.
contributo inviato da team_realacci il 8 febbraio 2011
Tornano liberi Marta Di Gennaro e Corrado Catenacci, rispettivamente ex vice di Bertolaso alla Protezione Civile ed ex commissario per l'emergenza rifiuti in Campania. Erano agli arresti domiciliari dal 28 gennaio nell'ambito dell'inchiesta sullo sversamento illecito di percolato in mare. L'organo collegiale dei gip ha revocato la misura cautelare perché i due funzionari non rivestono attualmente incarichi pubblici.

"Sono certa di poter dimostrare la mia innocenza - afferma la Di Gennaro - ma questo non cancellerà il dolore per essere apparsa agli occhi della gente campana come il simbolo di un disastro possibile". Amareggiato anche il prefetto Catenacci: "Ho fiducia nella giustizia e mi auguro che tutto si risolva per il meglio - commenta - Ho servito lo Stato per tutta la vita e mai avrei immaginato di vivere un’esperienza come quella di questi ultimi giorni. Resta una profonda amarezza".

Intanto il capoluogo campano e il suo hinterland sono di nuovo sommersi dai sacchetti di rifiuti per strada. E la macchina della raccolta e smaltimento è tornata a incepparsi. Mille tonnellate giacciono all’interno di novanta compattatori che non sanno dove sversare, millequattrocento tonnellate nelle strade di Napoli e altre settemila in provincia. Una situazione che, secondo l’assessore comunale Paolo Giacomelli "è destinata inevitabilmente a peggiorare soprattutto nelle zone di periferia, quelle in cui si registra una maggiore criticità".

Sono soprattutto le zone della periferia, sottolinea l'assessore, quelle dove si registra una maggiore criticità. ''Siamo fiduciosi sull'impegno che era stato preso dalla Provincia in merito ai lavori che si stanno effettuando alla discarica di Chiaiano - conclude Giacomelli - lavori finalizzati a facilitare l'ingresso dei camion al sito e che, soprattutto, consentiranno di conferire 600 tonnellate e non le 300 concesse in questi giorni''.

Fonte: La Nuova Ecologia
7 febbraio 2011
TAG:  CRISI  EMERGENZA  RIFIUTI  NAPOLI  CAMPANIA  DE GENNARO  CATENACCI  SVERSAMENTO  ILLECITO  PERCOLATO  MARE 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
26 gennaio 2009
attivita' nel PDnetwork