.
contributo inviato da CondizioniAlContorno il 18 dicembre 2010

 SI, Pier Luigi,

 

DEVI fare alleanze con chiunque ci sta!

Per ora l'obiettivo deve essere sconfiggere berlusconi e farla finita con il berlusconismo!

Lascia perdere i commenti dei troppo ideologizzati che abbondano anche qui nel network.

Ad ascoltarli abbiamo solo perso le elezioni e consegnato l'Italia alla dittatura berlusconiana.

Non sanno evidentemente fare nemmeno 2+2, altrimenti avrebbero già capito che berlusconi si sta preparando ad un'altra vittoria elettorale!

La base, quella silenziosa, capirà... basta spiegarglielo per bene.

Roberto

TAG:   

diffondi 

commenti a questo articolo 0
commento di CondizioniAlContorno inviato il 20 dicembre 2010
Consiglio di dare una letta al seguente:

http://www.ilfattoquotidiano.it/2010/12/20/berlusconi-e-finito/82882/


P.S. benissimo le discussioni e il pluralismo.
Benissimo chi parla per "contribuire", per "costruire"... ma non tutti parlano per questi nobili motivi...
commento di aregolo inviato il 20 dicembre 2010
Forza PDnetwork! Qui si commenta e si litiga a volontà. Liberamente.Non come in "forzasilvio.it" dove il moderatore-censore filtra solo i commenti orientati al plauso verso il capo assoluto.La polemica e il dibattito anche accesi, se sviluppati con intelligenza cultura e forte senso morale, sono una fonte indispensabile per la crescita politica e per la formazione di una linea programmatica realmente democratica.Qui stiamo riuscendo nel miracolo di far parlare o litigare soggetti agli estremi opposti da Vendola a Fini. Berlusconi invece può parlare solo con se stesso.
commento di CondizioniAlContorno inviato il 20 dicembre 2010
Riassumiamo:
1) Vedo che le posizioni in favore di una linea che cerchi alleanze (elettorali) di "emergenza" per porre fine al berlusconismo non sono per nulla minoritarie. La direzione PD speriamo ne tenga conto.
2) Molti entrano nel dibattito credendo di dire cose "diverse" dagli altri (per entrambe le tesi) e per farlo sostituiscono le "virgole" con i "punti e virgola". Chiediamoci se lo facciamo per il bene dell'Italia o solo per "amor proprio".
3) Altri entrano nel/nei dibattiti sempre a "gamba tesa" (comunque qui anche meno che da altre parti). Chiediamoci se i nostri scopi sono il bene del popolo italiano o solo quello di "creare scompiglio", magari perché siamo i profeti del "tanto peggio tanto meglio".
4) quello che vorranno fare Casini e Fini "non inficia" la strategia che vuole adottare il PD per cercare di "cambiare" questa situazione drammatica e per evitarne una peggiore se dovesse vincere berlusconi di nuovo. E' giusta? E' sbagliata? Lo vedremo. Forse è sbagliata, ma nessuno è in grado di fare previsioni certe. Una certezza tuttavia ce l'abbiamo: se i vari vendola e dipietro pensano solo ai loro "comodi" non riusciremo a fare il bene del popolo italiano, per definizione.
5) Se andiamo alle elezioni "da soli" certamente le perdiamo. In ogni caso le vince berlusconi. A mio avviso i vari puristi che qui si scatenano contro i "compromessi" devono per forza essere persone che in questi 10-16 anni non hanno "perso nulla"... solo così riesco a spiegarmi come possano preferire una dittatura berlusconiana (quella futura...) al posto di una "bruttissima" coalizione temporanea che cerchi di salvare il Paese.
6) non sarà certo cercando di distruggere il PD e il cs che miglioreremo le cose. Per cui direi che se l'unità che chiediamo ai dirigenti è quella che professiamo in questi spazi di discussione... stiamo freschi.
commento di vanni48 inviato il 20 dicembre 2010
Mi sembra che i più esprimano pareri politologici, anzichè interpretare i pensieri di quelli che vorrebbero darci il voto e che i nostri vertici riescono a respingere perseguendo una politica ed una strategia fatta di incertezze e compromessi. E ' CIO' CONTRO CUI HO COMBATTUTO PER QUARANTANNI !!!!!! NON SONO PER VENDOLA .... SONO PER CAMBIARE ATTEGGIAMENTO E PER FARLO CI VOGLIONO VOLTI E UOMINI CREDIBILI !!!! e non sono neanche puro e duro ma parlo chiaro: non sopporto la chiesa non sopporto "le chiese" , non sopporto B, non sopporto Casini, non sopporto Pannella, non sopporto Bertinotti, non sopporto Vespa, non sopporto l'ignoranza dei leghisti ecc ecc.......amo le tante persone per bene che incontro tutti i giorni. Con i quali quardo l'orizzonte e mai i miei piedi.
commento di Turmac inviato il 20 dicembre 2010
clint333
a me sta bene le mie sono caz.ate di estrema superficialità, ma io credo che sia meglio rimanere aderenti alla realta dei fatti più che a quello che si desidera.
commento di clint333 inviato il 20 dicembre 2010
CAZZATE:
Turmac inviato il 20 dicembre 2010
Su Repubblica.it
Il sospiro di sollievo del Cavaliere
"Ora Casini comincia a ragionare"
Adesso chi gleilo dice a Bersani.

In realtà nulla di nuovo, Berlusconi prende atto che Casini (come ha sempre fatto), darà il proprio voto alle iniziative del governo che riterrà valide, e ostacolerà quelle che riterrà sbagliate.
MA IL MODO DI FARE POLITICA, in questo paese, deve ricalcare i fumettoni televisi, quindi tutti i giorni alla ricerca dei colpi di scena. Stucca vedere che ciò accada anche in questo sito.
commento di Turmac inviato il 20 dicembre 2010
Su Repubblica.it
Il sospiro di sollievo del Cavaliere
"Ora Casini comincia a ragionare"

Adesso chi gleilo dice a Bersani.
commento di Kurtsack inviato il 20 dicembre 2010
I principi che possono attrarre l'attenzione del clero debbono e possono essere contrattati dalla componente democristiana del PD .Non c'è bisogno nè di Casini nè di Rutelli nè di Fini se non nel rispetto delle singole autonomie o di un loro unico partito . Accordi ,si! Convivenze,no!
Lo scontro politico è all'interno del centro-destra-centro destra.
Il PD deve rafforzare il suo centro con le componenti al suo interno e sviluppare una nuova teoria sociale contraria alle ideologie marxiste o gramsciane che ,ormai, fanno parte di un passato e non aiutano a costruire un avvenire di governo.
commento di clint333 inviato il 20 dicembre 2010
@ magnagrecia, Cristina, vitosange e tanti altri
Le mie parole "l'alleanza (con il centro) dev'essere tenuta nascosta" sono attaccate dicendo che è impossibile con l'attuale legge elettorale.
Io ho usato il termine "tenuta nascosta" per brevità, il significato era di non conclamare un'alleanza fino all'ultimo minuto, al fine di non spaventare l'elettorato di destra, e permettere al centro di fagogitarne una parte il più cospicua possibile.
Per quanto concerne S&L leggo commenti poco realistici. In primo luogo è un errore far coincidere S&L con Vendola, c'è, per es., Claudio Fava, che è una persona di grosso spessore. In secondo luogo non va confusa con Rifondazione comunista: qui si tratta di una sinistra democratica che ha anche avuto ottimi riconoscimenti al parlamento europeo. Si tratta di una forza politica del tutto democratica, che copre le posizioni che dovrebbero essere del PD (che invece è coinvolto nei giochi di potere ed ha le mani legate). Quello che S&L sbaglia sono solo alcuni miseri atteggiamenti (io convivo da più di 20 anni, non vedo perché non possano farlo anche le coppie gay ...), i quali sono strumentalizzati dal Vaticano. Anche certe posizioni in difesa di atteggiamenti di protesta sono poco "politici". Quello che va fatto è:
1) Il PD deve tenere ben distinte S&L e PD (quindi niente primarie di partito per Vendola, che le faccia all'interno della sua S&L)
2) S&L e PD devono concertare molto meglio i loro comportamenti, perché certi errori (su menzionati) sono letali
Concludendo teniamo ben presente che l'unione fa la forza, e che per stare uniti occorrono intelligenze lucide, capaci di valorizzare i punti di incontro e smussare quelli di controversia. Arroccarsi su questioni di principio, irrigidirsi sui propri principi, non è fare politica, ma semplicemente fare le bizze. Vendola e Fava non sono così stupidi da non capire dei messaggi seri.
Su Di Pietro prendiamo atto che si tratta di una meteora legata mani e piedi a Ber
commento di cristinasemino inviato il 20 dicembre 2010
Sono d'accordo con vitosamge. Vendola è senz'altro una risorsa per il centrosinistra, ma non ha capito nulla del momento che viviamo, oppure vuol solo tirare acqua al suo mulino, come del resto certa sinistra è usa fare spesso. Nell'ultima (e unica) occasione di governo che la sinistra ha avuto si è autodistrutta pur di godere di visibilità presso il suo elettorato, che spero non sia rimasto contento dell'esito ottenuto. Oppure sì? L'importante è mantenere la "purezza" delle idee e far governare b.? Certo è più facile stare all'opposizione che governare, magari prendendo decisioni non popolari.
Invece di appoggiare Bersani e il PD, senza il quale non riuscirà a tornare al governo neppure tra mille anni, Vendola cerca di scardinarlo creando divisioni al suo interno e proponendosi come candidato premier. Vendola farebbe un gran servizio al paese se invece di scalpitare su questa leadership, si impegnasse a riunificare sotto il suo nome tutta la sinistra ancora dispersa in partitini dello 0,..%.
Ma quest'operazione gli va stretta e, poichè ha vinto in Puglia, pensa di poter ripetere l'impresa a livello nazionale. Ora, in Puglia ha vinto perchè una parte della destra (Poli Bertone) è andata da sola. Unico motivo di vittoria. Dovrebbe ben sapere che, a livello nazionale, non ha alcuna possibilità di successo, perchè la maggioranza degli italiani sono verbalmente dei "moderati" (come odio questa parola) e mai lo voterebbero. Due conti se li sarà fatti l'astuto Vendola e dunque questo suo insistere a mortificare il PD e il suo elettorato, ha solo motivi di visibilità e di protagonismo.
Mi dispiace....abbiamo già dato....di protagonisti perdenti facciamo volentieri a meno.
commento di vitosange inviato il 19 dicembre 2010
Da un vecchio elettore di sinistra
Caro Vendola tu non stai lavorando per portare la sinistra al governo del paese
le tue sono posizioni astratte fatte di un bel racconto come dici tu,poi c'è la realtà nel paese non ci sono solo elettori di sinistra .Non abbiamo i numeri per mandare a casa questo governo e allora!!!allora si fa di necessità virtù si cerca alleanze con quella parte di popolo moderato stufi e delusi .E basta dividere ogni qualvolta B.... va in difficoltà l'immagine che diamo non fa bene alla sinistra .
commento di CondizioniAlContorno inviato il 19 dicembre 2010
Dire che si tratti del 90% degli interventi è un arbitrio. Stiamo comunque parlando di quante persone? Una due decine. Chi è d'accordo non si è sentito, non ha parlato, non si è espresso.
commento di Aldo59 inviato il 19 dicembre 2010
Se il 90% degli interventi è contro la proposta del Segretario un motivo ci sarà. Credo che lo stesso Bersani fosse consapevole del malumore che avrebbe incontrato nella base. Alle elezioni si andrà con i tre poli e non partiamo sconfitti se riusciremo a proporre un'autentica alternativa al Paese.
commento di magnagrecia inviato il 19 dicembre 2010
Ho già scritto come la penso, ma è il caso di intervenire ancora, vista l'ampia partecipazione, anche di iscritti "nuovi".
L'obiettivo principale è di far fuori politicamente Silvio B., io per questo mi alleo anche col diavolo. Dev'essere una coalizione a termine (12-18 mesi), con obiettivi limitati: legge elettorale (?), riforma del sistema televisivo, provvedimenti economici anti-crisi.
Se diventa un'ipotesi di legislatura, io voglio vedere il programma e lo valuterò pragmaticamente, ma avendo come stella polare "Libertà e Giustizia sociale".
Trovo anche, questa volta, intelligenti politicamente le osservazioni di Clint333, tranne quando afferma che l'alleanza dev'essere tenuta nascosta: è impossibile con l'attuale legge elettorale.
I giochi sono cambiati ora, ma io personalmente non darei per scontata la non partecipazione di SEL alla coalizione a termine (3 mesi fa erano della partita anche l'IDV e persino Grillo e gli "intelligentoni" Ferrero e Diliberto; questi ultimi si erano però autoesclusi dal governo: meno male!).
commento di seamusbl inviato il 19 dicembre 2010
"commento di paola71 inviato il 19 dicembre 2010
MA Sì, PUR DI BATTERE BERLUSCONI, METTIAMOCI ANCHE CON CANI E PORCI."

E' ancora peggio non solo con cani e porci mas enza lo straccio di un'idea in merito a cio' che e' accaduto nel capitalismo negli ultimi decenni e delle politiche che hanno condotto al disastro epocale e a una disoccupazione insostenibile.

In aggiunta per sostenere Berlusconi si possono chiamare di coglioni quelli dell'Eni, testa di cazzo Geronzi e la chiesa.

Viva la santa alleanza con il coglionazzo
commento di Malla inviato il 19 dicembre 2010
Per favore chi può mi spieghi una cosa. Un conto è valutare se Bersani ha fatto bene a dire ciò che ha detto. Un altro è essere daccordo su un'alleanza col terzo polo. Mi ripeto, ma è importante: tutti i santi giorni il terzo polo urla come un sol uomo MAI (mai e poi mai! Mai!)ALLEATI COL PD! PER NESSUN MOTIVO AL MONDO! POTESSERO FULMINARCI SE CI ALLEIAMO COL PD! Cos'è, non gli crediamo? O è un grosso scherzo? Basta volere una cosa perchè accada? Non c'è bisogno di scannarsi tra chi vuole l'alleanza e chi no, tanto NON ACCADRA'. Conclusione: o si vince con gli alleati che ci troviamo, che magari odiamo a morte, o si perde da soli o in compagnia. Ma il terzo polo fa il suo gioco. E' così strano?
commento di CondizioniAlContorno inviato il 19 dicembre 2010
... se la frase incriminata di essere offensiva è la seguente:

<<< A chi risponde sempre come un disco rotto " ... alleiamoci anche con cani e porci" rispondo che questa mentalità offensiva sugli altri è grave...
Qui c'è un solo essere vivente disgustoso.. ed è il caimano (ma a queste persone piace... è evidente) >>>

di offensivo ci sarebbe il mio disgusto per il caimano?
di offensivo ci sarebbe il fatto che " ... a queste persone piace... "?
Preciso che mi riferivo a tutti quelli (a cominciare dai dirigenti politici) che da sinistra, per mantenersi puri e coerenti, hanno fatto cadere per ben due volte il governo Prodi.
commento di CondizioniAlContorno inviato il 19 dicembre 2010
... al contrario, le mie non sono certezze. Bensì preoccupazioni. Preoccupazioni che anche stavolta, grazie alla mentalità corrente in una parte del cs, berlusconi possa vincere ancora. Ho visto scatenarsi una parte degli "opinionisti" qui nel PDnetwork contro le parole di Bersani. Parole che invece tentano, umilmente, di costruire qualcosa. Non saranno perfette, ma si tratta di un discorso, non di una strategia politica in atto, che è fatta di tante altre cose. Allora ho sentito l'obbligo anch'io (ASSIEME A MOLTI ALTRI, a quanto pare) di dichiarare e fare vedere che c'è qualcuno che "ha capito" e che "appoggia" questa linea. Ovvio che non è tutto così semplice, ma visto che molti giornalisti riportano le "vostre voci" definendole quelle della base del PD... ho detto la mia. Voglio vedere se fra un pò citeranno i numeri anche di quelli che appoggiano la linea politica che si sta cercando, faticosamente, di mettere in piedi. Io penso di no... e i motivi stanno ormai diventando ovvii a tutte le persone di buona volontà.
Sui rischi per la democrazia... non sento mai nessuno rispondermi. Come mai? Io una risposta l'ho già pensata (vedere sotto, i miei commenti) e dopo anni che vivo in Italia comincio davvero a pensare che non sia un valore realmente condiviso.
Ciao a tutti.
commento di CondizioniAlContorno inviato il 19 dicembre 2010
Per aregolo.

Niente da fare. Non mi farò trascinare in questi discorsi sulle offese vere o presunte. Si tratta di una tecnica italiana molto collaudata (anche in TV) per screditare il messaggio dell'interlocutore e spostare l'attenzione dai contenuti su un piano "aleatorio".
Ognuno la pensi come vuole, se ho dato da pensare che il concetto principale fosse "l'offesa" sia di qua che di là... beh, me ne scuso. Non era questo il discorso, bensì un altro (si è "intravisto"?). Dalle mie parti vige il dialogo quotidiano e reale con tutti, dai leghisti (sono veneto) all'estrema sinistra e trovo "ottusità" (è un'offesa? Non vuole esserlo) un pò dappertutto.
Sostengo da sempre il dialogo con tutti, a cominciare dalla Chiesa fino al "federalismo" (e NON in modo strumentale, bensì convinto. Comunque l'unico modo per ottenere voti qui al Nord).
commento di arkritz inviato il 19 dicembre 2010
Per CondizioniAlContorno

I miei sono dubbi e li esprimo nei modi e nei toni di cui sono capace niente di più, le tue sono certezze, buon per te.
Dall'alto delle tue certezze,se credi, fammi un esempio di programma condiviso che un'alleanza come quella proposta da Bersani possa essere credibilmente presentata agli elettori di centrosinistra, e comunque quali sono, se ci sono, i punti irrinunciabili per il PD.

Per quanto riguarda l'infiltrato, che dire.
commento di aregolo inviato il 19 dicembre 2010
Innanzitutto un saluto di cortesia e di ringraziamento a "condizioni al contorno" che mi ha nominato positivamente nei suoi commenti.Ma debbo fargli un appunto.Da un lato dice giustamente che non si deve offendere chi la pensa diversamente come i centristi di Casini con cui peraltro potrebbe essere necessaria un'alleanza elettorale e dall'altra offende nella persona del cosi nominato "caimano" quella decina di milioni di elettori del ceto economico medio-alto che continuano a stravederlo come insostituibile emblema-baluardo rispetto all'invasività ideologica e sociale della sinistra.E' proprio con questa area elettorale che bisogna tentare un approccio diverso e più rassicurante a cominciare dalla ricerca di un dialogo costruttivo sulle riforme di cui ha bisogno il Paese.
commento di CondizioniAlContorno inviato il 19 dicembre 2010
Anche il pensiero di clint333 è da tenere in considerazione. Ho letto con interesse... (veder sotto, sulle alleanze sottobanco).

A chi risponde sempre come un disco rotto " ... alleiamoci anche con cani e porci" rispondo che questa mentalità offensiva sugli altri è grave...
Qui c'è un solo essere vivente disgustoso.. ed è il caimano (ma a queste persone piace... è evidente).
commento di paola71 inviato il 19 dicembre 2010
MA Sì, PUR DI BATTERE BERLUSCONI, METTIAMOCI ANCHE CON CANI E PORCI.
commento di Antroniov98 inviato il 19 dicembre 2010
mi correggo:

mettiamoci pure con fiamma tricolore, han fatto sapere che NON si metteranno con berlusconi!

Insomma un bel minestrone.
commento di CondizioniAlContorno inviato il 19 dicembre 2010

Chiamparino e Finocchiro (se sono davvero intelligenti come credo) stanno facendo gioco di squadra con Bersani... anche le loro dichiarazioni sono funzionali a questo gioco (io credo), come non credo assolutamente che Bersani immagini un'alleanza elettorale senza un progetto per il Paese (che consiste al massimo in tre, quattro parole d'ordine).
commento di CondizioniAlContorno inviato il 19 dicembre 2010
Per Anpo.

La storia è piena di "profezie autoavverantesi" e così anche la politica.
Per cui "non credere in un'alleanza con Casini" è la strada migliore per non farla.
E' evidente, comunque, che un'alleanza con Casini sarà un "rinunciare" a qualcosa... bisogna solo accettarlo per un pò di tempo.

In effetti certe soluzioni in politica non riescono a trovare spazio proprio perché in partenza le persone non ci credono e sono diffidenti.
Questo, in passato, ha portato a dittature e a guerre.
commento di clint333 inviato il 19 dicembre 2010
Vedo con piacere che le mie idee (sotto espresse) trovano oggi conforto nelle dichiarazioni di due seri esponenti del pd.
CHIAMPARINO dice: «Prima la proposta al Paese, le formule dopo»
FINOCCHIARO dice: «Partiamo da noi: senza il Pd gli altri non vinceranno»

Nelle azioni di Bersani trapela, invece, una specie di irrequieta e controproducente ansia, con il risultato di portare dritti dritti a una penosa sconfitta.
TEMPOREGGIARE e nel frattempo COSTRUIRE SOLIDE BASI - Il resto verrà da solo, perché la destra è spaccata e non potrà mai più tornare insieme, a meno che noi non si fagogiti Casini lasciando Berlusconi libero di raccattare il consenso di tutta la destra da solo !
commento di CondizioniAlContorno inviato il 19 dicembre 2010
Come si può discutere in questo modo?
Fate attenzione: Bersani dice (e così molti di noi) "alleiamoci, elettoralmente, con chiunque voglia farla finita con berlusconi ed il berlusconismo"...

si risponde:
"Antroniov98
alleamoci pure con fiamma tricolore, han fatto sapere che si metteranno con berlsuconi!"

Secondo queste persone questa frase confuterebbe il pensiero/strategia di Bersani.
Si può essere "più fuori" di così? No comment.
commento di Anpo inviato il 19 dicembre 2010
Sta bene "sporcarsi le mani" pur di cacciare Berlusconi. Ma per evitare che ritorni non ci si può spingere fino ad un'alleanza che si risolva in un "tirare a campare" perchè, la storia passata questo ci insegna, l'esito sarebbe un ritorno di Berlusconi.

E allearci con Casini ci condurrebbe proprio a questo. Se poi Bersani il 23 avrà trovato una formula che permette di tenere insieme un'alleanza allargata ma dotata di un programma efficacia, non potrò che esserne lieto. Ma allo stato sono molto scettico che con Casini si possa fare qualcosa di buono per il Paese.
commento di CondizioniAlContorno inviato il 19 dicembre 2010
Proprio così aregolo... saranno quelli con la puzza sotto al naso che faranno vincere ancora berlusconi... a loro piace. Gli piace poter continuare a lamentarsi, a parlare, a prendere in giro berlusconi e il suo operato... comodamente seduti in poltrona e davanti allo schermo/tastiera di un computer.
Non sia mai che si ritrovino improvvisamente senza questa possibilità... l'hanno già sperimentato durante i governi Prodi... per loro è stata un'esperienza terribile (non avere tante cose da dire, come gli offre ogni giorno il caimano. Da riflettere!!!).
Da tener presente che se i sondaggi ora danno il cd al 42% e più che probabile che in campagna elettorale berlusconi recupererà almeno un 3%.
A chi poi crede che la battaglia al Senato sarà a lui sfavorevole diciamo subito che, al contrario, potrà concentrare i suoi sforzi elettorali in qualche Regione strategica e "ribaltare" il pronostico (e lo farà di certo).
Fino a che la stragrande maggioranza degli elettori di cs non si convincerà di dover cercare il compromesso d'area e di governare effettivamente quando al governo... non si riuscirà a cambiare l'Italia.
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
16 febbraio 2010
attivita' nel PDnetwork