.
contributo inviato da pierluigi bersani il 14 dicembre 2010

Dichiarazione di voto sulla sfiducia al Governo

Questa giornata passerà ma noi non possiamo non vedere i bagliori di un tramonto che non è solo il tramonto di un governo, sta passando una fase. Il Pd vota la sfiducia a questo governo con convinzione e compattezza. L'idea illusoria che delegare tutto a una persona sola, che venga da Arcore o Canicattì, non risolve i problemi del Paese. Comunque vada oggi per il governo sarà una sconfitta: può vendere per un giorno la vittoria di Pirro, un voto in più dopo averne avuti 100. Ma il giorno dopo sarebbe con la testa sott'acqua.

 

TAG:  PD  GOVERNO  VITTORIA DI PIRRO  VOTO DI FIDUCIA  MOZIONE DI SFIDUCIA PD  DICHIARAZIONE DI VOTO  BERSANI 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
commento di guperaz inviato il 19 dicembre 2010
includo le conclusioni del commento precedente di guperaz, rimasto inclopeto per il troppo spazio richiesto----- :La saggezza è soliloquente, anzi si ACCANISCE nell’ELUDERE la POLEMICA, tergiversa con il dialogo; da ultimo, mentre la filosofia è esclusiva, come la verità la obbliga ad essere ;la SAGGEZZA è COMPRENSIVA, INGLOBANDO INSIEME (non in modo dialettico) i punti di VISTA OPPOSTI]. ciao da guido Ipazia
carissimi tutti. Inventiamo il DIALIGO PERPETUO.
commento di guperaz inviato il 19 dicembre 2010
Per uscire dal DEGRADO CIVILE, DIALOGHIAMO anche tra opposti.
FARE INSIEME ANCHE tra OPPOSTI: è il fare dei politici saggi, ALTRIMENTI … studiare ancora un poco è obbligatorio. carissimo Bersani e dirigenti. io sono convinto (filosoficamente?)che la politica del PD,Di Pietro, SEL,Vendola,UDC, RC, PdCI,Futuro e libertà, DEVE ESSERE una ricerca politica PER fare CESSARE LE POLEMICHE TRA LORO, per fare RISORGERE l'Italia dalla INCIVILTÀ INCOLTA e dei SERVI (vedo M. Viroli, La libertà dei servi), da dove è PRECITATA . Non penso proprio per niente a una cosa corretta e da tenere in considerazione, quando una persona anche “se” molto istruita afferma: “io sono un saggio perché…………invece tu, …… voi non capite niente oltre a poco”.Perché “lo scadente saggio” dimostra che non è capace di “comprendere l’altro gli altri”. Il compito del POLITICO saggio (se è saggio) non è forse quello “ di essere capace di saggezza comprensiva degli altri e di se stesso? ” Infatti il pensiero molto indicativo di Francois Jullien in micromega n° 1/1998 al riguardo della saggezza dei saggi e nel rapporto con gli altri non saggi……. dice: […….. è SAGGIO, noi diciamo (il ‘noi’ della saggezza delle nazioni) COLUI che NON SCEGLIE una cosa o l’altra, ma chi APPREZZA L’UNO NELL’ALTRO,(non in quanto operi un LIVELLAMENTO attraverso la media tra i due, ma perché sa che globalmente l’uno non va senza l’altro, che entrambi al tempo stesso funzionano INSIEME e si compensano. La saggezza si guarda dall’escludere; non soltanto essa evita di prendere posizione contro una posizione avversaria e di porsi in un rapporto antagonista, ma anche si CONFORMA a tutte le posizioni a seconda dei casi, TENENDOLE TUTTE a un livello di PARITÀ . Della saggezza versus la filosofia, si delineano quindi queste caratteristiche peculiari: mentre la filosofia intende essere eristica (agonistica), la saggezza si dichiara pacifica, difendendosi da qualsiasi confronto; mentre la filosofia è dialogica in quanto esige l’altrui appro
commento di F.Rosso inviato il 17 dicembre 2010
Caro Bersani, mi pare che sia ora di fera chiarezza su ciò che il PD, e il centro sinistra (e ribadisco SINISTRA) debba fare, a prescindere dal fatto che si voti a marzo, a maggio, o dopo (io spero domani mattina...)
Ho sentito di eventuali transfughi mentecatti piddini pronti a saltare il fosso, e spero non sia vero, ma in ogni caso, ripeto, si deve far chiarezza sul nostro progetto e su cosa vogliamo fare, perché non si puù tollerare anche solo l'idea che ci sia gente che anche solo pensi di condividere alcune proposte scellerate della destra: noi siamo l'opposto dei berlusconidi, o lo ribadisce con i fatti, o è meglio finirla qui.
Ho letto pure dell'idea di lasciare perdere la sinistra per allearsi con fantomatico terzo polo: lo dico subito, se per alleanza si intende quella elettorale, allora io non ci sto, e non regalerò il mio inutile
voto a questo progetto.
Perché un conto è un'alleanza provvisoria per rifare la legge elettorale (e al massimo una cosa urgente) e poi preparare il Paese al voto, un'altra è lasciare Vendola e Di Pietro (pur con i suoi difetti), costituenti fondamentali del centro sinistra, per Fini o chissàchì (anche perché ho l'impressione che il partito di Fini stia sciogliendosi sotto le offerte natalizie del Boss).
E' assurso, caro Pierluigi, che la sinistra italiana si dimentichi di se stessa per vendersi a forze di destra moderata, assurdo!
Ma se ll'intenzione è questa, beh, allora devi dirlo chiaro: in tanti ti seguiranno, in tanti altri (me compreso), no.
Questioni di scelte, importanti, da fare subito.
commento di seamusbl inviato il 17 dicembre 2010
"Non e' noi che siamo antiberlusconiani ma e' lui Silvio che non ci ama perche' noi non siamo le troie che lui cerca e paga per il bunga bunga"

"Ma se oggi lo prendiano dinuovo in quel posto non e' per far piacere a Silvio, ma e' il meccanismo che ha spaccato in due l'Italia come una mela".

Comrade segretario Bersani e la sua logica, davanti a due opzioni la fusione fredda.
commento di seamusbl inviato il 17 dicembre 2010
La storia comincia con quelli del PD attempati e falliti paracomunisti e pararivoluzionari da salotto che se ne stavano al bar a far passare pigramente il tempo aspettando il tramonto che tardava ad arrivare, qando da quelle parti appare il coglionazzo al quadrato (su bmw) esaltato e incitante alla rivolta contro Silvio il russo praticante inveterato del bunga bunga.
Siccome non facevano nulla quelli del PD aderiscono alla rivoluzione contro l'intollerabile bunga bunga di Silvio nella speranza finalmente di realizzare una rivoluzione, quella del bunga bunga. Invece oltre a trasformarsi in invecchiati teppistelli al seguito del coglionazzo al quadrato, se lo prendono per l'ennesima volta in quel posto e per di piu' nel ruolo di subordinati irresponsabili del coglionazzo.
Questa l'ultima vicenda del PD, del partito che vorrebbe essere responsabile e popolare molto in teoria. A sentire comrade segretario frate cipolla fallito Bersani uno non sa se ridere o piangere.
Una cosa e' certa le idee sono scarse ma se governasse all'economia metterebbe quelli di dio goldman, tanto per salvare il paese.
Per fortuna che c'e' Renzi ormai uno deve dire.
commento di Matleo inviato il 16 dicembre 2010
Non m'interessa il discorso della Camera.
Mi preme capire perchè prima del 14, sperando di vincere, si diceva una cosa e dopo la votazione che ci ha sconfitto si ripete tal quale.
Non c'è qualcosa che non torna Segretario? Forse non sarebbe bene, ogni tanto, ascoltare di più gli iscritti e gli elettori?
Avete consumato quasi due anni a inseguire Casini e lui, imperterrito, si è sempre, sempre sempre, dichiarato di centro-destra. Finchè ieri ha fatto il patto del PdN.
Non vi sentite in braghe di tela tu, D'Alema, Veltroni e tutti gli altri filo centristi?
Perchè mai non curare appieno il recupero degli astenuti di sinistra e del PD???!!! Fidelizzandoli con una linea politica chiara, puntuale, indicando chi è il PD e dove vuole andare?
Dopo, soltanto dopo si vedrà chi concorda il nostro progetto e lo potremo mettere a confronto per un'intesa più ampia, ma di alto profilo politico e non di caccia al posto.
Sfidate Vendola sul suo stesso piano e non con la denigrazione dalemiana sciocca e perdente.
Sfidate Renzi e i rottamatori con una proposta alternativa e non mettetela solo sul piano della ridicolizzazione e della strafottenza, ancora dalemiana.
Invitate Veltroni a mantenere il suo impegno per l'Africa.
Ne trarremo tutti noi del PD e cittadini italiani un gran beneficio.
Buone feste, Segretario che il magone lo abbiamo da troppi anni, per vostro demerito!
commento di MarcoBorciani inviato il 15 dicembre 2010
Splendido intervento Segretario Bersani!
La mozione non è andata a buon fine, è vero, ma i fatti reali e quotidiani ci danno ragione! E su questo chi vince non è certo questo governicchio scapestrato e sgangherato!
Grazie al PD che compattamente "ha combattuto la buona battaglia", per parafrasare (un po' blasfemamente) S. Paolo.

[I miei commenti sulla giornata di ieri su http://borcio.ilcannocchiale.it/]
commento di mgk inviato il 15 dicembre 2010
Del Pd, che è riuscito a perdere per strada 18 deputati e un terzo dei voti in due anni e mezzo, inutile parlare. Fini almeno ha ammesso la sconfitta. Invece dai perditori piddini, che han collezionato più fiaschi di una cantina sociale, mai un cenno di autocritica. Come disse Violante nel 2002 alla Camera, “Berlusconi sa per certo che gli è stata data la garanzia piena nel 1994 che non sarebbero state toccate le televisioni. Lo sa lui e lo sa Letta. Non abbiamo fatto la legge sul conflitto d’interessi, abbiamo dichiarato eleggibile Berlusconi nonostante le concessioni e durante i governi di centrosinistra il fatturato di Mediaset è aumentato di 25 volte!”. Gli hanno venduto l’Italia e se ne vantano pure.

Il Fatto Quotidiano, 15 dicembre 2010
commento di rebyjaco inviato il 15 dicembre 2010
E' vero, è un tramonto, o meglio, una lunga agonia che precede una morte che sarà dolorosa per i più deboli del Paese Italia. Un tramonto che, se si avverasse l'avvento di un Governo Berlusconi/ Casini, significherebbe l'ingresso UFFICIALE della Mafia e del Vaticanismo più becero, sia a Palazzo Chigi che al Quirinale. Questo è il futuro più prevedibile per un Paese che ha perso l'opposizione (se mai l'ha avuta negli ultimi dieci anni), che avrebbe dovuto; AVEVA IL DOVERE E L'OBBLIGO DI IMPEDIRE L'AVVENTO DI BERLUSCONI, E NON L'HA FATTO. Questo è il presente. Un partito con dirigenti ""chiacchierati come i peggiori del PDL o UDC"". Un partito senza anima ne cuore, nelle mani dei possessori di tessere acquistate a un tanto al kilo (come a Napoli), Dirigenti che. oggi come oggi, rappresentano un male maligno che andrebbe estirpato urgentemente. Ed invece, assistiamo all'eterno giochetto della spartizione delle poltrone, con il sostegno di migliaia di simpatizzanti che sperano di racimolare qualche euro o posticino o favorino per tirare a campare. IL DRAMMA ITALIANO: E' non avere una classe politica capace di cacciare i prepotenti Parassiti che hanno fatto terra bruciata intorno a loro, non consentendo, e ostacolando in ogni modo, la crescita di una gioventù che potesse prendere il Partito e guidarlo alla riscossa. La DITTATURA POLITICA che ci domina da decenni, è anche QUESTO, aver impedito che ci fossero giovani scalpitanti che cacciassero i ""MISERABILI"" che stanno distruggendo il FUTURO ITALIANO, perchè, senza una opposizione ONESTA E DIGNITOSA, con questi dirigenti, che sono la vergogna di TUTTI i vecchi dirigenti degli ultimi cinquant'anni, nessuna Nazione può sperare di rissollevarsi. Certamente, sono esasperato, ma chi non lo sarebbe di fronte alòlo spettacolo ripugnante di un Parlamento di ""Venduti e Comprati"" di opposizioni inesistenti o complici della conservazione ""della specie"", una specie, talmente corrotta e miserabile, che fa rabbrividire per
commento di rebyjaco inviato il 15 dicembre 2010
E' vero, è un tramonto, o meglio, una lunga agonia che precede una morte che sarà dolorosa per i più deboli del Paese Italia. Un tramonto che, se si avverasse l'avvento di un Governo Berlusconi/ Casini, significherebbe l'ingresso UFFICIALE della Mafia e del Vaticanismo più becero, sia a Palazzo Chigi che al Quirinale. Questo è il futuro più prevedibile per un Paese che ha perso l'opposizione (se mai l'ha avuta negli ultimi dieci anni), che avrebbe dovuto; AVEVA IL DOVERE E L'OBBLIGO DI IMPEDIRE L'AVVENTO DI BERLUSCONI, E NON L'HA FATTO. Questo è il presente. Un partito con dirigenti ""chiacchierati come i peggiori del PDL o UDC"". Un partito senza anima ne cuore, nelle mani dei possessori di tessere acquistate a un tanto al kilo (come a Napoli), Dirigenti che. oggi come oggi, rappresentano un male maligno che andrebbe estirpato urgentemente. Ed invece, assistiamo all'eterno giochetto della spartizione delle poltrone, con il sostegno di migliaia di simpatizzanti che sperano di racimolare qualche euro o posticino o favorino per tirare a campare. IL DRAMMA ITALIANO: E' non avere una classe politica capace di cacciare i prepotenti Parassiti che hanno fatto terra bruciata intorno a loro, non consentendo, e ostacolando in ogni modo, la crescita di una gioventù che potesse prendere il Partito e guidarlo alla riscossa. La DITTATURA POLITICA che ci domina da decenni, è anche QUESTO, aver impedito che ci fossero giovani scalpitanti che cacciassero i ""MISERABILI"" che stanno distruggendo il FUTURO ITALIANO, perchè, senza una opposizione ONESTA E DIGNITOSA, con questi dirigenti, che sono la vergogna di TUTTI i vecchi dirigenti degli ultimi cinquant'anni, nessuna Nazione può sperare di rissollevarsi. Certamente, sono esasperato, ma chi non lo sarebbe di fronte alòlo spettacolo ripugnante di un Parlamento di ""Venduti e Comprati"" di opposizioni inesistenti o complici della conservazione ""della specie"", una specie, talmente corrotta e miserabile, che fa rabbrividire per
commento di giancarloba inviato il 15 dicembre 2010
BERSANI SI GUARDI QUESTO VIDEO SULL'ARGENTINA! SEMBRA LA STORIA CONTEMPORANEA DELL'ITALIA! CI SIAMO VICINI! SE SALTA LA SPAGNA I TEDESCHI ESCONO DALL'EURO E SIAMO FREGATI TUTTI! IL CAIMANO E MILIARDARIO SCAPPA ALL'ESTERO E NOI QUI FAREMO LA FAME !

http://www.youtube.com/watch?v=zAWivIQxuG0&feature=related
commento di cristinasemino inviato il 15 dicembre 2010
Se non fosse perchè in mezzo c'è il nostro amato paese, dovremmo dire che questo logoramento di b., con la sua risibile maggioranza, può solo nuocere a lui e giovare a noi.
Ma il cambiamento del paese e l'ammodernamento delle sue istituzioni sono necessari e possono essere l'arma vincente del PD. L'Italia ha bisogno di riforme urgenti, senza le quali la ripresa e la crescita sono impossibili: snellimento dello stato, dimezzamento del numero dei parlamentari, senato federale, legge elettorale, abolizione di privilegi e sprechi, oltre a un minimo di giustizia sociale e ridistribuzione della ricchezza......tutti temi che sarebbero molto apprezzati dall'elettorato e utilissimi al paese.
Il suo ruolo, caro segretario, per essere sul serio una spina nel fianco di questa risibile maggioranza, deve essere quello di "martellare" su questi temi e di costruire intorno ad essi una alternativa di governo per quando pdl-lega inesorabilmente cadranno. Un'alleanza con chiunque sia disponibile a collaborare per cambiare le regole del gioco, velocemente, per poi tornare a votare con i nostri alleati naturali e un patto blindato sul programma.
commento di delega inviato il 14 dicembre 2010
Complimenti segretario! Temo però che 28 gg. dati da Napolitano a berlusconi abbiano vanificato il tuo impegno. Berlusconi galleggerà; con calma, continuerà la campagna acquisti fino a quando Casini, rimasto con tre fedeli, sarà costretto ad accodarsi. Ci voleva e ci vorrebbe un ben diverso atteggiamento del presidente napolitano, se davvero è consapevole, come spero, del baratro verso cui ci sta conducendo lo scriteriato berlusconi ed il suo governo. Occorrerebbe un atteggiamento alla Scalfaro, per dirla, ma non mi pare che Napolitano sia in grado di recitare questo ruolo attivo, per il bene dell' italia.Berlusconi, comprerà altre coscienze e se andremo aalle elezioni, con le sue tv ( il conflitto di interessi!altro terribile e storico sbaglio) le vincerà. E sarà la rovina!
commento di seamusbl inviato il 14 dicembre 2010
Comrade coglione Scompala fai bene a votare i coglioni come te e se ti riesce (ma e' un ossimoro per un coglione come te) vedi se vai a scrivere le tue cagate nei siti e blogs dei coglioni che voti.
Lasciaci da soli che non sentiremo la tua mancanza.
Saluti e se possibile a mai piu' vederti da queste parti.

commento di scompala inviato il 14 dicembre 2010
NON AVETE ANCORA CAPITO CHE COSTUI E' UN PAZZO NON MOLLERA' MAI BUTTERA' L'ITALIA NEL CAOS GRAZIE A PERSONE DEBOLI COLLUSE NEGLI ANNI D'ALEMA E C HANNO GRAVISSIME RESONSABILITA' BERSANI E' PATETICO E SENZA CORAGGIO !!!!!!!!!! CI ANDAVA DI PIETRO PER DENUCIARE I VOTI COMPRATI ? IO NON VI VOTER0' MAI PIU'!!!!!!!!!!!!!!
commento di seamusbl inviato il 14 dicembre 2010
Comrade segretario Bersani usa l'artificio retorico del tramonto per raffigurare evidentemente il re sole Berlusconi- grande papi delle troie- (che ha in testa), e l'iper-artificio retorico della parola astratta paese per identificare chi chiederebbe il cambiamento per mettere da parte le questioni concrete.
Vi sono parecchie ragioni per esigere un cambimento ma il modo peggiore di farlo e' insistere su quelle sbagliate e sugli slogan.
Il PD fugge dalle cose reali e concrete e dal "popolo" come il diavolo dall'acquasanta e per fare un poco di teatro e' anche disposto ad andare dietro al coglionazzo oltre che allo squallido asinino bollettino delle troie radicalmente antinazionale e antipopolare nonostante la vernice che da decenni illude gli ingenui e deboli di cervello.

Eni e Geronzi hanno evidentemnte influito sull'esito ed evitato il caos degli irresponsabili e antinazionali.
Ma per il PD, che non e' al tramonto solo per il fatto di non essere mai sorto come partito popolare, certe questioni e un progetto nazionale sono tabu'.
Qualche cambiamento appare opportuno e forse non nella direzione che comrade segretario indica o gradirebbe.
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
27 febbraio 2008
attivita' nel PDnetwork