.
contributo inviato da professional consumer il 10 gennaio 2011

Per i Consumatori che hanno bisogno di sprone l’occasione la fornisce il mercato, quello efficiente. La parola d’ordine: approfittare del profitto.

Andiamo a dare un’occhiata.

Per buona parte del novecento i Pro dell’economia capitalista e quelli di quella socialista hanno “dibattuto” sulla liceità del profitto: botte da orbi.

La caduta del muro di Berlino mette fine alla tenzone.

Poi un lungo tragitto di gloria. Nell’economia lineare ed aperta,  quel profitto remunerava il rischio d’impresa; oggi, dentro quella circolare e continua, intrappola risorse che sfiancano il meccanismo dello scambio.

Dentro le filiere produttive, che producono il prodotto, si trovano ficcati  il titolare del prodotto, i fornitori di materie e quelli dei materiali; chi fornisce i macchinari, i designer, nonché quelli della pubblicità e quelli del marketing; ci stanno i fornitori di credito, pure quelli della logistica, giù fino ai commercianti: tutti in credito di rischio, tutti reclamano profitto.

Nell’Economia dei Consumi, proprio dove l’esercizio dell’acquisto e della consumazione chiudono il cerchio dando continuità al ciclo produttivo, viene sottratto rischio all’impresa e ai loro profittatori.

Quel remunero del rischio, redistribuito per dare sostegno alla domanda, tiene attiva la funzione consumo, rende efficiente la gestione dei fattori della produzione garanti dell’utile d’impresa; fa scendere il prezzo delle merce, rende competitivo il prodotto. Il rendimento apprezzabile!

 

Mauro Artibani

Per approfondire il tema trattato: PROFESSIONE CONSUMATORE

Paoletti D’Isidori Capponi Editori

Marzo 2009

 

www.professionalconsumer.splinder.com

www.professioneconsumatore.org

 

 

 

 

 

TAG:  CONSUMATORI  DOMANDA  PRODUTTORI 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
10 febbraio 2008
attivita' nel PDnetwork