.
contributo inviato da pierluigi bersani il 9 dicembre 2010
Intervista del Tg1

In condizioni normali Fini si occupa del centrodestra, noi ci occupiamo del centrosinistra. Fini dice anche che non ci saranno elezioni anticipate e non lo penso neanch'io. Un Berlusconi-bis? Sarebbe un Berlusconi-quater, abbiamo già dato, è ora di voltar pagina. Nel caso ipotetico che ciò avvenisse, raddoppieremmo l'opposizione. Siamo arrivati a un bivio, o stiamo nella vecchia storia o facciamo un passo verso una strada nuova. Noi andiamo a Piazza San Giovanni per fare un passo verso una strada nuova.

TAG:  BERLUSCONI  BERLUSCONI-BIS  FINI  "CRISI DI GOVERNO"  "MANIFESTAZIONE PD"  TG1  CENTRODESTRA  CENTROSINISTRA "ELEZIONI ANTICIPATE"  OPPOSIZIONE  BERSANI 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
commento di rebyjaco inviato il 13 dicembre 2010
Se Bersani, raddoppia l'opposizione, gli dedicheranno una riga in più sui giornali, delle due righe che gli dedicano adesso, e quasi sempre, di critica per l'inconsistenza dell'opposizione che svolge.
commento di partigiano49 inviato il 11 dicembre 2010
Berlusconi ha adottato con entrambi la stessa tattica "incontriamoci in segreto" e poi li ha sputtanati nel giro di mezz'ora, lui sarà inaffidabile, astuto, amorale, ma gli altri due sono dei coglioni, anche se una differenza c'è, Bocchino è andato col consenso di Fini, Renzi è andato col consenso di Renzi
commento di mario petrh inviato il 11 dicembre 2010
Intanto, on. Bersani, più che "raddoppiare l'opposizione", che sa un pò dei carrarmati di Mussolini,sarebbe il caso di spazzare via certi ambigui dirigenti del PD che l'opposizione la dimezzano, anzi la frantumano. In particolare quel bischero toscano di Renzi che credendosi il più furbo si è fatto abbindolare da quel volpone di Berlusconi che l'ha attirato nella sua tana con chissà quali argomenti e Lui, il "furbo", convinto di andare a suonarle, è stato suonato. "L'astuto Renzi e il Generale Bocchino: i due compari accomunati da un unico destino".
Solo che l'astuto rottamatore fiorentino, più interessato a distruggere dall'interno i vertici del suo partito che ad altro, come ha ampiamente dimostrato, grazie alla sua ambiziosa mossa, rivelatasi la sola trappola per "polli" che poteva essere (leggasi Bocchino che poi da dell'inaffidabile a Berlusconi (?)), ha provocato un'altro scossone nel PD i cui elettori non sanno più dove tenersi per non cadere. Infatti, non si può non pensare che se questi sono il nuovo, finiti con un solo abbocco nelle trame di Berlusconi ( è bastata una sola lusinghiera polpetta avvelenata ad attirarli),allora di chi ci si deve fidare?
Berlusconi si sconfiggerà da solo, ormai è palese, ma anche il PD rischia di fare la stessa fine se non prende chiaramente a calci nel sedere (metaforicamente) i vari Renzi che infestano il partito.
commento di cristinasemino inviato il 10 dicembre 2010
Facendo che cosa? E poi, ammesso che il PD sia in grado di "raddoppiare l'opposizione", perchè non ha iniziato già da mesi?
commento di partigiano49 inviato il 9 dicembre 2010
Caro Pier, l'importante è che l'opposizione ci sia davvero, altrimenti 2x0 = 0
commento di rebyjaco inviato il 9 dicembre 2010
Quanto più ti ""muovi"", tanto più perdi credibilità. E' evidente, perfino ai ""ciechi"", che non esiste una "Linea Pd.", che ognuno, va per la sua strada, ognuno, cerca di difendere la propria posizione, come il nostro Esercito Prima di Caporetto. Se non si cambia lo "Stato Maggiore", la sconfitta è sicura. Stamani, a Omnibus su La 7, c'era la Serracchiani, (Poverina), accanto, aveva una delle ""Megere"" da bassa osteria che Berlusconi ha promosso al Parlamento in cambio di ""intrugli per l'amore", probabilmente. Tutte UGUALI, tutte prevedibili, vanno in televisione, ammaestrate a fare ""Ostruzione"", solamente ostruzione, interrompo costantemente senza che i "timorati" dei conduttori, abbiano il coraggio di impedirglielo. Non capisco perchè, i rappresentanti del PD, siano maschi o femmine, non alzano la voce chiedendo che questi ""Stronzi"" da mercato, stiano zitti quando non sono loro a dover parlare. Subiscono supinamente l'aggressività di queste "Mignottocratiche"" che da sole, parlano più di tutti gli altri partecipanti insieme. Questo, è un dettaglio, un episodio nel mare delle vicende del Paese , ma che dimostrano, sia l'impreparazione dei nostri rappresntanti di fronte agli avversari, che la mancanza di argomenti per contestare i continui: e voi avete fatto, il vostro rappresntante ha detto, e così di seguito. L'impressione, carissimo Segretario (?), non è delle più allegre, speriamo che ci salvi il Chapulin Colorado, perchè, per quello che vedo, non saranno i nostri dirigenti che lo faranno, d'altronde, non l'hanno fatto, quando POTEVANO, figurarsi se ci salveranno oggi, pieni di soldi e di ""tranquillità"". Mica sono operai!
commento di Kurtsack inviato il 9 dicembre 2010
E non potrebbe essere diversamente. Bisognerà individuare due liee strategiche.
Una linea che propone le soluzioni per l'Italia governata dal centro.sinistra ed una linea di ferma opposiozione anche sui dettagli . Una opposizione politiche deve sfruttare anche i cavilli e renderli pubblici.
Una opposizione deve essere rivolta ai fatti e non alle persone. Deve cogliere ogni sfumatura di debolezza politica degli avversari .
Ma una opposizione potrebbe essere molto semplice se condotta con i quadri elevati a rango istituzionale da Berlusconi ma diventa difficile con esponenti qualificati del PDL che dimostrano una cultura politica ad oggi contenuta per non soverchiare una scelta dialettica a largo raggio del proprio leader .
commento di giancarloba inviato il 9 dicembre 2010
PUNTATA DI EXIT DA RIVEDERE
http://www.la7.tv/richplayer/?assetid=50196425
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
27 febbraio 2008
attivita' nel PDnetwork