.
contributo inviato da Marina Asti il 20 novembre 2010

 

Comunicato Stampa
Il sindaco di Bra - Bruna Sibille - e il vicesindaco di Pollica - Stefano Pisani - annunciano un patto di amicizia e ricordano commossi il sindaco Vassallo assassinato dalla camorra
 
BRA – Domenica 14 novembre Gestione integrata dei rifiuti, energie rinnovabili, educazione ambientale, comunicazione con i cittadini, legalità, agricoltura sostenibile parole d’ordine per il rilancio di una politica vera lanciate dagli Ecologisti Democratici  nel corso della festa nazionale che si è conclusa oggi a Bra.
Il momento più commovente si è celebrato ieri sera quando la sindaco di Bra, Bruna Sibille, e il  vicesindaco di Pollica, Stefano Pisani, hanno commemorato la figura di Angelo Vassallo, assassinato dalla Camorra per aver difeso il proprio territorio e aver detto no alla cementificazione del litorale.
Commemorazione che, il sindaco di Bra ha annunciato, sfocerà in un Patto di amicizia approvato all’unanimità dai capigruppo al consiglio comunale.
Solidarietà importante, ma non sufficiente”, rilancia il vicesindaco Pisani, “abbiamo ricevuto attestati da ogni parte d’Italia, ma abbiamo bisogno di continuità attraverso una progettualità per un futuro sostenibile. Oggi Legambiente e personalità del calibro di don Ciotti o Carlo Petrini hanno lanciato l’iniziativa “siamo tutti cittadini di Pollica”, non potremo iscrivervi tutti ufficialmente all’anagrafe, ma si tratta di una grande iniezione di fiducia per portare avanti l’insegnamento di Angelo.
Silvio Barbero, vicepresidente di Slow Food, nel consegnare un CD con alcune foto dell’ultimo incontro avuto con Angelo Vassallo, al vicesindaco per la famiglia, ha spronato la politica a farsi carico di un nuovo concetto di sviluppo perché “ricorrere a vecchi schemi fa il gioco della malavita organizzata che ha risorse economiche da investire”.
Invito immediatamente accolto dalla sindaco Bruna Sibille che ha spiegato ai presenti, attraverso esempi della sua gestione amministrativa, come, a partire dalle amministrazioni, occorre “tenere la barra dritta per far si che il privato sia costretto ad agire nella piena legalità e le amministrazioni comunali hanno un grande potere e devono avere il coraggio di esercitarlo”.
La festa nazionale degli Ecologisti Democratici si è conclusa con un confronto dibattito moderato da Silvia Fregolent, alla presenza di Susanna Cenni, Giorgio Ferrero, Stella Bianchi, Flavio Morini. Fabrizio Vigni, presidente nazionale Ecodem, ha concluso ringraziando “il territorio di Bra, delle Langhe e Roero, della Provincia di Cuneo, non solo per aver ospitato la festa nazionale degli Ecodem, ma anche e soprattutto per l’insegnamento che dà all’Italia tutta di come l’ambiente, il territorio, un agricoltura sostenibile siano risposte concrete ed un incoraggiamento a proseguire verso un nuovo modello di sviluppo, verso un futuro sostenibile e scommettendo sulla green economy.” Il presidente Vigni chiude lanciando uno slogan “Con l’ambiente si vincerà”.
 
Per Info:

Emanuele Durante (presidente Ecodem Regione Piemonte)

TAG:  ECOLOGIA  POLITICA  AMBIENTE  LEGALITA'  PD  ECODEM 

diffondi 

commenti a questo articolo 1
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
1 aprile 2008
attivita' nel PDnetwork