.
contributo inviato da silv il 12 febbraio 2011

Da un po' di tempo la strategia difensiva del cavaliere ha preso una nuova piega. Non potendo negare i fatti ormai evidenti, l'ordine del giorno è cambiato. Chi è la mente del nuovo corso: Giuliano Ferrara, che ha escogitato l'idea che Berlusconi è sì un peccatore, ma chi censura i suoi comportamenti è un moralista bacchettone, incapace di comprensione delle debolezze umane.

Siamo tutti peccatori e Berlusconi ci rappresenta degnamente.

Il presidente della Lombardia Formigoni, che un tempo proclamava ai quattro venti la sua castità ( di cui alla gente interessava poco o niente), farà un salto (sic) alla manifestazione di Ferrara, perché la trova un'iniziativa "simpatica"

Ma che simpaticoni questi difensori della vita! (soprattutto di quella dell'embrione congelato e delle persone in coma irreversibile).

Se poi l'embrione diventa una bambina e poi una bella sedicenne, poco importa se può essere sbattuta in qualche villa a soddisfare le pulsioni di qualche anziano danaroso. Che sarà mai! Da che mondo è mondo sono cose che sono sempre capitate, non vorremo mica cambiare le nostre  tradizioni e recidere le nostre radici cristiane!

TAG:   

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
17 febbraio 2010
attivita' nel PDnetwork