.
contributo inviato da team_realacci il 11 novembre 2010
SALERNO (11 novembre) - Un'altra importate arteria è stata chiusa al traffico nel Vallo di Diano, a sud di Salerno, a causa dell'esondazione del fiume Tanagro. Dalle prime ore di questa mattina è stato interdetto il traffico veicolare sul rettilineo San Marzano che collega Atena Lucana Scalo con i comuni di San Rufo, San Pietro al Tanagro e Sant'Arsenio. Gli automobilisti diretti a tali comuni sono costretti ad un lungo giro passando per il territorio comunale di Polla.

Emergenza idrica: vertice in Procura a Salerno. È in corso in Prefettura a Salerno un vertice per stabilire gli interventi da attuare al fine di garantire il ripristino dell'erogazione idrica nei 14 Comuni serviti dall'acquedotto del Sele dopo la rottura della condotta verificatasi ieri in occasione dello straripamento del fiume. Sono interessati al guasto anche i cittadini dei quartieri Pastena e Torrione. Inoltre, sono interessati anche i comuni della piana del Sele, tra cui Eboli e Battipaglia, e poi Capaccio-Paestum e Sala Consilina.

Collegamenti regolari nel Golfo. Collegamenti marittimi regolari da e per le isole del golfo di Napoli. In questo momento il vento è pari a forza 2 rispetto alla forza 7 che si è raggiunta nei giorni scorsi. Oggi, quindi, insieme con i traghetti hanno preso il largo anche catamarani e mezzi veloci.

Ieri giornata drammatica in Campania ed in particolar modo nel Salernitano. Paura per lo straripamento dei fiumi Sele, Tanagro e il Sarno, con il cedimento degli argini. Quasi 500mila persone rischiano di restare senz'acqua per la rottura di una condotta idrica.

Fonte: il Mattino
11 novembre 2010
TAG:  SELE  MALTEMPO  VALLO DI DIANO  ESONDAZIONE  SALERNITANO  STRARIPAMENTO  TANAGRO 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
26 gennaio 2009
attivita' nel PDnetwork