.
contributo inviato da pdmarconi il 28 novembre 2010
Qualche tempo fa scrivemmo denunciando la demagogia della Giunta Alemanno sui giochini del tram 8 spostato di 350 metri
mentre non veniva affrontata seriamente la richiesta dei cittadini di Marconi di dotare il quartiere del prolungamento della stessa linea 8 da Trastevere, facendola passare per viale Marconi.

Oggi penso a quei cittadini che fruiscono del servizio pubblico ATAC e che cercano, combattono, temono per il proprio posto di lavoro.

E sgomenta vedo questa dirigenza dell'ATAC, complice il Comune di Roma, far affondare un'azienda sotto i colpi del pressapochismo, del nepotismo e delle assunzioni facili.

Nel frattempo al TG3 le voci degli autisti ATAC, giustamente inviperiti, denunciano lo sfascio in cui versa l'azienda.

Verrebbe voglia di inviare gli 854 favoriti - assunti per corsia preferenziale - ad un duro lavoro manuale di pulizia nelle e delle autorimesse. Ma farei demagogia.

Solo un desiderio ho. Che questa inetta classe politica che sta affondando Roma sia presto mandata a casa.

Nel frattempo ben vengano commissioni di inchiesta ed approfondimento come quella chiesta dal consigliere comunale Massimiliano Valeriani.



TAG:  ATAC  SCANDALO  PD MARCONI  CUBISTE  ASSUNZIONI FACILI 

diffondi 

commenti a questo articolo 1
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
20 ottobre 2008
attivita' nel PDnetwork