.
contributo inviato da xaver il 1 dicembre 2010

 Scrivo per esternare un disagio che cresce col passare del tempo nei confronti del pd. Non avevo mai votato nè ds nè margherita ma ero entusiasta alla nascita del pd. l'ho votato con convinzione sempre fino ad ora. Ho cominciato a provare imbarazzo quando alla camera, se fossero stati tutti presenti, avrebbero potuto sfiduciare il governo, ho scritto chiedendo spiegazioni ai singoli parlamentari assenti e non ho mai ricevuto risposta. Ad una invettiva contro la costituzione di un proprio gruppo parlamentare, Di Pietro, per il quale non ho mai votato, ha risposto nel giro di 48 ore. Ora ci si spacca nell'elemendamento di Tabacci tenendosi tutto il finanziamento pubblico, prima di ciò si è votato con la stragrande maggioranza dei deputati per mantenere la pensione dopo pochi anni di legislatura.Insomma, si accusa Grillo di populismo, vero, per carità vero, ma se si tentasse di prendere in considerazione alcune delle sue proposte? Perchè il partito che dovrei votare non sa rinunciare ad una minima parte dei finanziamenti per decicarli a ciò che dice di difendere: la ricerca? Sebto Bersani da Fazio deplecare il precariato, ma i cococo li ha introdotti Treu. Io credo che ad un grande partito come il pd non si chieda molto, magari di prendere decisioni a maggioranza all'interno del partito, renderle pubbliche e, soprattutto, patrimonio di tutti anche di quelli che la pensavano diversamente, magari saranno maggioranza su altre istanze, ci vuole davvero tanto?

TAG:  DELUSIONE  TABACCI  FINANZIAMENTO PUBBLICO  RICERCA 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
21 aprile 2008
attivita' nel PDnetwork