.
contributo inviato da xpress il 8 febbraio 2011
Il leader Radicale Marco Pannella apre al dialogo con Berlusconi ma uno stop arriva proprio in Casa dall'altrettanto carismatica Emma Bonino che prende posizione contro Berlusconi: «Il premier non mi pare in grado di gestire alcunché politicamente parlando». E come dargli torto? Il premier infatti non sembra  nemmeno in grado di gestire le proprie festicciole e, politicamente parlando, è quanto di più drammatico sia passato a livello istituzionale in Italia dal dopoguerra ad oggi  - e mi riferisco alla Prima guerra mondiale.

Parlando a Radio Radicale, la Bonino ha dissentito apertamente dalle manovre pannelliane:
«Capisco questa iniziativa di Marco quando dice che bisogna scommettere il pochissimo probabile contro il molto possibile. Ma io rispetto a lui ho meno fiducia, Berlusconi non mi pare più in grado di gestire alcunché politicamente parlando, non lo ha fatto nemmeno in periodi meno turbolenti, e non vedo perché dovrebbe farlo adesso. Non si tratta di entrare al governo o in maggioranza». Su questo passaggio è utile ricordare che i parlamentari Radicali eletti nelle liste del Pd sono sei. E a Marco Pannella mi permetto di suggerire di prendere in seria considerazione parecchi commenti di militanti molto 'risentiti' circa l'ennesimo esperimento pro-berlusconi.

«Piuttosto - dice la Bonino - è una questione di 'prudenza': Se, per esempio, arrivasse un'amnistia ci manca pure che i radicali non la votino. Consiglierei prudenza a chi grida ai tradimenti, è già stato fatto prima del 14 dicembre e poi i voti a Berlusconi sono arrivati da qualche transfuga dell'Idv e del Pd non da noi, così come sull'ultima votazione sulla perquisizione per il caso Ruby. Capisco che la gente possa essere un po' sconcertata perché è tutto polarizzato su Berlusconi sì o no, ma prima di parlare di tradimenti consiglierei un po' di prudenza perché è già stato detto e non è avvenuto, né penso che avverrà». 

Insomma, la Bonino è convinta - contrariamente a Pannella - che Berlusconi non sia cambiato e personalmente, ammesso che sia cambiato, trovo che i suoi cambiamenti vadano degradando. Purtroppo non degradano solo sè stesso, ma influiscono pesantemente sull'Italia intera che se lo deve sorbire.

Berlusconi, prosegue la Bonino, non solo non è cambiato rispetto al passato, anzi, la sua deleteria alleanza con la Lega persiste e:
«Continuo a pensare che uno nel futuro è quello che è stato nel passato, e in questa situazione così totalmente dipendente dalla Lega che ha una sua impostazione su sicurezza e giustizia antitetica a quella che noi proponiamo, proprio perché ho meno speranza su Berlusconi, dico però che le altre alternative sono una peggio dell'altra, cioè il Cln o le elezioni anticipate. Questo è il dramma del Paese».

Certo Emma Bonino, infaticabile e sempre mossa da un grande senso civico e civile, dimostrando durante lo scorso governo Prodi anche grandi capacità nella conduzione dello strategico Ministero del Commercio Internazionale, è preoccupata, come moltissimi italiani, dalla drammaticità delle condizioni della nazione e dello Stato. Situazione da cui le alternative di uscita sono per ora bloccate da un pericoloso autocrate qual'è Berlusconi. E anche se per il resto non ci troviamo in una situazione politica per cui stare allegri, il 'premier' ha combinato fin troppi danni, sia materiali che culturali. Quindi necessita mandarlo a casa al più presto. Altra politica deve sostituire la sua palese e poliedrica incapacità condita da egoismi e perversioni.

Il dramma del Paese ha molti volti ma purtroppo, per tutto il tempo che ci vorrà, una priorità è smetterla con questo devastatore pubblico. Nel frattempo, un'altra priorità dovrà essere la costruzione di un'alternativa  politica che proponga seri programmi finiti e definiti con  forte determinazione, per entrare subito in azione quando sarà il momento di riaprire il futuro collettivo dell'Italia.

valter carraro
TAG:  BERLUSCONI  PANNELLA  EMMA BONINO  RADICALI AL PARLAMENTO 
Leggi questo post nel blog dell'autore XPRESS
http://XPRESS.ilcannocchiale.it/post/2595151.html


diffondi 

commenti a questo articolo 1
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
20 settembre 2008
attivita' nel PDnetwork