.
contributo inviato da liberodidecidere il 9 dicembre 2010

I nostri padri, guadagnarono il diritto di essere liberi ed e' venuto per noi,il momento di difenderlo.

penso nella mia totale,forse ingenua buona fede,che sia venuto il momento di mettere le carte in tavola e stilare un programma assieme, insieme,con tutti quelli che non si sono fatti ipnotizzare dall' onda mediatica di cui dispone qualcuno e che utilizza come "specchietto per le allodole" per essere li  e imporre la sua idea di liberalismo riformista che beneficia solo chi e' in quella setta o a stretto giro di posta E SOPRATUTTO NON STA IN PIEDI...

I nostri padri hanno con il sudore della fronte e con le coronarie a pezzi,guadagnato come detto, il diritto a non dover necessariamente essere per forza con uno o con l'altro: "CREDEVANO IN UN FUTURO PIU' ONESTO E LEALE SENZA CATTIVERIA ALCUNA,MA CON LA GIUSTIZIA SOCIALE NEI SUOI FONDAMENTI.

Oggi,nel XXI Sec., all' ombra del nuovo millennio sappiamo tutti che qualcuno,in italia, vuol farci credere che tutto questo e' utopico perche' lui stesso si e' dovuto sottomettere per avere quello che ha;

Signori,non e' un pensiero utopico l'essere liberi ed avere alla base di ogni decisione il bene per il prossimo e giustizia sociale,e'  SOLO quello che i POVERETTI di una maggioranza stremata ed impaurita VUOLE  IMPORRE PERCHE,COME DETTO, LORO PER AVERE HANNO DOVUTO CEDERE E QUINDI E' IMPOSSIBILE L'IDEA DI ESSERE LIBERI,NIENTE DI PIU' FALSO E INGIURIOSO.

Nel XXI sec molti fattori cardine in quello che e' lo sviluppo, e' cambiato,sono cambiate le tecnologie,i sistemi d'azione,il pensiero in generale e quindi nessuno ne giovane ne avanti con l'eta' puo' avere la pretesa di pensare che il lsuo modo di agire,pensare,creare sia il migliore bisogna CHE DUE GENERAZIONI SI ACCORDINO per mantenere ben saldo quello che e' un principio fondamentale dell'essere umano,ESSERE LIBERI nessuno doveva,nessuno dovra', toglierci il diritto fondamentale giocando sull'indecisione,la debolezza lavorativa,la vita in se stessa 

Come ripeto niente di utopistico si tratta solo di sganciarci da CANCRI del nostro paese quali: mafia, interessi di parte,interessi esclusivi di palazzo e classi dirigenti,

L'ITALIA SIAMO NOI questo e' il concetto fondamentale non,come ripeto, personaggi che vedono il centrosinistra e non solo come "FUMO NEGL'OCCHI" per  il semplice motivo che se ritornasse ad essere quella di un tempo o comunque abbastanza consistente, si dovrebbe tornare A TRATTARE CON L'ELETTORATO E, I GIOCHINI DI PALAZZO CON LA PRETESA DI GOVERNARE PERCHE' LO HA DECISO IL POPOLO,SAREBBERO DIFFICILI DA FARE O QUANTO MENO NON POTREBBERO ESSERE SOLO GIOCHI DI PALAZZO,MA PROGRESSO SOCIALE PER AFFRONTARE LA SCOMMESSA INDUSTRIALIZZAZIONE E FLESSIBILITA' AGLI ALBORI DEL MILLENNIO

Forse qualcuno verra' convinto,nella sua indecisione di non credere a certe affermazioni o articoli,me ne dispiaccio,vuol dire che NON HANNO IL CORAGGIO CHE HANNO AVUTO I LORO PADRI e preferiscono subire e stare zitti mentre i propi figli,le prossime generazioni,se ci saranno,avranno solo doveri e non diritti,a meno che lL LIBERALISMO ALL'ITALIANA sparisca in fretta insieme a tutti quei poveretti che non hanno nemmeno il diritto storico/ politico e sopratutto non ragionano con la loro testa preferiscono buttare la propia conoscenza/cultura nel cestino o metterla a disposizione di chi di da il pane,ma a conti fatti ti minaccia con metodi pseudomafiosi senza liberta' di scelta alcuna.

I'M FREDDOM AND YOU?

TAG:  LIBERTA' 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
commento di liberodidecidere inviato il 9 dicembre 2010
"Una domanda: si può riconoscere questo merito ai governatori ed amministratori che in queste regioni continuano a fare il loro dovere nonostante tutto?"

"Mosche bianche" a cui va riconosciuta stima e rispetto per la loro scelta politica IN UN PRESENTE che vorrebbe cancellare la memoria partendo dal grandissimo
C.N.L.
E RISCRIVERE LA STORIA SENZA UN MINIMO DI SENTIMENTO DEMOCRATICO
QUESTO E' UNO DEI PROBLEMI CHE,AMMIRANDOLO PUR NON ESSENDO "NERO",PONE ANCHE FINI ANCHE SE NON CREDO CHE RIMANGA LONTANO DAL"TAVOLO DISFATTISTA E RIMANGA A DIGIUNO..." MAH,CHISSA!?
commento di nino55 inviato il 9 dicembre 2010
Solidarizzare alla voglia di libertà è molto semplice farlo,come lo è per tutti i valori che i nostri padri, con la conquista della democrazia ci hanno consegnato.
Ancora oggi non riesco a convincermi, come la peggiore espressione del meridione(vedi lassismo, clientelismo,corruzione, mafia) abbia via via conquistato tutta l'Italia.Oggi troviamo molto frequenti episodi di appalti truccati in regioni come la Lombardia o il Veneto
con infiltrazione mafiosa e camorristica,riconducibile a soggetti meridionali.
Le regioni con tradizionale amministrazione di sinistra(Emilia Romagna,Toscana,Liguria) riescono a non essere contaminate da questo fenomeno.
Una domanda: si può riconoscere questo merito ai governatori ed amministratori che in queste regioni continuano a fare il loro dovere nonostante tutto?
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
10 febbraio 2008
attivita' nel PDnetwork