.
contributo inviato da team_realacci il 12 gennaio 2011
SALERNO (12 gennaio) - La morte di Angelo Vassallo, il sindaco di Acciaroli ammazzato lo scorso 5 settembre nel garage di casa mentre rientrava, sarebbe stata decisa da un’alleanza di pusher napoletani e salernitani, spacciatori allo sbando ed incattiviti. E i pusher che freddarono il sindaco con nove colpi di pistola sarebbero legati alla più grande piazza di spaccio della droga in Europa, il quartiere di Scampia. L’ultima verità sugli esecutori materiali del delitto eccellente di Angelo Vassallo arriva dall’incrocio dei dati che emergono da tabulati telefonici scottanti finiti sotto gli occhi del procuratore della Repbblica di Salerno, Franco Roberti, del pm antimafia Rosa Volpe e dei carabinieri. E tornano a risuonare i nomi di Scampia, Chiaiano e Piscinola, dove le guerra per gli affari di droga ha fatto segnare faide con centinaia di morti e scissioni di clan.

Fonte: Il Mattino
12 gennaio 2011
TAG:  OMICIDIO  SINDACO  POLLICA  ACCIAROLI  PIOPPI  ANGELO  VASSALLO  PUSHER  SCAMPIA  NAPOLI 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
commento di nino55 inviato il 13 gennaio 2011
Se sarà questo l'esito delle indagini,si dimostra ancora una volta quanto sia avvilente l'argomento "traffico di stupefacenti" perchè non viene affrontato dalla politica in generale con la dovuta determinazione.Se una realtà anche se piccola come Acciaroli,per tenere lontano gli spacciatori, ha dovuto sacrificare la vita del suo primo cittadino significa che esiste un grosso problema per le comunità più esposte,che vengono lasciate in abbandono al proprio destino senza un'adeguato controllo del territorio e con visibili responsabilità Ministeriale, in quanto consapevoli da tempo della precarietà con cui sia le FF.OO, che le procure e le Prefetture operano.Questo è un grande pericolo, far passare come inosservata una piaga della società come la droga e le sue conseguenze che ne derivano, che ci penalizza anche all'interno di questo forum dove si tende a giustificare ed a sottovalutare l'argomento.
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
26 gennaio 2009
attivita' nel PDnetwork