.
contributo inviato da CondizioniAlContorno il 18 dicembre 2010

 SI, Pier Luigi,

 

DEVI fare alleanze con chiunque ci sta!

Per ora l'obiettivo deve essere sconfiggere berlusconi e farla finita con il berlusconismo!

Lascia perdere i commenti dei troppo ideologizzati che abbondano anche qui nel network.

Ad ascoltarli abbiamo solo perso le elezioni e consegnato l'Italia alla dittatura berlusconiana.

Non sanno evidentemente fare nemmeno 2+2, altrimenti avrebbero già capito che berlusconi si sta preparando ad un'altra vittoria elettorale!

La base, quella silenziosa, capirà... basta spiegarglielo per bene.

Roberto

TAG:   

diffondi 

commenti a questo articolo 0
commento di pasquino50 inviato il 4 gennaio 2011
Lato A:
Che sia doveroso non restare muti sul "terrorismo" religioso è evidente.
Che sia doveroso non schiacciarsi sulle dichiarazioni del "capo dello stato vaticano"(sarebbe ora che così si definisse) rimarcandone le contraddizioni e le ingerenze politiche ed etiche (muoiono più mussulmani,buddisti,induisti che cristiani), sarebbe proficuo.
Che sia inevitabile ricordare che è nel diritto universale dell'uomo "liberamente professare il proprio credo religioso" quando quest'ultimo non contrasta con altrettanti principi collettivi(teocrazia). Indirettamente stabilire se la religione è fatto personale compreso nello "Stato" o debba ad esso sostituirsi, questo sarebbe chiarificatore.
Quindi disapprovo questo concetto: "Viviamo in questo Stato e Bersani DEVE far dichiarazioni di quel tipo"...Perchè DEVE? Sono ingenuo a chiederlo od oppresso da "orizzonti di conoscenza limitati"? Il ruolo della politica, dei suoi rappresentanti autorevoli, non è quello di suscitare "domande" per darne concrete "risposte", magari atte al "governo del popolo"?
Questo per un aiuto alla reciproca comprensione, libera da condizionamenti.
commento di aregolo inviato il 4 gennaio 2011
Berlusconi ha dichiarato a Studio Aperto:"Il Governo composto da ministri giopvani e motivati è stabile e vuole andare in fondo alla legislatura realizzando il programma stabilito.Non ci sono dissidi con la Lega.Sono solo chiacchiere.Dobbiamo sopportare una opposizione priva di idee e di Leader che dice solo stupidaggini e sa solo calunniare".Questa è la calza della Befana di Berlusconi con tanto di carbone per il PD e il centrosinistra.
commento di CondizioniAlContorno inviato il 4 gennaio 2011
Beh, pasquino50,

cosa rispondi?

Ciao!

In ogni caso, un caro saluto a tutti.
commento di CondizioniAlContorno inviato il 3 gennaio 2011
(A) x pasquino
Ora ho capito cosa intendevi dire.
Dunque, ritengo di capire che disapprovi la dichiarazione di Bersani. Dimmi tu se sbaglio.
Ti rispondo, pensando che la mia ipotesi sulle tue "intenzioni" siano corrette.
Indipendentemente dal giudizio che diamo sulla Chiesa, non c'è nulla da fare. Viviamo in questo Stato e Bersani DEVE far dichiarazioni di quel tipo... direi meno male che lo fa. Poi, come tutti i politici, può crederci o meno... ma lo deve fare. Così come ha detto quel che ha detto sul caso Fiat-Marchionne. Non si può pensare che dopo un attentato di quel tipo un leader politico non dichiari ferma condanna per quel che è accaduto. In questo caso, inoltre, si tratta davvero di una cosa criminale... pensa se fosse capitato in Italia.
Chiunque dovrebbe condannare un attentato terroristico...
commento di CondizioniAlContorno inviato il 3 gennaio 2011
(B)
A parte il caso specifico, in generale ritengo veramente ingenuo "scagliarsi" sempre contro la Chiesa e il "clericalismo", per utilizzare parole tue. Capisco la rabbia per il "passato e il presente" non edificante della Chiesa... ma che cosa proponi: lotta dura fino a quando? Pensa che perfino tra i vescovi non esiste "uniformità di vedute" ed esistono delle correnti "moderniste", diciamo così. Nella Chiesa ci sono forze altamente positive, ti consiglio di guardare a quelle e cercare di dialogare con quelle.
commento di pasquino50 inviato il 3 gennaio 2011
Accolgo il suggerimento.
Vorrei vedere commenti circa il post "Tiè! Riposto qui, dove..." tanto per confrontarne il contenuto. Potrebbe essere "istruttivo" per me. Questo, per esempio, potrebbe essere "un obiettivo"...
Altrimenti continuiamo a brancolare "nel buio". Sei d'accordo?
Cordialità anche a te.

commento di CondizioniAlContorno inviato il 3 gennaio 2011
Un altro esempio.

Non penserai che la frase...

<< E nel frattempo il post "Tiè! Riposto qui, dove .."bersani sono d'accordo con te"....scivola via. Va bene così.>>

... sia comprensibile, vero? Io non ne capisco né i contenuti, né gli eventuali significati.
In poche parole... brancolo nel buio. Ma va bene lo stesso.
commento di CondizioniAlContorno inviato il 3 gennaio 2011
No pasquino50,
non ho detto nulla di tutto questo:

<< quattro post per dirmi che sono un troll, prezzolato per giunta, un reazionario confuso, con il gusto all'ermetismo per non chiarire nulla.>>

Ti sfido a trovare uno solo dei precedenti aggettivi attribuiti a te, o che dimostrassi che il significato fosse quello che scrivi tu.

Amichevolmente, è vero, ti ho detto che IO non capisco spesso quello che dici, ma te l'ho detto non per farti un'osservazione, bensì, positivamente, per suggerirti di fare attenzione... non sarebbe meglio essere "compresi" dagli interlocutori?

Ti ho anche chiesto due volte se mi potresti dire "l'obiettivo" del tuo parlare qui dentro. Ma non mi hai risposto. Va bene lo stesso.

Cordialità,
roberto
commento di pasquino50 inviato il 3 gennaio 2011
Per il primo link:"Questo giornale nacque anche per impedire che i massimalisti alla Cofferati si impadronissero della sinistra italiana, e ci riuscimmo."/polito-Il riformista.

Rifletto: "Napolitano-Macaluso"(miglioristi) versus "ingrao" (operaista).
Angelucci ed imprenditoria giornalistica..migrans! Archeologia di pensiero?

Per il secondo link: "Un disperato qualunquismo....Nessuno di questi mali ha un'origine recente, lo sappiamo bene."

Rifletto: qual'era il piano originale? La P2, forse. L'anticomunismo "socialista", forse. Il confronto endemico con il capitalismo, forse. La "moral suasion" del liberismo, forse. Di sicuro oggi, è sotto microscopio QUESTA classe politica, di altre non ne vedo ora presenza, ma si "costituiranno". E non alla "magistratura"....
Sovversione dal basso?
commento di pasquino50 inviato il 3 gennaio 2011
Acc... quattro post per dirmi che sono un troll, prezzolato per giunta, un reazionario confuso, con il gusto all'ermetismo per non chiarire nulla.
Vediamo di metterci sulla riga:
Obiettivo per cui posto su questo sito : forse sarà perchè lo avete aperto?
Se si aprono le porte del "proprio circolo", e lo si fa per confrontarsi ed ascoltarsi, il minimo che vi poteva capitare erano le "pasquinate"!
"La sensazione che lasci a chi ti legge è del tipo "chissà cosa avrà voluto dire?"." Beh è male questo? La "politica" lo fa tutto il santo giorno! Allora ri-leggi, senza pregiudizio, tutti i miei post. Sicuramente post confusi e affazzonati, forse pieni di luoghi comuni o "politica prét a portér", alcuni ironici, altri farneticanti.......ma rimetto la "lettura" a TUTTI i frequentatori del blog........è la democrazia, bellezza!
E nel frattempo il post "Tiè! Riposto qui, dove .."bersani sono d'accordo con te"....scivola via. Va bene così.
commento di CondizioniAlContorno inviato il 3 gennaio 2011
Spunti di riflessione, per leggere l'attualità:

http://www.ilriformista.it/stories/Prima%20pagina/321468/

http://www.corriere.it/editoriali/10_dicembre_30/un-disperato-qualunquismo-ernesto-galli-della-loggia-editoriale_2120c614-13e4-11e0-96ea-00144f02aabc.shtml
commento di CondizioniAlContorno inviato il 3 gennaio 2011
Ti faccio un esempio (a pasquino50).

Argomenti, per esempio sulla democrazia, non ne ho letti. Invece per ben due volte hai commentato nel seguente modo:

<< Tutto il resto è fuffa retorica ed ipocrita, buona per le "sacrestie".
Ed ora aggiungo:...solo chiacchiere e distintivo...chiacchere e distintivo! "Gli intoccabili"....ahahaha! >>

Se speri che qualcuno riesca a capire quello che vuoi dire esprimendo solo un "giudizio" o elencando una serie di parole alle quali ognuno potrà al massimo associare un'interpretazione personale... hai poche speranze.
La sensazione che lasci a chi ti legge è del tipo "chissà cosa avrà voluto dire?"... con il risultato che subito dopo, dal momento che tutti qui dentro possono leggere e immediatamente fare un'altra cosa, si "stacca la comunicazione". Dunque, potrai essere contento di questo risultato, solo a seconda di qual è l'obiettivo che ti prefiggi nello scrivere qui dentro (vedi domanda che ti ho fatto prima).

... continua:
commento di CondizioniAlContorno inviato il 3 gennaio 2011
(continua a pasquino50)

Comunque ormai è un anno che "giro da queste parti". Osservo che generalmente non si riesce a sostenere una discussione "sul tema" e, poi, tranquillo, tutti i post più commentati lo sono stati perché 3, 4 persone si sono messe a trolleggiare su sciocchezze, non risparmiandosi di offendersi a vicenda. Quale sarà stato l'obiettivo di costoro?

Cordialità.
Speriamo di incontrarci ancora in futuro.
commento di CondizioniAlContorno inviato il 3 gennaio 2011
Gentile pasquino50,

Gentile pasquino50,

avevo capito a cosa ti riferivi con il discorso del "101"... sono in grado di gestire la "complessità" del PDnetwork con soli tre post in evidenza!
La storia dello "sbraitare" credo tu la debba rivolgere a te stesso... io sono calmo e tranquillo, come sempre.

A me piace riflettere su quello che dicono le persone, per vedere se riesco a raccogliere qualcosa di utile per me e la società in cui vivo. E spesso è proprio quel che accade... Sono molto riconoscente a queste persone, che sono molte.
commento di CondizioniAlContorno inviato il 3 gennaio 2011
... continua Gentile pasquino50,

Dai tuoi scritti, invece, si coglie solo tanta fretta di dire qualcosa agli altri, ma non si capisce bene cosa... se ne perde la logica, per cui si rimane con una sensazione di "confusione". Almeno questo è quello che "leggo" io.
Ti ripeto, finora non ti ho mai sentito argomentare sul concetto della democrazia... a parte qualche slogan confusamente "rivoluzionario".
Mi piacerebbe comunque che tu mi spiegassi una cosa: non il significato di quello che scrivi, bensì L'OBIETTIVO che ti prefiggi nello scrivere qualcosa ai tuoi concittadini, qui, nel PDnetwork.
commento di pasquino50 inviato il 3 gennaio 2011
Tiè! Riposto qui, dove .."bersani sono d'accordo con te"
1)
“E' doveroso rispondere al forte richiamo di Benedetto XVI sull'estendersi dell'intolleranza religiosa. Questa intolleranza ha colpito e sta colpendo in particolare i cristiani dell'Iraq, della Nigeria, delle Filippine, dell'Indonesia, dell'Egitto. C'e' il rischio che sulla libera espressione religiosa si scarichino sanguinosamente tensioni politiche ed etniche”. Lo ha dichiarato il Segretario del Partito Democratico, Pier Luigi Bersani. “C'e' bisogno urgentemente di una mobilitazione delle istituzioni internazionali, dei governi, delle diplomazie e delle pubbliche opinioni perche' la liberta' religiosa sia pienamente garantita. In questo, l'Italia puo' e deve avere un ruolo particolare – ha concluso Bersani - Siamo pronti ad appoggiare ogni iniziativa del governo italiano che incoraggi una reazione internazionale a cio' che sta avvenendo”.
2
Ecco appunto, "esportiamo" un'altro pò di "democrazia cristiana"...tanto per far incazzare qualche milioncino di mussulmani, induisti, buddisti, ebrei,copti,ortodossi, tutti "liberi DALLA religione! (Agnostici ed atei? Frega ca**o a noi...!). La "libertà religiosa", quella "vaticana ecumanica", di cui valido esempio è soprattutto l'Italia (clericale), "madre" dell'otto per mille, dell'ici, delle scuole paritarie, delle finte onlus, delle diaspore....Ma prima di "dichiarare" inseguendo il facile consenso, perchè non si pondera e si riflette? Domandarsi il perchè propaganda fide vuole sbarcare in Cina,per esempio, o delle "rappresentazioni identitarie religiose delle sette".......e non tocco altri "scenari" caldi! Alla faccia! Non si spaccino per "libertà religiosa" gli spazi lasciati liberi in un mondo non certo "laico".
commento di pasquino50 inviato il 3 gennaio 2011
"Si va dalla dietrologia, addirittura banale, come quella di attribuire lo scopo della quota “101” ai commenti del post messo "in evidenza" di Bersani. Ma si può essere più ridicoli?"
-Ridicolo è chi ridicolo pensa(f.gump,hehehe!)...invece di sbraitare, vatti a rileggere i post(aregolo) nel posto giusto,, forse capirai.
"Liberi di pensarla diversamente, ma io sono libero di farvi riflettere se questo "cieco voler restare fuori dalle dinamiche democratiche".....
-Ripeto: Tutto il resto è fuffa retorica ed ipocrita, buona per le "sacrestie".

Ed ora aggiungo:...solo chiacchiere e distintivo...chiacchere e distintivo! "Gli intoccabili"....ahahaha!

commento di CondizioniAlContorno inviato il 3 gennaio 2011
Quanto alla democrazia e le istituzioni democratiche...
per me restano la LUCE che dovrebbe illuminare il cammino delle società moderne.
D'altra parte PD è l'acronimo di Partito Democratico. Spero si voglia dare un significato profondo a questa libera "autodefinizione".
Liberi di pensarla diversamente, ma io sono libero di farvi riflettere se questo "cieco voler restare fuori dalle dinamiche democratiche" non sia in parte responsabile della debolezza apparentemente intrinseca di noi cittadini.
Cordialità.

Cordialità.
commento di CondizioniAlContorno inviato il 3 gennaio 2011
E' fin troppo evidente lo scopo di alcuni dei commentatori.
Fare confusione, impedire che le discussioni restino sul tema o facciano capire "altri punti di vista".
Si va dalla dietrologia, addirittura banale, come quella di attribuire lo scopo della quota “101” ai commenti del post messo "in evidenza" di Bersani. Ma si può essere più ridicoli?
E’ troppo difficile pensare che non conti il numero degli interventi, bensì la loro qualità?
Nessuno che si rilegge?
Nessuno che si interroghi sugli scopi dei propri interventi e sulle motivazioni psicologiche che spingono a "commentare" in un certo modo?

Cordialità.
commento di GIANNI66 inviato il 3 gennaio 2011
"LA PADANIA" 30 settembre 1998 articolo di MAX PARISI
http://www.lapadania.com/1998/settembre/30/300998p10a2.htm
Alle volte solo i nemici conoscono bene le loro controparti.
Per di più la banca Rasini quando venne assorbita come istituto di credito indovinate presso che banca finì? La Banca Popolare di Lodi, che ora è in tutte le cronache. Curiose coincidenze.
"Dopo le Holding del mistero, "salta" un altro tappo: la Banca Rasini
L’istituto di "famiglia" passato al setaccio"
La nostra inchiesta sul mistero Berlusconi continua a procedere.
Innanzitutto una notizia scivolata via dalla grande stampa nazionale - e mi pare ovvio... - soltanto alcuni giorni fa: la Procura di Palermo ha ordinato il sequestro dell’intero archivio della Banca Rasini. Ah, Cavaliere, che dolori in arrivo... Come più volte abbiamo scritto, la sede principale dove vennero custoditi alcuni dei capitali all’origine dei "grandi affari" berlusconiani è proprio questo istituto di credito siculo-meneghino, fondato a metà dagli anni Cinquanta da una strano miscuglio di persone: esponenti della nobile famiglia milanese dei Rasini, ed esponenti della più disgraziata periferia palermitana ad altissimo tasso mafioso: gli Azzaretto di Misilmeri. Per quasi vent’anni, e per tutto il primo periodo d’attività di Silvio Berlusconi, la Rasini ha rappresentato un punto fermo, un faro imprescindibile per le avventure professionali del futuro Cavaliere. Alla Rasini, voluto sia dagli Azzaretto sia dai Rasini, ha lavorato fino alla pensione Luigi Berlusconi, padre di Silvio. E non ebbe un ruolo marginale, anzi. Fu procuratore con potere di firma di tutto questo clan di strani banchieri, questa confraternita tenebrosa di uomini e interessi la cui natura diventerà tragicamente chiara nel 1983, il 15 febbraio, il giorno dell’operazione "San Valentino", grande retata della polizia milanese contro le cosche di Cosa Nostra annidate in città. Diversi degli arrestati, Luigi Monti, Antonio Virgilio, Rober
commento di pasquino50 inviato il 3 gennaio 2011
"Per cambiare il mondo ci vogliono milioni di cittadini CONVINTI della forza della DEMOCRAZIA, l’unico strumento valido per le persone che non hanno potere".

La "forza della democrazia", utile al cambiamento, passa attraverso il rovesciamento dei rapporti di potere. Ma questo nessuno lo specifica...E' troppo scomodo per chi lo detiene quel potere.

Tutto il resto è fuffa retorica ed ipocrita, buona per le "sacrestie".
commento di pasquino50 inviato il 3 gennaio 2011
"Comunque sia mi interessava contribuire al raggiungimento di quota 100 nei commenti di questo post. Pier Luigi Bersani lo meritava.Ciao."

Le evidenti "piccinerie" del blog......ora siete a "quota 101"...come la famosa carica.....anche questo è "Cartoonia", la città fiabesca dei cartoni animati...cioè l'essenza del pd!

"Non spetta a noi infatti preoccuparci dell'approvigionamento di uranio, visto che appunto non ne disponiamo.Sarà cura del mercato mondiale."

Da sudditi del petrolio a sudditi dell'uranio, ma che bella "rivoluzione capitalista" per un partito a vocazione "maggioritaria"....

"L'alleanza con la Lega (per un federalismo solidale), ma non solo, sarebbe la strada maestra per riconquistare gli elettori del Nord. Dovreste muovervi, in questo senso, con più convinzione!"

Antico aneddoto: quando l'avversario ti sta sodomizzando...non muoverti! Gli provocheresti ulteriore piacere! Al contrario, stringi fortemente le chiappe e trascinalo dove vuoi...se sei forte di culo!
Ora il pd ha le emorroidi, è stitico di "democrazia dal basso"...!
commento di CondizioniAlContorno inviato il 2 gennaio 2011
Gentile Bersani,

tu sei il segretario e tu hai l'onere ora di tracciare la traiettoria più utile per mettere berlusconi non più in grado di nuocere all'Italia.
Per quel che mi riguarda, io ritengo che l'Italia si trovi in una lunga fase emergenziale, per cui sono necessarie misure drastiche e di emergenza.
L'alleanza con la Lega (per un federalismo solidale), ma non solo, sarebbe la strada maestra per riconquistare gli elettori del Nord. Dovreste muovervi, in questo senso, con più convinzione!
commento di CondizioniAlContorno inviato il 2 gennaio 2011
(A)
Ancora una volta mi sento di dire che se il panorama politico, le strategie, le tattiche, le proposte politiche, ecc., fossero quelle che vengono fuori dai nostri contributi... staremmo freschi. Nulla di veramente originale, tutte cose già sentite nei media in generale, e propagandate qui come se fossero la "strada maestra" per risolvere... non si capisce bene cosa. Certo, la nostra politica nazionale fa pena, ma anche da altre parti non se la passano poi così bene. Non dimentichiamoci che in USA, dove la libertà di informazione è decisamente diversa dalla nostra, per ben otto+otto anni si sono "regalati" bush1 e bush2, con annessi disastri. Poi molti italiani di cs non sono stati contenti nemmeno di Clinton, ed ora neanche di Obama (troppo poco “puro”, troppo poco “coerente”, vero?). Voi continuate a credervi portatori di chissà che cosa, a strillare, ... noi continueremo a vivere in un mondo così!
commento di CondizioniAlContorno inviato il 2 gennaio 2011
(B)
Immagino che il concetto sia difficile, ma in un mondo complesso e abitato da milioni, miliardi, di persone, sperare di risolvere le cose con l'unico concetto del "bianco e del nero"... è pura utopia. Non perché l’utopia non sia una bella cosa, ma per il semplice fatto che “ognuno ha una sua utopia”… il problema dunque è semmai quello di far convergere le “diverse” speranze delle persone. E’ questo che non è facile! Se c’è qualche genio che SA come fare… attendiamo una vera proposta OPERATIVA. Altrimenti accade come in USA (e in Italia, e dappertutto), dove, dopo solo due anni, gli elettori di Obama già ritengono di esserne delusi. Il principale ostacolo alla “convergenza” è la visione semplicistica di ritenere la “purezza” la strada per fare politica. Poi, nel concreto della vita reale, non esiste una persona (che sia una) che vive in modo coerente. La realtà è che, non so per quale arcano motivo (forse la religione cattolica?), noi italiani, così dediti a fare i nostri comodi, PRETENDIAMO dagli altri che non lo facciano a loro volta, perpetuando in questo modo un circuito perverso,… e siamo sempre pronti a “stracciarci” le vesti per la “corruzione” altrui.
Per cambiare il mondo ci vogliono milioni di cittadini CONVINTI della forza della DEMOCRAZIA, l’unico strumento valido per le persone che non hanno potere. Ci vogliono persone che ritengono la cultura e la scuola la strada per l’emancipazione degli uomini. Ci vogliono milioni di persone CONVINTE che difendere le “esigenze e le speranze” altrui sia una necessità personale… e che pertanto trovano la propria soddisfazione nella convergenza di interessi, nel compromesso, e nell’alleanza (naturalmente rinunciando a qualcosa della propria visione e dei propri interessi).
commento di CondizioniAlContorno inviato il 2 gennaio 2011
E' perlomeno curioso che chi entra nel PDnetwork si lamenti del “discutere”. Scusate, ma questo è proprio quello a cui serve (nulla di più) uno spazio di "discussione"!

Sulla qualità degli interventi, poi, ognuno dovrà pensare al proprio contributo.

Sull'originalità degli interventi, invece,... ancora una volta ognuno dovrà pensare al contributo che riesce a fornire.
Ciao!
commento di paola71 inviato il 2 gennaio 2011
MA QUANTI BLA BLA STIAMO FACENDO??? NOI POSSIAMO STARE QUI A SPRECARE TEMPO PER SCAMBIARCI PARERI, OPINIONI, RICETTE RISOLUTORIE DELLA SITUAZIONE POLITICA E GIA' CHE CI SIAMO, ANCHE GLI AUGURI PER UN ANNO MIGLIORE SU TUTTI I FRONTI, MA NEI PALAZZI ISTITUZIONALI NON CAMBIERA' UNA VIRGOLA. PERSINO BERSANI OGNI VOLTA CHE LEGGE, AMMESSO CHE LEGGA I NOSTRI POST, SI METTERA' A RIDERE DANDOCI DEI "POVERI ILLUSI", (E NON VOGLIO OFFENDERE NESSUNO), CHE SPRECHIAMO PAROLE SU PAROLE, SU PAROLE, PER DIRE LA NOSTRA E SPERARE CHE LA SITUAZIONE CAMBI. SVEGLIAMOCI DA QUESTA ILLUSIONE!!! L'ERA BERLUSCONI CONTINUERA' ANCORA PER CHISSA' QUANTO, E DOPO DI LUI CI SARANNO ALTRI PICCOLI BERLUSCHINI, (DI CALIBRO MINORE FORSE), MA SEMPRE CON L'IDEA DI FARE NULLA DI BUONO PER IL PAESE E TUTTO PER I PROPRI INTERESSI.
cONCORDO IN PIENO CON BEPPES CHE HA CENTRATO L'IDEA DEL FUTURO DELLA POLITICA. aLTRO CHE CERCARE ALLEANZE ANCHE "CON CRISTO E SANTA MARIA" COME SI DICE DALLE MIE PARTI PUR DI AVERE L'ILLUSIONE DI BATTERE UN CENTRODX SEMPRE PIU' FALSO E IMBATTIBILE. DIFFIDATE GENTE, DIFFIDATE.
DETTO CIO' SAREBBE ORA CHE LA REDAZIONE CAMBIASSE I POST.
AUGURI A TUTTI VOI, A TUTTI NOI PER OGNI COSA BELLA CHE DESIDERATE. IN PRIMIS LA SALUTE.
commento di ugorizzardi inviato il 2 gennaio 2011
un vero mio leit-motiv è che quando è necessario, come nell'attuale scenario politico,occorre ,lo ripeto "accorciare le distanze con i vicini". C'e chi dice che allora ci vuole un Pericle, o che è una instigazione alla rinuncia o di sfiducia in se stessi ed altre ovvie scoperte. Certo è che oggi altrimenti non vinciamo. Mi meraviglio che molti non siano d'accordo ed in sostanza accettinono scientemente di rimanere all'opposizione e rimadare il nostro programma di alternativa per un'altra generazione Certamente è un percorso difficile , occorre una forte decisione politica e molta prudenza. Doti che tutti riconosciamo a Bersani, da sempre promotore di questa linea. Io penso in particolare alla Lega ma credo che non basti,noi quipossiamo fare molto poco, non disponiamo diinformazioni,e non è il nostro mestiere.Appoggiamo Bersani.
commento di CondizioniAlContorno inviato il 1 gennaio 2011
1BIS

Anch'io in due righe non trovo possibile spiegare meglio ciò che si vuol dire. Dovrete fare affidamento sul vostro intuito e sulle vostre conoscenze storiche; anche quelle del nostro recentissimo passato. Quando analizzo questi ultimi 15 anni, anch'io vedo chiaramente i grossi errori commessi dal cs (per esempio, anche D'Alema lo ammette). Ma la realtà è complessa e non abbiamo a che fare con "burattini" manovrabili, bensì con attori, attivi e determinati a difendere il proprio privilegio e la propria "dominanza", i quali, tra l’altro, hanno ampiamente dimostrato di

non aver scrupoli ad utilizzare qualsiasi mezzo per raggiungere questi scopi.
commento di CondizioniAlContorno inviato il 1 gennaio 2011
(1) Grazie anche a ugorizzardi per i suoi interventi e auguri a tutti per un sereno 2011.
Speriamo possa essere un anno in cui la voce degli uomini di "buona volontà" cominci ad essere ascoltata.
In particolare negli ultimi anni hanno predominato le parole di chi ha parlato più forte e in modo chiassoso e di coloro che cercano (giustificandola, in modo dogmatico, come l'unica via verso una presunta, più che concreta, purezza d'animo) la "divisione" anziché la "condivisione", il prevalere della propria visione piuttosto che la tolleranza e il compromesso... con il risultato che, SEMPRE, vincendo il più forte... i deboli perdono qualunque possibilità di parola e di intervento. Abbiamo visto il 14 dicembre 2010 le reali possibilità di governare l’animo, e gli interessi particolari, delle persone. La questione è secolare, addirittura millenaria, e la riassumerò con la seguente domanda: è meglio una lenta, lentissima trasformazione, anche a costo di compromessi che magari non piacciono, o la "battaglia finale e risolutiva" per sconfiggere il "nemico" (se mai questa strada sia stata portatrice di reali trasformazioni)? Da sempre il fronte, chiamiamolo così, progressista si divide, grossolanamente, in queste due forme, l'uno accusando l'altro di essere il responsabile della propria "debolezza". Anche oggi è così, sia nel panorama politico italiano, sia in un semplice dibattito nel PDnetwork. Anch'io in due righe non trovo possibile spiegare meglio ciò che si vuol dire. Dovrete fare affidamento sul vostro intuito e sulle vostre conoscenze storiche; anche quelle del nostro recentissimo passato. Quando analizzo questi ultimi 15 anni, anch'io vedo chiaramente i grossi errori commessi dal cs (per esempio, anche D'Alema lo ammette). Ma la realtà è complessa e non abbiamo a che fare con "burattini" manovrabili, bensì con attori, attivi e determinati a difendere il proprio privilegio e la propria "dominanza", i quali, tra l’altro, hanno ampiamente dimostrato di non aver s
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
16 febbraio 2010
attivita' nel PDnetwork