.
contributo inviato da Giutre il 14 gennaio 2011

Ora abbiamo capito che a difendere la Costituzione Italiana è rimasto solo solo il Colle, se tutto va bene, per i prossimi due anni e mezzo. Dopodichè, si puoò star certi che, l'attuale inquilino di palazzo Chigi si prenderà anche quello, perchè la sentenza della Corte Costituzionale di fatto questo ha sancito, (anzi non ha sancito)  sono i giudici dei tribunali che devono di volta in volta stabilire se sussista o no il legittimo impedimento.

Questa è la risposta che la Consulta ha dato alla domanda di leggittimità costituzionale postagli dai giudici di Milano. Il che, al cittadino non addetto ai lavori, da la percezione di un colpo al cerchio e uno alla botte, se non un vero e proprio scarica barile. Ma quella di : Fate voi che sapete ; che sentenza è?

Un pronunciamento così fatto non è forse un paradosso agli occhi dei comuni mortali (perlomeno per quelli che ancora credono nell'alta funzione della C.C), cosa è successo? Si  è forse tenuto conto del momento contingente complesso che sta vivendo il paese o dell'eccessiva enfasi mediatica, della quale la sentenza è stata caricata, in positivo o negativo che fosse?

Sembrerebbe proprio (sempre ad un non addetto ai lavori) che questi due fattori abbiano giocato un ruolo decisivo col risultato di dare, al soggetto direttamente interessato dalla sentenza, ciò che voleva. In questo modo l'On. Berlusconi avra buon gioco a tenere alto lo scontro con la magistratura e quando i giudici non accetteranno di rinviare l'udienza per "legittimo impedimento", lui userà tutta la sua potenza mediatica per dire che è vittima di accanimento giudiziario perpetrato nei suoi confronti dalle toghe rosse. Come, per altro, il coppione  già recitatato più di una volta.

Mia più di ora, l'anomalia Berlusconiana, è stata  pesante per le istituzioni  che, da 5/6 mesi a questa parte, ha creato tanta e tale confusione che non si capisce più come e dove il paese possa andare. La deriva non da alcuna certezza. Perchè?

IL perchè sta tutto nell'abito mentale del Premier: Egli non crede nell'ugulianza dei cittadini di fronte alla legge e questo lo sanno tutti , icittadini, il mondo e anche le pietre sulle quali camminiamo. Se si fa processare la condanna è certa (  lo sa anche Lui) quindi, se andrà così addio governo e addio Colle, diversamente ci vuole una legge che aggiri  gli ostacoli.

Ai cittadini onesti ,laboriosi,col senso dello Stato : Giunti a questo punto non rimane che, l'amara constatazione  che  Palazzo Grazioli continuerà a propinare per legale ciò che legale non è ,e , la sentenza nulla cambia , nulla smuove, unico baluardo credibile  ad una concezione tanto distorta del potere politico è rimasto il Colle, Dopo non ci sarà che la rassegnazione.

TAG:  SENTENZA  COLLE  CONSULTA  CITTADINI  ADDETTI  LAVORI  GIUDICI 
Leggi questo post nel blog dell'autore Tregiu
http://Tregiu.ilcannocchiale.it/post/2587745.html


diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
14 gennaio 2010
attivita' nel PDnetwork