.
contributo inviato da pierluigi bersani il 29 novembre 2010
C'è poco da ridere sui documenti resi noti da Wikileaks.
Quel che emerge conferma in modo inequivocabile che il presidente del Consiglio, con il suo comportamento e con le sue decisioni politiche, nuoce alla reputazione dell'Italia nel mondo, con grave danno per il paese.
Semmai ce ne fosse stato bisogno, è la conferma che occorre una svolta, che bisogna voltare pagina.
TAG:  BERSANI  WIKILEAKS  BERLUSCONI 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
commento di cristinasemino inviato il 7 dicembre 2010
Caro segretario, qualunque governo guiderà l'Italia nei prossimi mesi, dovrà far accettare ai cittadini sacrifici e momenti difficili.
Non è possibile chiedere sacrifici senza prima dare un immediato segnale di cambiamento nella politica italiana.
L'Italia, il paese con il debito pubblico più grande d'Europa, la maggiore corruzione e collusione con le mafie, deve però mantenere con le tasse sottratte ai suoi cittadini onesti il più alto numero di parlamentari percentualmente esistente al mondo, con i loro privilegi, le loro scorte, le loro pensioni baby.
I sacrifici si possono e si devono chiedere prima che il paese, se non lo è già, vada in fallimento, ma solo dopo aver eliminato quello che non serve al benessere della collettività.
Quasi 1000 parlamentari non servono ai cittadini, ma incrementano invece le collusioni col malaffare, con le mafie, con gli affari sporchi.
Non servono le migliaia di auto blu, di enti ed entini dove imboscare parenti e amici, spesso malavitosi.
Non servono più di 100 province, anch'esse fonte di possibili collusioni e corruzioni e di ulteriori complicazioni burocratiche.
Serve una Stato snello ed efficiente, che sappia ammodernarsi e dare il buon esempio, servono vere riforme di sistema che generino processi virtuosi nella politica e in generale nella nostra vita civile.
Come un buon padre di famiglia, lo Stato dia l'esempio e forse si accorgerà che anche i cittadini sapranno rispondere, questa volta davvero rimboccandosi le maniche.....tutti insieme per la nostra Italia.
commento di rebyjaco inviato il 6 dicembre 2010
Ridete pure, poi, vedrete che culo che ci faranno. La speranza, o illusione, se preferite, è che i giovani, riescano a cacciare i parassiti che da decenni ""controllano"" il partito. ""CONTROLLANO"", perchè di questo si tratta, lo controllano allo scopo che non gli sfugga di mano. hanno perso milioni di voti, e ancora, ci sono tantissimi di coloro che scrivono quì, che li definiscono: CAPACI! Ma capaci di cosa? Intelligenti, ma intelligenti di cosa? Di rimanere al comando nonostante i disastri morali e politici commessi? Se i ""RIBELLI""" del PD., convocassero a una manifestazione per ripudiarli, sarebbe l'unica manifestazione alla quale parteciperei volentieri, l'unica di tutta la mia vita. Tanto è lo schifo che mi provocano. (e stiamo diventando milioni)
commento di Riot inviato il 3 dicembre 2010
Finchè voi "pezzi grossi" del PD non parlate chiaro alla gente, finchè non chiamate B. con i suoi veri nomi (posso suggerirne alcuni? evasore, corruttore, farabutto, colluso, bugiardo) la vedo dura.

Non è che, PER CASO, non potete farlo per i vostri scheletri nell'armadio, perchè,come ha detto una volta un noto giornalista, avete il GUINZAGLIO TROPPO CORTO?

Il PD è l'ultima speranza per l'Italia e per i giovani. Ma NON QUESTO PD.
commento di clint333 inviato il 3 dicembre 2010
Caro Bersani,
a parte il fatto che su Wikileaks c'è da ridere, e a iosa, quello su cui c'è da piangere è assistere a un teatrino dei politici come avviene da oramai un ventennio.
Si rilegga le dichiarazioni dei suoi amici D'Alema e Enrico Letta di qualche mese fa, e poi venga qui a spiegarci perché quei due sono ancora nella dirigenza. D'Alema diede dei deficienti a coloro che parlavano di "berlusconismo" (evidentemente è per lui impossibile discernere la realtà, altrimenti la storia sarebbe andata diversamente), mentre il "lettino" affermò che era lecito che Berlusconi si difendesse dai processi.

La domanda comunque è un'altra: Agnelli diede l'ok alla discesa in campo di Berlusconi (uno dei tanti regali che il senatore ha fatto agli italiani ...). Siccome sapevano tutti che l'imprenditore milanese aveva fatto affari pochi chiari, sorge il dubbio che in Italia esista un numero imprecisato di persone di potere che ritengano non solo lecito, ma giusto, produrre ricchezza (e così nuovi capitalisti), anche con l'aiuto del denaro "sporco". Di certo chi ha accumulato molto denaro non è mai pulito, di certo chi ha grosse fortune tende a crearsi un impero permanente sull'umanità, ma di certo far sì che alla spartizione della torta partecipi anche il crimine organizzato non è una buona idea, anzi ! E in un quadro in cui le mafie russe pare siano il piedistallo di Putin di cose su cui ridere ce ne sono davvero poche. Forse gioverebbe smetterla di pensare che "tutto va bene", e incominciare a creare uno stato basato sulla professionalità (per es. Ferrari) anzi che su arroganza, crimine e ... deviati credi religiosi. QUESTO SAREBBE IL COMPITO DELLA SINISTRA.
commento di frapem inviato il 2 dicembre 2010
Invece c'è molto da ridere caro amico.
Bersani smette di arrampicarsi sui tetti e si arrampica sui vetri del pettegolezzo globale, che peraltro un merito ce l'ha.. ed è quello di mostrare al mondo una classe politica globalmente poco credibile.. come si dice, mal comune mezzo gaudio.
Bersani pensi in quale baratro è stato capace di gettare il PD piuttosto, perchè il futuro di quello che fu il più grande partito comunista del mondo è nerissimo. E i lavoratori, i disoccupati, i precari, i giovani, le donne, i pensionati al minimo, gli onesti imprenditori e commercianti sono ridotti in miseria e tartassati, privi di una vera lungimirante forza politica.
commento di bender inviato il 30 novembre 2010
@ silv

beh, allo stesso modo molti di noi dovrebbero dire "ah, Bush (o tony Blair): le avete trovate poi le WMD?" quando mi arrabbio con i miei colleghi tedeschi li vorrei apostrofare tutti con un bel "la solita Hitlerjugend" e così via

io apprezzo il lavoro di Saviano, però non sono ancora convinto se divida o unisca. Mi spiego: perchè sembra sempre e solo che il problema sia "altro"? Per lui esiste Lo Stato (che condanna il sud all'arretratezza dopo averlo conquistato e rapinato), la camorra (il braccio armato) e i poveri concittadini partenopei (solo vittime, mentre esiste una bella zona grigia). E se la prende con chi, al centro - nord, solleticato dall'offerta economica deviata della camorra, ne approfitta, come se da lì venissero le colpe, e non dalla camorra stessa. Che poi è nata lì, non a Reggio Emilia.

Saviano serve, ma a piccole dosi: 15 anni di centrosinistra in Campania cos'hanno prodotto?

Saviano deve unire! Deve dire (anche) che a Trezzano sul Naviglio è stato arrestato per collusione con la ndrangheta un ex sindaco del PD!

scagliandosi solo contro la lega e i cattivi predoni del nord non fa altro che dare man forte a chi, da queste parti, vuole la divisione, e non aiuta chi cerca il dialogo
commento di galfra inviato il 30 novembre 2010
BLUMENTHAL : «Non parlo del Paese, l’Italia. Parlo della persona. Che il premier italiano tenda a comportarsi da “clown” non è certo una novità. Chiunque gira per Washington sa che i rapporti con lui sono generalmente considerati fonte di imbarazzo
commento di silv inviato il 30 novembre 2010
Posso confermare per conoscenza diretta che molti italiani che lavorano all'estero, quando conoscono persone nuove vengono accolti con una risata in quanto italiani con il commento" ah...Berlusconi". Queste persone devono mettercela tutta per far capire che non tutti gli Italiani sono così. Quando poi sono messi alla prova nei luoghi di lavoro gli italiani sono apprezzati, ma fra la gente che non li conosce direttamente purtroppo permane il pregiudizio.
Berlusconi è il primo a minare il buon nome dell'Italia, ma dà la colpa a Saviano, che fa un gran lavoro per la legalità e il progresso.
commento di bender inviato il 30 novembre 2010
suggerisco il principio della casa di vetro ... era Kant mi pare, non ero bravo in filosofia

cilloider non esagerare, per due anni B & C hanno martellato Prodi II sia per ragioni sacrosante sia per emerite stupidaggini; un po' di pan per focaccia ci vuole

hai ragione su una cosa: fintanto che noi, verginelle stizzite, non accettiamo il principio secondo il quale alcune dosi di Realpolitik sono nn solo necessarie, ma anche preziose, ci troveremo (sempre che si torni al governo) a predicare bene e razzolare male, dove il bene è l'utopia e il male a volte è una medicina necessaria ma che risulterà sempre indigeribie per i nostri militanti (intendo i duri e i puri, come quelli che in campo avversario saltano ai meeting di CL a grido ...)

sono stati troppi gli anni durante i quali era bello, per chi proviene dal PCI, poter puntare il dito sempre e comunque, tanto al governo non si andava, e allora ...
commento di cilloider inviato il 30 novembre 2010
Se volete i documenti di "prima mano".

http://cablegate.wikileaks.org


Se vi accontentate di Repubblica...non posso farci niente.

Comunque mi son messo a ridere anche io...
Provare per credere!

commento di cilloider inviato il 30 novembre 2010
Errata corrige..

Non voglio essere frainteso...: non sono ne Berlusconiano, ne sessista..

infatti correggo la frase...

"Ma se uno con qualche escort e/o qualche cilloider riesce a portare a casa contratti energetici favolosi...purtroppo è un merito politico e non un demerito."




commento di cilloider inviato il 30 novembre 2010
Ahh Pier ....dimenticavo...

Prova a chiedere ad Obama se ti compra qualche titolo di Stato....

e poi vediamo chi ride!
commento di cilloider inviato il 30 novembre 2010
Bahhh!!

Mi dispiace x Pier e per i commentatori qui sotto...

Ma se uno con qualche escort riesce a portare a casa contratti energetici favolosi...purtroppo è un merito politico e non un demerito.

Chiaro che gli Usa non guardino di buon occhio ne Putin, ne Gheddafi...etc etc...ma se questo portasse la Cina ad intervenire sulla questione iranaiana, con l'Italia a farle da sponda diplomatica?
Come la mettiamo?

No Pier ...non ti credevo un gossiparo!
Ha fatto bene B. a ridere.....e ha fatto male Bersani a commentare in questo modo la cosa.
Perchè Pier ...tu ora staresti appiattito all'atlantismo????
Cosa faresti Pier?
Che politiche economiche internazionali intraprenderesti?
Ci parli tu con Gazprom? Porti a casa tu il "prezzo"??
Che facciamo con Eni?
Ritiriamo o no i soldati?

Purtroppo anche nel male ....l'Italia berlusconiana...è stata per la prima volta un soggetto della politica internazionale....
Cerchiamo di essere onesti per favore!
commento di bender inviato il 30 novembre 2010
SEGUE:

voglio bersani sui tetti, ma a gridare sto benedetto programma che abbiamo: GRIDA BERSANI, GRIDA, che il papiro sul sito del PD non lo legge nessuno! Almeno fai un powerpoint come Veltroni: dico seriamente, è conciso, e noi alfieri per caso possiamo leggere e soprattutto capire qualcosa per poi divulgarlo agli amici, al bar, alle suocere.

non facciamo l'errore del 94 quando abbiamo creduto che il paese avrebbe copnsegnato il consenso ai "progressisti" solo in virtù del fatto che l'establishment di allora era una pera matura, cotta e stracotta.
commento di bender inviato il 30 novembre 2010
mi sembra di essere nel '94. Berlusconi che sparava m***** e i "progressisti" all'opposizione. Ho sentito Letta dire "sinistra e centro divisi" ci hanno regalato 16 anni di berlusconismo. Correggerei il tiro: sinistra e centro separati ci hanno regalato il berlusconismo alternativamente ai governi di CS che si sono succeduti.

Il primo: dura due anni, ucciso da Bertinotti e i (seri????? ma dove????) comunisti. Rinasce con mastellone, giusto? un'anno o poco più D'Alema, poi Amato, e poi vince di nuovo B

e noi di nuovo a lamentarci per cinque anni "che pessime figure ci fa fare all'estero", "è la vergogna di un popolo" diciamo noi, che so, per esempio quando B si è fatto fotografare facendo le corna in testa a un ministro o qc di simile

dopo 5 anni vinciamo di misura, con la legge "porcellum" del dicembre 2005 (che condanniamo come se B l'avesse fatta adesso) e Prodi II cade come una mortadella matura segato dalle continue frigne degli affidabilissimi lottacontinuista Ferrero, il gladiatore Tonino, il demitiano "faccio come in Irpinia" Mastella, il verde dei diritti Pecorario Scanio, Tex willer Bordon, gli intellettuali di Forte dei Marmi, i trombati che covano vendetta (sempre dalla spiaggia), il piccolo stalin "torneremo nelle fabbriche" Diliberto, e chi l'ha visto in fabbrica ... ecc

monetizziamo pure un po' le figuracce di belusconi, ma vediamo di far cassa di risonanza con il programma del PD, che da 16 anni la musica è sempre la stessa: tiriamo la maestra per la giacchetta perchè il compagno cattivo B ci ha fatto i dispetti. intanto lui viene promosso dai nostri concittadini (saranno tutti scemi? NO!) e noi restiamo ingrugnati con la testa sotto il banco a piangere perdenti

voglio bersani sui tetti, ma a gridare sto benedetto programma che abbiamo: GRIDA BERSANI, GRIDA, che il papiro sul sito del PD non lo legge nessuno! Almeno fai un powerpoint come Veltroni: dico seriamente, è conciso, e noi alfieri per caso possiamo leggere e
commento di galfra inviato il 29 novembre 2010
Pioggia di rivelazioni sui leader mondiali nei documenti americani diffusi da Wikileaks. Secondo te, chi ne esce peggio? (Corriere della sera)

Obama 28.0%, Ahmandinejad 26.5%, Berlusconi 25.9%, Merkel 10.6%, Sarkozy 2.6%, Putin 1.7%, Gheddafi 1.6%, Karzai 1.0%, Chavez 1.0, Kim jong-I l0.6%, Medvedev 0.4%, Netanyahu 0.2%

Se si esclude gli USA, paese sotto accusa, B è preceduto solo dal nazista iraniano,

E’ ora di cambiare perchè oltre a non governare ci scredita nel mondo!
commento di aregolo inviato il 29 novembre 2010
L'On.Di Pietro,di fronte alla ennesima "figuraccia" internazionale del nostro primo Ministro,invoca "sobrietà", "serietà", "stile". Purtroppo tutte cose che al simpatico "Tonino" mancano del tutto.Se si dovesse fare un elenco dei personaggi leader della politica nazionale che rispondono a suddetti requisiti basterebbero le dita di una mano.Vogliamo provare a stilarlo un primo elenco?
Ferrero di RC,Bersani,Finocchiaro,Bindi del PD,Nencini dello SDI-PSI forse Rutelli dell'API.Tutti dell'opposizione di sinistra o di centro.E se tali leader decidessero di unirsi in una coalizione per un Governo di di emergenza nazionale non potrebbe essere la soluzione ai problemi attuali dell'Italia?
commento di magnagrecia inviato il 29 novembre 2010
La brava Sonia Alfano questa volta ha toppato:

http://www.ilfattoquotidiano.it/2010/11/29/b-ride-il-pd-tace-e-gli-italiani-vogliono-votare/79360/
commento di AGFD inviato il 29 novembre 2010
Caro Bersani, sono d'accordo col lei che c'è poco da ridere.
Però non si limiti a dirlo a noi che lo sapevamo già.
Faccia magari un'interrogazione urgente al Governo, per sapere come intendono ripristinare la dignità di questo povero Paese, il cui Premier gode di così poca reputazione internazionale.
PS Già che c'è, solleciti i tecnici di questo sito a rendere più facilmente accessibili e fruibili i forum.
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
27 febbraio 2008
attivita' nel PDnetwork