.
contributo inviato da team_realacci il 27 gennaio 2011
Roma, 27 gennaio 2011

“In questa maggioranza c’è chi ha un’attrazione fatale per l’abusivismo e l’illegalità. E ogni occasione è quella buona per infilare nelle pieghe del provvedimento di turno un nuovo condono edilizio. Questa volta il cavallo di Troia è rappresentato dal Milleproroghe dove un emendamento presentato dalla maggioranza propone di riaprire i termini dell’ultimo condono edilizio. Una vera indecenza che se non sarà fermata, non solo sanerà l’insanabile ma, come è sempre accaduto in questi casi, manderà un devastante segnale al paese di via libera al cemento abusivo e all’illegalità”, lo afferma Ermete Realacci, responsabile green economy del Pd, commentando l’emendamento al  mille proroghe presentato da alcuni senatori della maggioranza. “Ieri nell’Aula di Montecitorio”, prosegue Realacci, “il Ministro Bondi si è definito un paladino della difesa del paesaggio, oggi cosa ha da dire ai suoi colleghi di partito che si apprestano a regalare al nostro fragile paese altre colate di cemento illegale? L’Italia non ha già pagato all’abusivismo edilizio un tributo troppo alto in termini di vite umane e di scempio del territorio?”.

Ufficio stampa On. Realacci
TAG:  CONDONO  EDILIZIO  MAGGIORANZA  BONDI  MILLEPROROGHE 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
26 gennaio 2009
attivita' nel PDnetwork