.
contributo inviato da team_realacci il 8 febbraio 2011
 "Si presto a dire Piano casa, rilancio dell'edilizia e dell'economia. Ma poi, quando si deve passare dalle parole ai fatti, dalle promesse alle realizzazioni contrete, dal libro dei sogni a quello dei conti, allora si scoprono le corte e viene fuori il bluff".
E' l'incipit dell'articolo di Giovanni Valentini pubblicato su la Repubblica dell'8 febbraio 2011, dedicato al flop del supersonsorizzato Piano casa e al boom dell'ecoincentivo del 55% sugli interventi edilizi per il risparmio energetico. Come dimostra un dossier predisposto dall'ufficio dell'On. Realacci risulta che già nel 2007 il meccanismo dell'ecoincentivo ha consentito un risparmio energetico di 787 GWh, più che raddoppiato nel biennio successimo. Un risparmio che si è tradotto in beneficio ambientale in termini di calo delle emissioni di CO2 sversate in atmosfera per il settore del fabbisogno energetico del notro patrimonio edilizio.
Per leggere l'articolo nella sua versione integrale segui questo link
TAG:  RIDUZIONE  LA REPUBBLICA  RIQUALIFICAZIONE  ENEA  CO2  RAPPORTO  EDIFICI  EMISSIONI  ENERGETICA  ECOINCENTIVI  GIOVANNI VALENTINI  PIANO CASA  55%  CRESME 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
26 gennaio 2009
attivita' nel PDnetwork