.
contributo inviato da cristina1950 il 10 gennaio 2011

Secondo alcuni utenti del pdnet, la riforma repubblicana proposta da Bersani deve conseguire i seguenti obiettivi:

Primo obiettivo: il PD deve recuperare consenso e può farlo attraverso l'annuncio al paese, ai presunti alleati e alla maggioranza di governo, di una grande riforma del sistema politico centrale. Se ben pubblicizzato e sostenuto da tutto il partito, questo dovrebbe muovere il consenso a favore del PD e creare fibrillazione nella maggioranza e tra i nostri alleati.

Secondo obiettivo: ai no, scontati, della maggioranza e degli alleati presunti, convocazione in piazza della gente perbene di destra e di sinistra a sostegno della proposta.


Nel merito, la proposta è la seguente:

  • riduzione a trecentosessanta dell'attuale numero dei parlamentari a partire dalla prossima legislatura

  • superamento del bicameralismo perfetto

  • senato delle regioni

  • elezione diretta del capo dello stato, con doppio turno alla francese e poteri secondo quel modello..

  • Bersani candidato

Firmato:
Gli utenti del pdnetwork: aregolo, alexbellotti, clint333, CondizioniAlContorno, cristina1950, delega, frapem, grandmere, liberodidecidere, NicolasWoods, viola16.....

Chiunque voglia aderire può sottoscrivere il post, che in ogni caso sarà inviato alla segreteria di Bersani, prima di giovedì prossimo. Grazie a chi ci aiuterà a sostenere l'iniziativa.

TAG:  BERSANI  RIFORMA  OBIETTIVI  SOTTOSCRIZIONE  REPUBBLICANA  PDNET 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
commento di NexLeft inviato il 27 febbraio 2011
Io sono d'accordo con riforme repubblicane che riformino il sistema parlamentare.
Ma vi chiedo se non vi sembra la posizione di Vendola quella piu' sensata, quando dice che queste riforme si possono fare con una larga alleanza, che unisca destra e sinistra, ma solo con questo scopo, e non che si proponga di guidare il paese per 5 anni.
commento di pasquino50 inviato il 16 gennaio 2011
Se non vi è venuto il torcicollo guardando sempre a destra, leggete:

"Secondo quanto affermato dal Segretario Generale della FIOM CGIL, Maurizio Landini, è in atto, da parte della FIAT il tentativo di cancellare il sindacato e “noi reagiremo chiamando a raccolta tutti i lavoratori metalmeccanici perché, se passa questo imbarbarimento generale vengono lesi i diritti di tutti”. Così il leader della FIOM annuncia la mobilitazione delle tute blu della CGIL per il 28 gennaio."

"Attenzione, perché alle estreme conseguenze del metodo Marchionne c’è la resa del sindacato. E l’industria è stata forte quando il sindacato è stato forte. La morte del sindacato è un rischio anche per l’impresa. E la storia ci dice che quello che accade a Mirafiori non resta a Torino, ma ha attinenza con la civiltà di tutto il paese."

"Piero Fassino guarda all’esito del referendum di Mirafiori ed esprime soddisfazione per il fatto che adesso «quindicimila lavoratori, tra Fiat e indotto, avranno prospettive di lavoro più sicure». Ma aggiungendo: «Ora che l’accordo va applicato, l’azienda deve coinvolgere tutti i lavoratori e tutte le sigle sindacali, Fiom compresa»."

Chi ci sarà all'appuntamento del 28?

Se non ora quando?
commento di cristinasemino inviato il 16 gennaio 2011
Mi dispiace molto che un post che vorrebbe essere propositivo, finisca sempre con le solite inutili offese reciproche che fanno solo perdere tempo.
Sarebbe stato invece molto più interessanre ed utile che, con gli interventi di tutti, avessimo potuto postare alla Redazione una nostra comune riflessione su questi temi.

Resto dell'idea che le regole si debbano cambiare insieme e poi ognuno andrà per la sua strada. Ma prima delle elezioni queste regole vadano comunque riscritte. Con chi ci sta.

Oggi leggevo gli articoli sulla prima pagina di Italia Futura: mi sono convinta che non sarebbe affatto impossibile trovare persone per bene dell'altra parte con cui riformare l'Italia. Insieme, perchè le regole sono di tutti. E dopo, solo dopo, tornare a votare.

Un programma per l'Italia, fatto ora, senza queste premesse di riforma, non consentirà a nessun governo eletto di fare alcunchè di positivo per il paese.

E' un mio convincimento....ovviamente posso sbagliare.

Grazie a tutti gli intervenuti.
commento di pasquino50 inviato il 14 gennaio 2011
Cara Cristina, permettimi il cara, il quesito che poni è enorme, una montagna che grava sulle spalle di una "comunità che ritiene se stessa civile". Non credo basti una nota o post per fare luce nell'abisso in cui ci siamo precipitati.
Si potrebbe disquisire su tutto, ma fermo un solo punto: l'avvento del "pensiero unico". Questo, da solo, non sarebbe neanche sufficiente. L'impronta della "secolarizzazione" da riconsiderare, il "progresso antropologico" rivisitabile come "regresso della specializzazione umana" nella sua conservazione di specie, l'etimo della parola "violenza" e "forza", l'egemonia culturale da cui ripartire per l'egemonia politica. Solo per il tuo aggettivo di "idea migliore" (migliorismo?) non basterebbero fiumi di parole.
Mi accontenterei, quindi, di tornare ai "fondamentali" di inizio Novecento per tentare una risposta. Non so suggerire altro.
Sempre cordialmente.
commento di magnagrecia inviato il 14 gennaio 2011
Chiedo scusa per l'invasione, ma leggo in ritardo e così rispondo anche sia a Viola16 (il mio ‘post’ è stato tolto), sia indirettamente a Cristina ed al "costituzionalista" con la colapasta in testa Frapem, in crisi di astinenza di batoste, quello che, mosso dal potente sostrato da... impotente, ha preso, invero molto lealmente, a parolacce Bersani (che non può rispondere), in un crescendo parossistico, tipico appunto degli impotenti, costringendo purtroppo la Redazione a mettere in fretta da parte l'interessante ed utile 'post' “Lanciamo la sfida per la riscossa italiana”, con l'invito ad esprimerci sulle proposte CONCRETE, tanto care - a parole, beninteso - al suddetto con la colapasta in testa.

Cara Viola16,
Ovviamente. E’ che, proprio per quel che tu dici siano i veri problemi della gente, alla quale non può fregar di meno la riforma costituzionale (pur necessaria, beninteso, ma non c‘è già la Bozza Violante, che è considerata buona? Basterebbe chiederne l’attuazione). Anch’io credo che – l’ho già scritto - alla gente, cioè ai milioni di cittadini senza lavoro o con un lavoro precario e senza casa propria interessi molto di più ciò che è scritto nella Lettera, che ti ri-sintetizzo (cfr. post Bersani) così:
- Piano di sviluppo economico ed occupazionale;
- Reddito di cittadinanza;
- Riforma della legislazione sul lavoro precario, a favore dei precari;
- Sgravio fiscale sul lavoro e sulle imprese;
- Piano di edilizia pubblica e popolare;
- Questione femminile, Rivoluzione culturale e Mezzogiorno (obiettivi strettamente intrecciati). SEGUE/1
commento di magnagrecia inviato il 14 gennaio 2011
SEGUE/2
Prendendo i soldi così:
- taglio selezionato della spesa pubblica relativa all'apparato burocratico [13], per gli armamenti [14] e la politica [15].
- revisione delle condizioni concrete di invalidità (le cui indennità talvolta surrogano il reddito di cittadinanza);
- una seria lotta all’evasione fiscale (inasprendo ulteriormente le sanzioni);
- un maggior onere delle classi agiate nell’utilizzo dei servizi sociali, sia con un aumento della tassazione indiretta sui beni di lusso, sia con un incremento del prelievo fiscale sui redditi elevati ed i patrimoni:
- reintroduzione dell'ICI sulla prima casa, lasciando la prima tranche Prodi; invece abrogando – eventualmente - la seconda tranche Prodi e - sicuramente - il provvedimento Berlusconi di esenzione sugli immobili di proprietà dei ricchi e degli abbienti [16];
- imposta di successione prevedendo una franchigia o un'aliquota agevolata per la prima casa;
- aumento della aliquota sulle rendite finanziarie (eventualmente, esclusi i BOT);
- imposta pluriennale di scopo;
- tassa sulle transazioni finanziarie.

Sono in gran parte proposte caldeggiate da tempo in questo forum e già presentate dal PD; vengono sistematizzate, coordinando anche le varie proposte PD sullo stesso tema, integrate sia negli obiettivi (piano case popolari e questione meridionale vista strettamente intrecciata con la questione femminile e l’educazione), sia nelle coperture finanziarie. FINE

commento di cristinasemino inviato il 14 gennaio 2011
Caro cillo, grazie per questo contributo visivo che vale più di mille parole.
Io credo che gli Italiani per bene, di qualunque parte, siano inorriditi ad ascoltare le parole di uno che si dice giornalista e osa rivolgersi con tale violenza ad un suo interlocutore. Se questo non è fascismo, che nome gli diamo???
L'idea di mettere insieme le persone per bene di tutte le parti vorrebbe essere proprio l'antidoto a che tale arroganza, data dal potere, possa provocare ulteriori danni a questo dissestato paese.
Se avete idee migliori per far sì che finalmente sparisca l'odio che da 16 anni pervade l'Italia e pone un cittadino contro l'altro, fareste bene a suggerirle.
commento di cilloider inviato il 14 gennaio 2011
Siamo un paese civile?

da Repubblica

TUNISI - A poche ore dal richiamo francese sull'uso "sproporzionato" della forza repressiva contro i manifestanti che da metà dicembre protestano nelle strade del paese contro il rincaro dei prodotti di base, il presidente tunisino Ben Ali è apparso in serata alla televisione di stato per rivolgere un messaggio alla nazione, annunciando innanzitutto il divieto alle forze dell'ordine di far fuoco contro i dimostranti. Ben Ali, al potere dal 1987, ha affermato di non mirare a un nuovo mandato presidenziale e che quindi non si ricandiderà alle elezioni presidenziali del 2014, forzando il dettato costituzionale. Confermando un precedente annuncio del primo ministro Mohamed Ghannouchi, il presidente ha ordinato la riduzione del prezzo del pane, del latte e dello zucchero.

commento di pasquino50 inviato il 13 gennaio 2011
Credo che sia tu che debba rileggere con attenzione il mio post...oppure mi chiami ad una firma "tecnica" che va tanto di moda?

"Veramente ho già postato direttamente su P.Bersani.
Cmq :Si per il primo e secondo obiettivo.No per il resto. Nel merito: i rimanenti punti di "approfondimento" sono sub-ordinati alla risoluzione dei principali obiettivi (1-2) e questo non è secondario, visto che trattasi in qual modo di riforme "costituzionali"......vedi future composizioni parlamentari."
Per i consensi tu stesso affermi: Chiudere settecento grandi feudi, quanti sono i parlamentari che resterebbero a casa è una proposta che farebbe schizzare il nostro consenso di dieci punti in due settimane.

Domanda: Schizzare verso l'alto o verso il basso? perchè se verso l'alto spiega se non vi piace "vincere facile", magari "creando" un parlamento meno inquinato e lobbistico. La classe dirigente/politica di un paese democratico DEVE sapere ascoltare e se gli si grida in faccia "Tutti a casa", lo DEVE fare e fare spazio a chi pretende voler divenire futura classe dirigente7politica, altrimenti è oligarchia (Aristotele).
commento di frapem inviato il 13 gennaio 2011
Dai Pasquino, rileggi questo post, e capisci come puoi recuperare consenso.
Ma a te piace chiacchierare, tanto è vero che hai redarguito Cristina perchè ti aveva messo tra i firmatari.

Chiudere settecento grandi feudi, quanti sono i parlamentari che resterebbero a casa è una proposta che farebbe schizzare il nostro consenso di dieci punti in due settimane. Ma finchè si fanno direzioni come quella di oggi dove si litiga per nulla, facendo finta di essere divisi, non andiamo da nessuna parte.
La verità è che non è questo il partito del cambiamento, prima veltroni poi bersani lo hanno distrutto.
commento di pasquino50 inviato il 13 gennaio 2011
Quindi, validata la crisi extraparlamentare (quella parlamentare con voto di sfiducia non è passata) vedresti quella coalizione (con incarico di formare il nuovo governo a chi? napolitano che dice al riguardo?) previe dimissioni del governo in carica (alla prima occasione che va sotto? se ci va, perchè casini dice altro). Berlusconi vuole durare, napolitano farà in modo di si salvo incidenti di percorso, mentre il pd si disperde nel pantano centrista per quale strategia....presentarsi alle urne con un proprio programma che non prevede di mantenere la coalizione "strategica" per buttare lega e pdl all'opposizione.....?
Complicatissimo,(solo a scriverlo mal di testa) come lo spieghi e lo fai digerire all'elettorato, come recuperi consensi? Come dreni i voti del centrodestra, in virtù di quale cambiamento proposto? Come richiami l'astensione che non è mai da buttar via?
Sul ring, quando il pugile è buon incassatore vai al k.o. vero: steso a terra, non tiri ai punti o k.o.tecnico. e qui non ci sono secondi che gettano asciugamani del ritiro....
Elezioni subito con chiarezza di programmi e coalizioni.
commento di frapem inviato il 13 gennaio 2011
Per una questione strategica oggi condividerei la proposta di grande coalizione, di fini e casini, che berlusconi non accetterà mai.
Gli scopi sono due:
1) cercare di fare un governo prima dell'elezioni in grado di fare poche riforme di sistema. Se la eventuale nuova legge elettorale ci permette di fare alleanze dopo il voto, andrei da solo, facendo dopo le alleanze.
2) Andare all'elezioni avendo dimostrato agli italiani di aver fatto di tutto per evitarle e soparttuto di avere dell'idea di cambiamento, prima fra tutte la riforma del sistema politico.
Invece se andiamo ad elezioni con questa legge non mi alleerei con casini e fini, perchè non sarebbe vantaggioso per nessuno.
Mi affiderai al proverbio tra i due litiganti il terzo gode.. ma la vedo scura.
commento di pasquino50 inviato il 13 gennaio 2011
"Non ho nessuna intenzione di tessere alleanza con i vendoliani e dipietristi che considero arricchiti sulle spalle dei lavoratori, degli sciacalli populisti sedicenti di sinistra."

Con chi intendi allearti, allora, con la "crema democratica" fli,udc,mpa,ecc.ecc?
Loro no, non sono sciacalli populisti sedicenti di destra.!
Hai ragione, ho messo l'udc fra i destri. Loro non sono sciacalli, sono le iene del centro....ma del vaticano!
Rimani quindi dove sei, quinta colonna del pd-l.
commento di rebyjaco inviato il 13 gennaio 2011
Bersani, è superato, puzza di vecchio. Questa è la realtà, ma LUI ancora non se ne è accorto. Nessuno nel PD. se ne accorge, ma il Partito sta crollando perchè coloro che erano le ""colonne "" che lo sostenevano, sono ""marce"" vecchie e malconce, non ce la fanno a sostenere le sfide odierne, e se fosse poco, sono state e lo sono tutt'oggi, complici del sistema più corrotto d'occidente. C'è gente nuova che scalpita,BISOGNA DARGLI SPAZIO, ANCHE CON EVENTUALI ERRORI, SARANNO MIGLIORI DEGLI ATTUALI.
L’ho sostenuto in occasione della sua visita a Arcore. RENZI, è uno “”*******”". Questo, definisce una persona meglio che venti aggettivi. Ognuno di NOI, sa cosa significa dare ad una persona dello “”*******”". Non è cattivo, non è buono, e quello che ho detto. Da uno così, ci si possono aspettare “”*******te”" ad ogni passo, come i paperi. Inoltre, è assolutamente “”Acerbo”", NON MATURO politicamente. E’ un “”BULLO”", stà facenco danni, solo per mettersi in evidenza, teme che Civati diventi “”PIU’ DI LUI”", e questo, lo manda in bestia. Evidentemente, si sente inferiore, teme di essere sopraffatto dall’avversario o da altri che potrebbero sopraggiungere, e allora, è disposto a distruggere per pescare nel torbido. QUESTO, non significa che abbia torto, in moltissimi argomenti ha ragione, così come gli altri “rottamatori”, in questo PD:, nelle mani di gentaccia come Dalema,Fassino e altri, qualsiasi cosa si dica, può apparire “”oro colato”", ma NON TUTTO E’ ORO COLATO.
Comunque, gli manca “”statura di statista”" , è come se a un giocatore di calcio, a vent’anni, mancasse il dribling, o il tiro in porta. NON SARA’ MAI un CAMPIONE.
Però, in questa Italia alla canna del gas, è sempre meglio UN RENZI che dieci Latorre o Turco.
commento di rebyjaco inviato il 13 gennaio 2011
Bersani, è superato, puzza di vecchio. Questa è la realtà, ma LUI ancora non se ne è accorto. Nessuno nel PD. se ne accorge, ma il Partito sta crollando perchè coloro che erano le ""colonne "" che lo sostenevano, sono ""marce"" vecchie e malconce, non ce la fanno a sostenere le sfide odierne, e se fosse poco, sono state e lo sono tutt'oggi, complici del sistema più corrotto d'occidente. C'è gente nuova che scalpita,BISOGNA DARGLI SPAZIO, ANCHE CON EVENTUALI ERRORI, SARANNO MIGLIORI DEGLI ATTUALI.
commento di frapem inviato il 13 gennaio 2011
Non ho nessuna intenzione di tessere alleanza con i vendoliani e dipietristi che considero arricchiti sulle spalle dei lavoratori, degli sciacalli populisti sedicenti di sinistra.
commento di pasquino50 inviato il 13 gennaio 2011
.......dialogando con una accozzaglia nostalgica di sinistrati....

Che fine tessitore di alleanze....Tu si che sai scegliere i compagni di gioco...
(volevo dire compagni di merende...)

http://www.youtube.com/watch?v=J8HqFDvyhWs

....due grasse risate!
commento di frapem inviato il 13 gennaio 2011
Mentre ci arrabbattiamo da mesi io e Crstina per inchiodare il PD di fronte alle sue respsonsabilità di partito di opposizione e del cambiamento, dialogando con una accozzaglia nostalgica di sinistrati, quando ci va bene, o con prime donne saccenti e fumose, alla magnagrecia, o alla cilloider, tanto per fare nomi noti, il nostro segretario inanella una cazzata dopo l'altra.
Ultima quella di rifiutare la proposta di grande coalizione di Fini e Casini, offrendo a Silvio la sua sponda preferita: al suo vetero anticomunismo macchiettista, offriamo, infatti il nostro vetero anitiberlusconismo macchiettista, tanto caro al cafone del molise e alla sinistra dei sinistrate.
Del resto è risaputo che gli estremi si toccano.. e i due populismi, berlusconiano e vendoliano ad un certo punto vanno a braccetto ai danni del paese. Gli italiani che non sono stupidi, gli italiani che votano sempre legittimando posizioni e partiti più vicini alle loro esigenze e aspirazioni, sanno benissimo che non una sola corporazione, anche la più miserabile come quella dei tassisti può essere sconfitta senza l'unità dei partiti.
Quindi gli italiani sanno benissimo che qualunque singolo partito gli propone un sogno, questo si rivelerà una favola che non avrà riscontro nella realtà.
Con bersani Silvio va a nozze, dispiace dirlo ma non ho più dubbi.
Il nostro segretario o è in mala fede e quindi fa finta di combattere Silvio, o è uno stupido, in entrambi i casi va sfiduciato.
commento di pasquino50 inviato il 13 gennaio 2011
CHIAMPARINO: SONO STUFO DI QUESTO PD
"Stufo del benaltrismo per cui per la sinistra il problema è 'sempre ben altro". E "deluso" per una scarsa chiarezza nel Pd di linea e leadership sulle questioni clou dell'attualità politica, da Fiat alle alleanze, passando per le primarie. Così il sindaco di Torino in una intervista uscita oggi.

"Benaltrismo".......parola che ricorre spesso in questo blog!
Ma ne è giustificato l'uso semantico, laddove la semantica considera il rapporto tra l'espressione e la realtà extralinguistica?
Chi si dissocia dalla realtà?
commento di CondizioniAlContorno inviato il 13 gennaio 2011
Pe ricordare a tutti noi quale dovrebbe essere l'obiettivo delle persone che desiderano, non tanto un paradiso in terra, ma anche solo una semplice DEMOCRAZIA...
Per ricordare a tutti noi la differenza tra coloro che si arrendono, e i pericoli e i danni maggiori in cui incorriamo tutti, e chi, invece, attribuitosi di un potere oltre misura, lotta eccome per mantenersi nel "privilegio":

http://www.repubblica.it/politica/2011/01/13/news/d_avanzo_fuga_berlusconi-11162090/?ref=HREA-1
commento di seamusbl inviato il 13 gennaio 2011
"La delusione mi porta a lottare e a non arrendermi. Anche perchè in alternativa non saprei proprio da che parte guardare."


"Life is total war my friend... nobody has a right to be a conscientious objector"
commento di viola16 inviato il 12 gennaio 2011
arrendersi mai,cristina,
giusto
commento di cristinasemino inviato il 12 gennaio 2011
Vedi maxim, io la vedo diversamente. La delusione mi porta a lottare e a non arrendermi. Anche perchè in alternativa non saprei proprio da che parte guardare. A meno che non decida di lasciarmi trascinare dalla corrente, qualunque essa sia....ma non è nel mio carattere.
Alla prossima. :)
commento di maxim11 inviato il 12 gennaio 2011
Mi dispiace cara Cristina, ma io col pd ho chiuso. L'ho sempre votato e anche sostenuto alle primarie ($), ma ora proprio non ne voglio più sapere. Ogni tanto vengo a leggere questo "inutile" e "lento" network. Lascio qualche "inutile" commentino; niente di più. Bye bye e buon lavoro
commento di mgk inviato il 12 gennaio 2011
Mi chiedo perche’ l’opposizione non abbia MAI ripreso le famose promesse di Forza Italia (meno tasse per tutti, pensioni piu’ dignitose, etc.), ripubblicandole a martellamento ossessivo e chiedendo agli italiani se queste cose le hanno davvero avute o meno.

Mi chiedo come mai l’opposizione non abbia ancora seriamente messo a ferro e fuoco la politica inconcludente e falsa dei tanti (troppi) governi Berlusconi.

Me lo chiedo e continuo a non capire il PD, che parla invece di primarie, leadership, alleanze e basta.
Che siano poco dotati di materia grigia?
O c’e’ in fondo una connivenza, non essendo il PD in grado lui stesso di produrre una politica efficace?
commento di cristinasemino inviato il 12 gennaio 2011
Vorrei sapere se maxim11 aderisce e vuole essere inserito tra i firmatari dell'iniziativa, oppure no.

Cara viola, dei 38000 iscritti al network partecipiamo in dieci e non siamo neppure d'accordo tra noi.....ciao :)
commento di viola16 inviato il 12 gennaio 2011
cara cristina,anche se non necessaria, confermo la mia adesione e
sono sorpresa dall'esiguo numero di sostenitori all'iniziativa.
commento di maxim11 inviato il 11 gennaio 2011
Grande RODOTA'!!!!! Ma è del PD?????
commento di NicolasWoods inviato il 11 gennaio 2011
Ok, sono d'accordo!
commento di cristinasemino inviato il 11 gennaio 2011
Se non ci saranno ulteriori commenti al post, domani lo invierò alla segreteria di Bersani, così com'è scritto.
Vorrei dire a Nico che in un "appello" come vuole essere questo è ovvio che non ci siano approfondimenti sui singoli temi.
E' un input.....da approfondire ovviamente. E molto.
Grazie a coloro che hanno dato il loro contributo. :)
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
22 febbraio 2008
attivita' nel PDnetwork