.
contributo inviato da team_realacci il 2 febbraio 2011
Roma, 2 febbraio 2011
 
“E’ un duro colpo ad una scelta sbagliata. La Consulta boccia il tentativo del Governo Berlusconi di imporre il nucleare con la forza. Del resto eravamo l’unico caso in un paese occidentale dove fosse stata approvata una legge che decide la costruzione delle centrali nucleari anche contro il volere di Regioni e territori”, lo afferma Ermete Realacci, responsabile green economy del Pd, commentando la notizia della bocciatura da parte  della Corte Costituzionale dell'art.4 del decreto attuativo della legge delega sul nucleare per quanto riguarda la localizzazione delle centrali e dei siti di stoccaggio.
“Con la decisione della Corte Costituzionale”, continua Realacci, “si fa ancora più in salita la strada del ritorno al nucleare. Una scelta profondamente sbagliata e antieconomica, alla quale sono contrari la maggior parte degli italiani e delle Regioni”.
 
Ufficio stampa On. realacci
TAG:  NUCLEARE  CONSULTA  BOCCIA  ART.4  DECRETO ATTUATIVO  LEGGE DELEGA SUL NUCLEARE  LEGGE DELEGA  LOCALIZZAZIONE  CENTRALI  SITI  STOCCAGGIO 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
26 gennaio 2009
attivita' nel PDnetwork