.
contributo inviato da team_realacci il 21 dicembre 2010
Roma, 20 dicembre 2010
 
“Nel decreto sui rifiuti in discussione oggi in Parlamento è stato introdotto il rinvio di un anno della provincializzazione per la gestione dei rifiuti. E’ una decisione positiva soprattutto perché in questo modo non si penalizzeranno i comuni virtuosi che effettuano la raccolta differenziata. Ma dal momento che questa misura non sarà operativa fino all’approvazione finale del decreto rifiuti è necessario che questa stessa venga introdotta nel milleproroghe per evitare che dal 1° gennaio si verifichi un’incertezza legislativa che potrebbe ulteriormente danneggiare la critica situazione Campana”, lo afferma Ermete Realacci, responsabile green economy del Pd.
“E’ anche necessario che nel milleproroghe”, aggiunge Realacci, “sia introdotto il rinvio dell’entrata in vigore del Sistri, il sistema di tracciabilità nello smaltimento dei rifiuti, che sebbene rappresenti un fronte di grande importanza per combattere l’illegalità e disciplinare il sistema di smaltimento dei rifiuti, necessita di regole chiare e praticabili. Presupposti, che come sottolinea da tempo anche Confindustria e Rete Imprese Italia, non sono assolutamente soddisfatti dall’attuale sistema che ancora presenta numerosi problemi applicativi da risolvere per poter partire finalmente in modo opportuno”.
 
Ufficio stampa On. Realacci
TAG:  DECRETO RIFIUTI  RIFIUTI  CAMPANIA  EMERGENZA  RINVIO  PROVINCIALIZZAZIONE  GESTIONE  SISTRI  MILLEPROROGHE  SISTEMA  TRACCIABILITÀ  SMALTIMENTO 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
26 gennaio 2009
attivita' nel PDnetwork