuscito neppure a stravolgere il voto unanime delle Commissioni riunite Affari costituzionali e Bilancio. 

Sono contento di potervi dare questa bella notizia: quella di oggi è una vittoria per il Partito Democratico e per tutto il mondo del lavoro.

Clicca qui per maggiori informazioni sull'emendamento
TAG:  PRECARIETÀ  PRECARI  EMENDAMENTO  SACCONI  MILLEPROROGHE  TAGLIOLA 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
4 marzo 2010
attivita' nel PDnetwork