.
contributo inviato da pierluigi bersani il 16 dicembre 2010
A giorni è convocata la direzione Pd: diremo la nostra con chiarezza e sarà una parola di grande unità e cambiamento, una proposta che si rivolge in avanti per superare questa fase convulsa e non piacevole per il Paese. Il Pd vuole essere il protagonista centrale nella battaglia delle opposizioni. Ha la grande responsabilità di andare contro Berlusconi e organizzare un Paese che vada oltre Berlusconi.

Youdem Tv

TAG:  DI PIETRO  PROPOSTE PD  BERLUSCONI  OPPOSIZIONE  DIREZIONE PD  BERSANI 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
commento di F.Rosso inviato il 21 dicembre 2010
Ma è così difficile spiegare, nel concreto, cosa vuol dire questa "difesa della democrazia"? Un CNL moderno che arresti il ducetto e i suoi accoliti? Allora sono perfettamente d'accordo e ci metto dieci firme... ma non è questo, temo.
Un governo non "provvisorio" con Fini (e Casini) per fare cosa? Lui, Fini, l'orrenda riforma che distrugge la scuola l'ha votata, è questo il programma del'eventuale governo piddino di centro?
Allora: scordatevi le deleghe in bianco, prima si dice esattamente cosa si vuol fare e poi, forse, si vota il progetto. Se il progetto ricalca il moderatismo casiniano, la riforma anni 50 Gelmini, l'avversione dell'UDC per ogni diritto civile contrario alle norme canoniche..... addio.
commento di CondizioniAlContorno inviato il 20 dicembre 2010
date una letta al seguente:

http://www.ilfattoquotidiano.it/2010/12/20/berlusconi-e-finito/82882/
commento di CondizioniAlContorno inviato il 20 dicembre 2010
... consiglio a molti di entrare nel 21esimo secolo. E' iniziato da 10 anni!
La storia è fatta di "incubi" causati dalla maggioranza delle persone che "non vogliono cambiare" e preferiscono ragionare con gli algoritmi acquisiti nei primi anni di vita (troppo faticoso cambiarli? Troppa paura a cambiarli?) e da qualche raro caso in cui le minoranze riescono a proporre "cambiamenti di visione"...

Per esempio, prima che gli italiani si rendessero conto si sono dovuti sorbire 20 anni di dittatura anche quelli che l'avevano prevista)...
e anche allora, prima che la loro tragica esperienza prendesse corpo, si sono sprecati in ragionamenti pindarici.
Se posso, cercherò in tutti i modi di evitarlo.
commento di pasquino50 inviato il 20 dicembre 2010
Insisto.
Persino il moderatissimo Napolitano, riconosce politicamente la "piazza" come emergente soggetto democratico e lo fà da presidente degli italiani! Non mi sembra poco.....
commento di pasquino50 inviato il 20 dicembre 2010
Insisto.
Per fare alleanze politiche necessita che siano elaborate proposte condivisibili dalla rosa dei possibili alleati. Non rispondere a tale ovvio assunto è solo propaganda.
Spiegatemi come sarà possibile far condividere un progetto di "riforme"(momento di scelta esiziale) per un impianto progettuale di centro sinistra a forze politiche che si riconoscono SOLO nello stagno del centro destra. L'opzione di dialogo e convergenza (comitati di liberazione e simili) contenuto solo nei numeri parlamentari, appartiene allo stesso quadro che si vuole cambiare. Quindi il sospetto di "intelligenza" con l'avversario (per me nemico dichiarato) postula scelte ben oltre l'evento atteso. Non prendiamoci per i fondelli.La vocazione al parlamentarismo esaperato è sintomo di mancanza di un progetto politico di lungo respiro che con chiarezza apra possibilità di recupero della forte astensione elettorale e delle spinte "innovative" che solgono dal basso. Una "vocazione maggioritaria" che si schiaccia sul ventre molle del paese (centro) è formula vecchia che non tiene conto delle trasformazioni analizzabili oggi. Oppure dobbiamo ancora una volta lasciar parola ossequiosa ai "professionisti della politica" che ci hanno condotto sin qui? Se volete ricordo qualche semplice esempio di inciuci di "casta", direbbe qualcuno smaliziato...
Faccio notare che, nei media, l'arguto Santoro, alla domanda capziosa di "abiura della violenza" posta al rappresentante del movimento, antepone il rispetto e l'accettazione dovuta alla risposta anche quando questa non è "compresa nelle nostre scelte". Chiaro no?.
Quando si smette la paziente pratica di "ascoltare la voce del diretto interessato" si perde anche la possibilità di interpretarne e corregerne eventuali "disaffezioni d'intenti". Se la "storia" non insegna niente, il semplice ricordo comune alimenta il senso critico del presente e pone uno sguardo al futuro. Persino il moderatissimo Napolitano, riconosce politicamente la "piazza" co
commento di claudio fondelli inviato il 20 dicembre 2010
L'aspetto più tragicomico di tutta questa vicenda è che le persone che oggi sono così animate nel sostenere le ragioni di una santa alleanza sono proprio quelle che fino a ieri, quando era qualche partito di sinistra (non per il bene del paese, certo, ma solo per ritornare in parlamento; anche loro tengono famiglia) a proporre una soluzione del genere si obbiettava loro VEEMENTEMENTE che l'ammucchiata contro B. era ciò di più dannoso e controproducente che si potesse fare e che avrebbe solo fatto il gioco di B.
Adesso invece, per miracolo, ciò che fino ad ieri era sconsiderato diventa la soluzione perfetta. Solo perchè adesso Berlusconi ha una risicata maggioranza in parlamento e si pensa che qualche "incuccio" parlamentare possa consentire al PD di governare (anche senza il sostegno del paese), facendo finta di ignorare che questa linea porta diritti al suicidio (per emoragia di voti). Ma la verità è molto più semplice - purtroppo - e neanche tanto malcelata. Gli attuali vertici di partito hanno il terrore di un confronto con il proprio elettorato, con la propria base ed ogni "emergenza" è utile e benvenuta pur di evitare il faccia a faccia (a partire dalle primarie) che per loro non sarebbe certamente indolore.
commento di claudio fondelli inviato il 20 dicembre 2010
La maggioranza degli elettori di centro sinistra non capisce questa proposta e non la capisce perchè non è in grado di capire quale miglioramento delle loro condizioni di vita porterebbe (non è in grado di capirlo perchè NON porterebbe ad alcun miglioramento, una siffatta alleanza NON produrrebbe alcun che). Non capisce perchè le si vuole sottrarre l'unico strumento che ancora ha per provare a condizionare le scelte del partito (le primarie) e matura la consapevolezza (e la rabbia conseguente) che si intende solo usarla come pass per essere eletti e magari accomodarsi su una poltrona ministeriale. La proposta della santa alleanza stà semplicemente allontanando ancora di più l'elettorato del centrosinistra dai suoi vertici e rafforzando negli elettori di centrodestra la convinzione (che il cavaliere ha ben saputo coltivare nel tempo) che B. sia un perseguitato e che per sconfiggerlo si farebbero patti anche con il diavolo (motivandoli a votarlo nuovamente).
commento di claudio fondelli inviato il 20 dicembre 2010
Parli di straordinarietà per giustificare la necessità di accantonare la ragione, qualcuno evità addirittura lo scenario pre '45 per giustificare una proposta politica che non trova sufficienti giustificazioni oltre al desiderio di governare a prescindere, si sente chiamare in causa addirittura il CNL e poi, con una contorsione ed un equilibrismo degno di un trapezzista si accusa chi è dubbioso di essere un "estremista ideologizzato". Certamente vi sono punti di convergenza con il nascente "terzo polo" su cui ci si dovrà confrontare e costruire anche momentaneee convergenze in parlamento, ma altra questione è il presnetarsi agli elettori con una proposta di governo e che può essere credibile solo se sostenuta da forze politiche omogenee culturalmente tra loro. SI accusa chi pone dubbi su questa proposta di non guardare alla realtà ma avere un approccio ideologizzato. Ma se si guarda bene sembra invece evidente che chi avanza la proposta un'alleanza da "Fini a Vendola" (e se vendola non ci stà è quasi meglio) confonde l'attuale realtà parlamentare con la realtà del paese che è ben diversa (basta guardare ai tanti commenti su internet o ascoltare con un pò di attenzione i cittadini nei loro commenti).
commento di claudio fondelli inviato il 20 dicembre 2010
@clint333
Sinceramente mi dispiace che si possa derubricare la questione dell'identità a "preconcetto". Personalmente sono - per cultura e per attitudine professionale - persona molto pragmatica e aperta alla mediazione ed al confronto e, per il più ristretto ambito politico, tutt'altro che interessata a proposte politiche vuote che si caratterizzano solo per un richiamo identitario "astratto" e non per una proposta politica riformista praticabile con la quale proporsi per governare il paese. Governare il paese si, ma - appunto - per conseguire dei risultati e non semplicemente per risolvere così il problema dello spretto della disoccupazione di qualche centinaio di persone che non sarebbero (probabilmente) in grado di fare qialcosa di diverso dal parlarsi addosso.
Ed una proposta polititica - che poi può trovare una sintesi ed una mediazione in un confronto per la costituzione di un'alleanza/coalizione con cui presentarsi agli elettori - è tale solo se coerente con una visione di società.
Per questo parlo di ambito "potenziale" di "recinto" di una coalizione, perche - a prescindere da come poi si evolveranno elezione per elezione i rapporti tra i diversi partiti che ne sono interessati (determinando di volta in volta alleanze o meno) è evidente che una proposta politica può essere mediata e senza essere STRAVOLTA ED ANNULLATA, solamente se riconducibile ad una visione di società coerente.
commento di CondizioniAlContorno inviato il 19 dicembre 2010
Complimenti a seamusbl!
commento di seamusbl inviato il 19 dicembre 2010
Per un comrade che usa l'handle condizioni al contorno dell'equazione differenziale e' sorprendente la completa mancanza di logica e interpretazione della storia. Non va al di la di slogan vuoti quanto pericolosamente insensati, che riproducono la mistificazione antititaliana del bollettino asinino delle troie.
La presunta parola politica salvifica di comrade segretario frate cipolla fallito e del suo sodale il bombardiere e' declinata al futuro, (mentre quella divina assai piu' importante e' dal principio) per cui ridurla al fatto delle alleanze e' al momento una perdita di tempo. Si deve restare in religiosa attesa dell'annunciazione.

Strampalato e pericolo e' l'obiettivo unico di "farla finita con il berlusconismo", dato che rappresenta l'invenzione di un target assolutamnte falso, che conduce al suicidio del partito e pone a rischio l'Italia.
Sarebbe eventualmente piu' seria una alleanza con Berlusconi che con il coglionazzo cialtrone. (E quelli che vogliuono vincere sarebbero pure accontentati). E invece di perdere tempo con il citrullo casinista meglio andare direttamnte dal suocero che comanda.

Il problema e' che il capitalismo presenta una incrinatura epocale- e non per caso ma per le politiche deliberatamnte seguite negli ultimi decenni e per questo in Italia si dovette effettuare il colpo di stato contro la DC- e dunque il problema drammatico da indirizzare e' quello e non quello falso del berlusconismo. E su questo il partito si deve pronunciare e trovare qualche soluzione se vuole essere popolare, responsabile e autorevole e rivogendosi in modo convincente agli italiani e non solo al teatro del coglionazzo e somari devastatori vari.
commento di CondizioniAlContorno inviato il 19 dicembre 2010
Per Antroniov98.

Concetti zero... ideologia tanta.

Per Bersani, mi raccomando. Dobbiamo farla finita col berlusconismo... e lasciar perdere tutti quelli che invece ne hanno nostalgia e affezione (mascherata da ideologia). I principali portatori d'acqua al mulino berlusconiano li abbiamo già visti all'opera in questi anni. Parlano, parlano... ma sono indirettamente i suoi principali alleati.
commento di Antroniov98 inviato il 19 dicembre 2010
Se il pd si allea con l'udc e con gli ex fascisti, potremo finalmente dire che la matrice SOCIAL DEMOCRATICA è scomparsa. A quel punto sarà un partito cristiano cattolico moderato liberale e liberista. E questa sarebbe l'unità? l'unità coi fascisti e i democristiani? E' la fine, SCISSIONE SCISSIONE SCISSIONE SCISSIONE SCISSIONE SCISSIONE SCISSIONE SCISSIONE SCISSIONE SCISSIONE

VERGOGNA
commento di NicolasWoods inviato il 19 dicembre 2010
Scusate, ma sono diventato analfabeta... "un uomo"...
commento di NicolasWoods inviato il 19 dicembre 2010
Non è che non ci va bene niente... è il PD allo sbando.

Per esempio, come si fa a presentare Fassino a Torino! Un uomo dell'apparato che ha perso fino ad oggi. Un'uomo che pensava di avere una banca! Un'uomo che non ha dimostrato ne carisma ne capacità particolari.

Il PD non ha nulla di meglio per Torino?

Questa è la domanda!
commento di F.Rosso inviato il 19 dicembre 2010
Francamente non si capisce più nulla.... Allora: quella di Bersani è una proposta momentanea, giusto per liberarsi del regime, rifare la legge elettorale (e al massimo pochissime cose) e poi ognuno con i suoi amici, oppure è una scelta strategica di medio periodo, una alleanza stabile per almeno una legislatura (sempre che vinca)?
Non si capisce, ma è fondamentale saperlo. Come è fondamentale sapere la proposta economica del PD sul lavoro, precariato, tasse, industria, diritti, scuola, ecc... per poi proporla agli altri.
Insomma: chiarezza.
commento di clint333 inviato il 19 dicembre 2010
@ claudio fondelli
Berlusconi sdoganò i fascisti a 40 anni dai loro misfatti.
Bersani ha un compito molto più facile a sdoganare gli ecologisti di Vendola ... che almeno ci provi, e non si seghi immediatamente tutte le strade con matrimoni fatti anzitempo. TEMPOREGGIARE sorridendo a destra e manca mi sembra la scelta più saggia, quella che permette di raggiungere il massimo.
commento di CondizioniAlContorno inviato il 19 dicembre 2010
Ma non vi rendete conto che non vi va bene nulla?

Fini no, Casini no, Fassino no... sapete dire solo no. Volete la quadratura del cerchio... volete vincere con un voto in meno degli altri...
tranquilli... riuscirete a farci perdere anche stavolta.

Il concetto è semplice: prima dobbiamo fare fuori (politicamente) berlusconi... (berlusconi stavolta non farà prigionieri), poi ognuno per la sua strada! Se non lo capite la ragione è più che chiara:
a voi berlusconi va benissimo... è fin troppo evidente. Così potrete continuare a lamentarvi, a filosofeggiare, a scrivere e ad autoascoltare la vostra voce, che amate così tanto.
commento di clint333 inviato il 19 dicembre 2010
@ claudio fondelli
Continuo il confronto perché mi interessa vedere quanto noi italiani si sia intrisi dai "preconcetti" del passato.
Quello che dici è perfetto in un periodo storico chiaro, stabile.
Le riserve che ho espresso sono invece dovute al fatto che ritengo la situazione in progress. Non è chiaro come stiano le cose ... c'è molto margine di manovra:
1) a sinistra il comunismo è stato superato completamente (i verdi sono stati in molti governi in europa, e l'ecologia di Vendola non è distante da quelle posizioni)
2) il vaticano non può sposare la lega ... e deve cmq esprimere riserve su Berlusconi, per le sue intemperanze
3) il terzo polo, che ha la benedizione del Vaticano, ha quindi grosse difficoltà ad allearsi con la destra
Con queste premesse diventa chiaro che i giochi sono molto complicati. Per questo motivo credo che sia più strategico non chiudere i giochi anzitempo, ma lavorare per creare le premesse per ottenere quello che si desidera ottenere. Quando Vendola dice che il PD non deve svendersi a Casini non dice una cosa falsa. Attendere due mesetti prima di tirare le somme è il minimo ! E nel frattempo lavorare molto per vedere di superare quelli che credo siano fantasmi del passato più che reali e insanabili diversità.
commento di Anpo inviato il 18 dicembre 2010
Devo dire che sono stato un pò confortato dalle precisazioni fatte oggi da Bersani e dal fatto che comunque a Torino si faranno le primarie.

Però attenzione alle comunicazione perchè non è proprio il momento per apparire ambigui. Fermo restando che Fassino non mi sembra questa candidatura di alto profilo.
commento di Uno Qualunque inviato il 18 dicembre 2010
Siamo alla pazzia pura stiamo cercando le alleanze, una volta trovate decideremo cosa vogliamo fare in termini di programma condiviso.
Ma almeno qualcosa di irrinunciabile lo vogliamo dire o no.
Oppure semplicemente pur di vincire ci alleiamo con chiunque poi ci spiegate come fate a governare con Casini, Rutelli, Fini e cosa riuscirete a fare di diverso da berlusconi
commento di seamusbl inviato il 18 dicembre 2010
Parole e Fatti

da Dagospia:

A1 ODISSEA NELLO STRAZIO! ALTRO CHE TERZO POLO, SIAMO DA TERZO MONDO! 2- TOSCANA NEL CAOS: LA PRINCIPALE AUTOSTRADA ITALIANA È COMPLETAMENTE BLOCCATA DA IERI, FINO A 38 KM DI CODA, AUTOMOBILISTI ABBANDONATI AL GELO PER 20 ORE CONSECUTIVE, PAESE IN TILT PER POCHI CENTIMETRI DI NEVE STRA-ANNUNCIATI DA GIORNI - 3- “QUANDO SONO ENTRATO IN AUTOSTRADA I PANNELLI INDICAVANO CODE MA DOPO POCHE CENTINAIA DI METRI ERAVAMO GIÀ TUTTI FERMI. AL CASELLO SUCCESSIVO NON SI POTEVA USCIRE PERCHÉ ERA STATO CHIUSO”. - 4- PERCHÉ NESSUN GENIO HA IMPEDITO ALLE AUTO DI ENTRARE NELL’AUTOSTRADA GIÀ CONGESTIONATA? SEMPLICE: PERCHÉ LE AUTOSTRADE PERDEREBBERO IL PAGAMENTO DEI PEDAGGI
commento di seamusbl inviato il 18 dicembre 2010
Diamo un credito a comrade segretario e al bombardiere, le primarie sono una fesseria, il modo migliore per disintegrare un partito.
commento di seamusbl inviato il 18 dicembre 2010
"Gli piace parlare ed ascoltarsi, narcisisti che probabilmente non hanno nulla da perdere... semplicemente soddisfano il loro ego "coerente"..."

Comrade Condizioni al Contorno dell'equazione Differenziale, bisognerebbe dirla tutta, gran parte dei comrades sono stati rimbecilliti completamnte dal bollettino asinino delle troie, sono convinti che i campioni della mistificazione, i disinformatori professionali, i fascisti per appartenenza, gli antitialiani per scelta e i lacche' di dio goldman siano progressisti.
Con simile materiale e' arduo lavorare e il PD si guarda bene dallo sviluppare un proprio "verbo" ma va a rimorchio del verbo altrui. Oh man, no word, no party and no future.

Non vi sono contenuti e le alleanze sono il surrogato del nulla.
commento di seamusbl inviato il 18 dicembre 2010
"In the beginning was the Word, and the Word was with God, and the Word was God."

"in principio erat Verbum et Verbum erat apud Deum et Deus erat Verbum"

Comrades non scaldatevi tanto per la parola salvifica che comrade segretario Bersani e il suo sodale il bombardiere hanno annunciato, devono avere letto qualche pagina del vangelo e si sono fatti ispirare.

Le cose in questo mondo vanno al rovescio, Silvio e Tremonti hanno letto qualche pagina di Marx e hanno imparato qualche cosa i nostri hanno letto qualche cosetta del Vangelo e non l'hanno capita.

"Il Pd vuole essere il protagonista centrale nella battaglia delle opposizioni. Ha la grande responsabilità di andare contro Berlusconi e organizzare un Paese che vada oltre Berlusconi."
Se comrade segretario invece di dire stupidaggini cercasse di definire un progetto per il paese (nazionale) e lo comunicasse con semplici e umane parole farebbe cosa assai utile.




commento di seamusbl inviato il 18 dicembre 2010
"Il PD sembra una maionese impazzita. ... Veltroni e i veltroniani che, invece di pensare alle sorti dell'Africa come solennemente promesso..."

Comrades siate un poco seri e realisti, l'Africa e' piena di sofferenze e di incompetenti e somari stranieri che pensano solo ad affondare l'Africa e a riempirsi il portafoglio, percio' gli africani (se fossero svegli) dovrebbero fare il bunga bunga con tutti quei somari e lanzichenecchi stranieri propagatori di miseria e fame per il loro arricchimento personale, per cui Veltroni non lo si puo' mandare la.
Ha comperato l'appartamento a NY e puo' andare la a combinare pasticci e tutto quello che vuole.
commento di CondizioniAlContorno inviato il 18 dicembre 2010
Per agave6.

Togliamo i berlusconiani, poi i finiani, poi i casini, poi gli ex socialisti, poi quelli del nuovo centro, poi quelli che sono servi della Chiesa,... poi quelli della cisl, e magari anche quelli della uil, ma forse nemmeno tutti quelli della cgil vanno bene, e forse nemmeno quelli di estrema sinistra... Togliamo qualcun altro? Secondo me se ci sforziamo un pò riusciamo a trovare qualcun altro con cui non è possibile allearci...
poi però non dimentichiamo di contarci... a mio avviso scopriremo di essere rimasti soli. Ma certo! Da soli si raggiunge la perfetta coerenza e la perfetta politica. O no? Mah... non vorrei che qualcuno di voi scoprisse di non essere d'accordo nemmeno con se stesso!
commento di CondizioniAlContorno inviato il 18 dicembre 2010
Gentile aregolo ed altri,

questi qui non capiranno mai...

i loro discorsi sono parole al vento. Senti questa frase:

"occorre presentare una proposta alternativa credibile. Una proposta che sappia coniugare responsabilità con il diritto ad una vita piena e felice, dove il rispetto delle regole rappresenta prima ancora che un'obbligo il primos trumento di autotutela. Una proposta la cui credibilità è determinata indissolubilmente sia dal valore dei contenuti che dei soggetti che la propongono. Una proposta in cui sia i contenuti che i soggetti proponenti devono essere coerenti ed omogenei tra loro."

Gli piace parlare ed ascoltarsi, narcisisti che probabilmente non hanno nulla da perdere... semplicemente soddisfano il loro ego "coerente"...

della democrazia e della libertà non sanno che farsene... anzi, meno ce n'è meglio è per loro, perché così potranno continuare a soddisfare la loro esigenza primaria, cioè parlare, parlare, parlare.

Chiunque crede nella democrazia oggi non può che essere seriamente preoccupato della situazione e invece di pensare ai "distinguo" si farebbe portatore di tolleranza e compromesso...

Leggendo i commenti predominanti qui dentro resto basito... la vittoria di berlusconi e del berlusconismo è quasi scontata. Come si può pensare di vincere le elezioni (corpo elettorale di 40 milioni di persone), con premio di maggioranza alla coalizione che prende anche solo 1 voto in più degli avversari, senza fare coalizioni! Anche senza questa legge elettorale e in condizioni ben più favorevoli, il centrosinistra ha vinto su berlusconi solo quando coalizzato (e quando la Lega non lo appoggiava). Come dire: gli "pseudo filosofi" che professano "purezza" conoscono le quattro operazioni aritmetiche?
Mah!
commento di agave6 inviato il 18 dicembre 2010
Modesta proposta di un modesto iscritto di un modesto circolo di un modesto paese della modesta Toscana: ci vuole piu' sinistra nel Partito. Le condizioni del Paese, nel senso dei lavoratori, delle famiglie, dei giovani, degli studenti, della Pubblica Amministrazione (in qualsiasi ambito) sono in condizioni tali che solo una proposta di sinistra vera puo' ottenere quella maggioranza che ci fara' sognare e quindi uscire dagli inciuci di Casini che prende ordini direttamente dal Vaticano, che sostiene sindacati come la CISL che e' la causa dell'indebolimento dei diritti dei lavoratori. Ma che progetto ci puo' essere con gente che si oppone nel modo che abbiamo visto alla legge sul fine vita, e sulle staminali? Ricordate o no che posizione retriva e' stata assunta dall'UDC. E' piu' laico Fini...che e' tutto dire.
Allora: PRIMARIE e VENDOLA PRESIDENTE.
commento di scompala inviato il 18 dicembre 2010
SIETE TUTTI ASINI !!!!!!!!!!!!!!!!!
IL MONITO DI NANNI MORETTI VE LO RICORDATE ?
"CON QUESTI DIRIGENTI NON VINCEREMO MAI"!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
PRIMARIE SUBITO !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
NUOVA DIRIGENZA

w VENDOLA CANDIDATO PREMIER !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
................ CHE VINCERA'!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
27 febbraio 2008
attivita' nel PDnetwork