.
contributo inviato da redazionepd il 21 ottobre 2010
Il segretario del Partito Democratico, Pier Luigi Bersani, incontrerà i giovani del PD lunedì 25 ottobre, alle ore 16,30, al Tempio di Adriano (piazza di Pietra, a Roma).

L’appuntamento, che si svolge ad un anno esatto dalle primarie, sarà l’occasione per fare il punto sul partito e per confrontarsi sui principali temi dell’attualità politica.

Il segretario del Pd incontrerà 150 giovani del partito e risponderà alle loro domande.

L’iniziativa sarà trasmessa in diretta tv su Youdem, canale 813 di Sky, e in streaming sul sito www. Youdem.tv.

Inviateci le vostre domande da fare a Pier Luigi Bersani o con un commento a questo post o inviando un sms al 345.6504116



TAG:  BERSANI  GIOVANI 

diffondi 

commenti a questo articolo 17
commento di interessata inviato il 1 febbraio 2011
carissimo segretario,
le chiedo solo di fare tutto il possibile per vincere le prossime elezioni,(che mi auguro arrivino presto). Un programma deciso,gente decisa,qualcuno a cui stia davvero a cuore il benessere dei cittadini e dell'italia,io credo che lei abbia le carte giuste per governare il nostro paese.
vogliamo un paese pulito nel quale garantire un futuro ai nostri figli,siamo stufe di questo governo perverso,corrotto e antidemocratico.
commento di csantini01 inviato il 24 novembre 2010
sono di sinistra da sempre(ho 70 anni) ma se il partito si rimette insieme a Rizzo,Ferrero e compagnia penso che alle prossime elezioni resto a casa
commento di pelle-rossa inviato il 15 novembre 2010
Vuoi vincere ? Bersani, ascolta, VUOI VINCERE ?!? Basta poco... Basta pochissimo... Basta fare cio che va fatto... BASTA FARE LA SINISTRA.
BASTA FARE LE PRIMARIE (della sinistra) E POI VOTARE. Le primarie APERTE A TUTTI I PARTITI DI SINISTRA, e se vuole partecipare (e lo vuole eccome), ammettendo anche DiPietro con accordo vincolante nel direttivo. Per la dirigenza ATTUALE del PD però, Di Pietro, Vendola, Diliberto sono "da evitare". PER GLI ELETTORI PD invece, loro semmai sono LA SPERANZA (le primarie lo dimostrano). Tutti loro sono "inclusivi","coinvolgenti","coerenti" portano consenso e voti, voti DEI NON VOTANTI, voti nuovi, VOTI DI SINISTRA. Ma in realtà sai bene che il problema non sono loro, il problema semmai è ZEMAN. ZEMAN aveva sempre lo stesso modulo in testa. E PIU' GIOCAVA PIU' PERDEVA, ma lui imperterrito continuava a proporlo, sempre uguale, sempre perdente, sempre lo stesso modulo... - ZEMAN è Massimo D'alema - E fa lo stesso errore. Propone un modulo PERDENTE. Un modulo sinistra-destra. Prima PC+DC, poi PDS+UDC, poi DS+UDEUR, e più HA USATO QUESTO MODULO, più ABBIAMO PERSO. Adesso nonostante che CASINI SIA GIA' IN UN SUO ALTRO POLO, lui insiste imperterrito a rincorrerlo.... e più lo rincorre, più perdiamo le braghe....
Bersani basta poco. BASTA FARE LA SINISTRA.
commento di baruch inviato il 5 novembre 2010

Sulle cooperative che cosa pensa di fare? Erano nate perchè i soci si dividessero i profitti e li reinvestissero o per sfruttare?


http://www.youtube.com/watch?v=YELZPF3s2sk

commento di acicchel inviato il 28 ottobre 2010
Caro Bersani,

vorrei chiederti se pensi che il ruolo della politica sia esclusivamente quello di governare l'economia.
commento di angelo da ischia inviato il 26 ottobre 2010
Caro Segretario desidero segnalarti un problema drammatico che coinvolge un migliaio di famiglie che vivono nell'isola d'Ischia e che hanno ricevuto un provvedimento di abbattimento della propria casa. In molti casi si tratta della prima casa costruita con notevoli sacrifici. Purtroppo la mancanza e/o l'inadeguatezza dei piani regolatori ha costretto molti cittadini all'abusivismo. Penso che nel PD vada avviata una riflessione su questo problema, ricercando soluzioni innovative anche rispetto alle leggi urbanistiche vigenti. Purtroppo l'abbattimento delle costruzioni abusive aggraverà i problemi dell'isola, restituendo al paesaggio isolano un cumulo di macerie da dopo terremoto. Meglio sarebbe a mio avviso avviare una seria opera di riqualificazione territoriale ad esempio con parchi pubblici, rimboschimenti, potenziamento dei servizi di raccolta e smaltimento rifiuti, armonizzazione architettonica etc.. Le risorse economiche potrebbero essere ampiamente recuperate con un sistema di "certificati verdi" gestito dai comuni(es.protocollo di Kyoto per la CO2), che chi ha costruito una casa dovrebbe pagare in misura proporzionale al danno ambientale generato e sempre che lo stesso sia compatibile sotto il profilo paesaggistico. Analogamente i proprietari di terreno che mantenessero una destinazione agricola o boschiva potrebbero ricevere incentivi economici provenienti dalla vendita dei suddetti certificati verdi. Ovviamente il tema è molto più complesso di quanto prospettato in questo breve commento, ma spero che questo serva ad avviare un dibattito su questo argomento superando l'approccio della "solita sanatoria".
Le sarei veramente grato di una rispoata e speriamo di vederLa ad Ischia.
Auguri
Angelo
commento di frangiul inviato il 26 ottobre 2010
Segretario, grazie! Deve diventare un impegno di tutti i democratici spiegare in modo molto chiaro, senza nulla temere, (proprio perchè non hanno nulla da temere la stragrande maggioranza degli italiani, compreso il ceto medio produttivo, cioè coloro che vivono bene, anche agiatamente, ma del loro lavoro e delle loro capacità, che però non sconfinano in qualcosa che sa di esagerazione e che è moralmente inaccettabile in una società dove molti stentano ad avere il minimo indispensabile) spiegare, dicevo, come Lei ha fatto nella diretta, dove reperire le risorse per la rinascita economica sociale culturale dell'Italia intera, da Sud a Nord, rinascita che deve riguardare tutti nessuno escluso. Le risorse ci sono! Diciamolo tutti, forte e chiaro! Grazie, Segretario.
commento di car me lo inviato il 25 ottobre 2010
Continua.....
scritte in evidenza e molte in grassetto.
Io per questo ti auguro un buon lavoro e ti prego di sentire anche la nostra voce che pur se postata è sempre la voce del tuo popolo.
Un caro saluto Car me lo.
commento di car me lo inviato il 25 ottobre 2010
Ho letto i vari post, e mi viene spontaneo dirti che nonostante a volte siamo in pochi a partecipare e sempre gli stessi oggi sono contento. Vedo che a volte si accende la luce e tanti sentono il bisogno di parlarti e dialogare con te.
Questo è importante perchè fa capire che c'è tanto bisogno di dialogo e soprattutto di far sentire la propria voce, la propria rabbia e le proprie idee e quindi questo contenitore può diventare, come lo sono tanti altri, motore propulsivo e di ricerca finalizzato alla comunicazione e all'espansione delle idee che a volte sono e rimangano annacquate e ristrette a pochi partecipanti.
Tu caro segretario, devi e sicuramente lo farai, considerare questi contenitori come nuove forme di partecipazione collettiva e devi soprattutto trovare il tempo di parlarci, perchè come vedi quì si sente la rabbia, si vede la voglia di promuovere idee, si sente il bisogno che c'è di parlarti e si conoscono le aspettative di quelle persone che tuttavia non si sentono rappresentate, ma che cercano attraverso i propri bisogni e il proprio modo di vedere e di pensare di essere rappresentati.
Poi c'è la gente che ha perso il lavoro, che sente mancare da sotto i piedi quelle certezze che davano si fiducia e tranquillità ma che erano anche conquiste di tante lotte partecipate, che sono venute meno attraverso il disegno costante di un governo che ha diviso e mai unito gli italiani e che preso da problemi che con la politica hanno poco a che fare si è lasciato sfuggire di mano la governabilità.
Oggi il passo da fare è quello di costruire un'alternativa a questo marasma politico, ci vogliono certezze, un ritorno alla fiducia nelle istituzioni tutte perchè l'unica oggi rimasta e dove tutti ci riconosciamo è la Presidenza della Repubblica, ci vuole il lavoro, ci vuole che le ricchezze siano diversamente distribuite, ci vuole serenità tra le istituzioni e poi tante altre cose che tu da persona per bene come lo sei hai nella tua agenda tutte scritte in evide
commento di Shaikailash inviato il 25 ottobre 2010
Qui si parla tanto di alleanze...ma parliamo di cose importanti. Un sistema come quello italiano, con un welfare familistico e servizi sociali scarsissimi e disomogenei, può funzionare bene solo se punta alla massima occupazione. Dunque l'economia deve essere il tema centrale.
Bene, come rilanciare l'economia? Innanzitutto risolvendo i problemi finanziari. Non ho mai sentito il PD fare un discorso di questo tipo, semplice semplice:
a) Tremonti ci ha appena chiesto 24miliardi di euro di sacrifici, tagliando orrizontalmente tuto. Bene, però.......
- solo alla dogana le imprese evadono 30 miliardi di IVA e imposte sottofatturando la merce.
- il tutto va sommato all'evasione ordinaria che è stimata (minima) a 120 miliardi di euro.
- vogliamo aggiungere l'evasione dei concessionari di monopoli di stato sui giochi? 98 miliardi di euro.

Mi piacerebbe che il PD non smettesse mai di battere su questi problemi e proporre le loro soluzioni, a tambur battente, finchè anche i cittadini italiani apatici e indifferenti si rendano conto di queste enormi ingiustizie fiscali da cui derivano tanti altri problemi reali. Ma purtroppo finora ho sentito poco, e sporadicamente.
commento di Malcom1975 inviato il 25 ottobre 2010
Quand'è che il PD farà finalmente una scelta di campo e deciderà se allersi con Di Pietro e la Sinistra (auspicabile)o con l' UdC?
E' ovvio che non si può proporre un alleanza ad entrambi, in caso di vittoria il Governo non durerebbe a lungo e sarebbe difficile vincere: molti si asterrebbero perchè non crederebbero in una allenza così.
Non crede che convenga anche la PD lasciare che Fini, Rutelli e Casini il terzo polo da soli?
Fateci sentire le vostre proposte!

Michele M.
commento di guperaz inviato il 25 ottobre 2010
Quando davo da mangiare
ai poveri,
mi chiamavano santo.
Quando chiedevo
come mai i poveri
non avevano
da mangiare,
mi chiamavano
comunista. Dom Hèlder Càmara (vescovo).
riportato da guido,l'affamato di saperi, ciao
commento di Kurtsack inviato il 25 ottobre 2010
Se non ritiene di richiamare l'attenzione delle Istituzioni sull'obbligo di portare davanti ai magistrati anche quegli amministratori che non hanno saputo prevenire o gestire oculatamente compiti loro affidati dalle relative leggi.
E' evidente che un rigore su base penale non troverebbe facilmente cittadini disposti ad amministrare ma c'è un limite a tutto ed è un partito che in prima istanza deve far dimettere personaggi che si autodenunciano nel momento stesso che chiedono l'aiuto e la copertura dei partiti o delle Istituzioni per non finire anch'essi nel cestino dei rifiuti.
commento di marco1101 inviato il 25 ottobre 2010
Perché continuate ad andare in televisione dove uno dice che il governo è pessimo, l'altro che è ottimo e gli spettatori,se devono ancora farsi un'idea non capiscono niente?

Intanto il presidente del consiglio non accetta mai un contraddittorio e periodicamente sparisce dall'informazione per poi tornare quando decide lui, facendo cadere dall'alto le sue 'alate parole'.
Ritirandosi dalla televisione di regime si potrebbe comunicare in modo molto più efficace, usando tutti gli altri mezzi d'informazione(strade, piazze, passaparola, e-mail, internet,le stesse televisioni se non danno diritto di parola a chi urla insulta e mente spudoratamente).

Poi la cosa più importante è il programma e le priorità tra i vari punti del programma, ma andando in tutte le trasmissioni televisive si finisce per fare gli sparring partner agli 'uomini del fare' e si sminuisce e banalizza tutto quanto di buono si ha da dire.
commento di checo inviato il 25 ottobre 2010
Ciao segretario Bersani,volevo solo dire non vergognamoci di essere comunisti,perchè volere un istruzione per tutti indipendentemente dal ceto sociale o etnia da cui proveniamo vuol dire essere comunisti,un lavoro per tutti vuol dire essere comunisti,una legge uguale per tutti vuol dire essere comunisti,volere i propri diritti e doveri vuol dire essere comunisti,ecc. ecc.,allora dico si sono comunista non dimentichiamo il passato da dove proveniamo perchè il passato insegna dai propri errori,quindi orgogliosi di essere comunisti.
commento di vaia inviato il 25 ottobre 2010
L'archiviazione del Pci come ferro vecchio, una legge elettorale antidemocratrica, un bipolarismo da stadio basato sul carma del lider, il governo affidato ad un non politico ha reso la politica oggi un pantano maleodorante sia a destra che a sinistra: politica = ottimo mestiere casta che si alimenta e protegge a danno del paese, casta spesso formata da individui incapaci senza cultura e competenze per non dire di peggio.
Chiedo a Bersani come pensi che si possa ridare dignità e valore alla politica affinchè questo paese possa essere onestamente e con capacità governato sia a destra che a sinistra?
Avresti il coraggio di tagliare i costi della politica e alleggerire la gestione della cosa pubblica es. eliminando le provincie, gli enti inutili, riducendo i parlamentari e i loro privilegi?
E come pensi di rinnovare i quadri del nostro partito? A livello locale vedo che si premia chi fa più sbagli: meglio un posto occupato da un imbecille piuttosto che da uno capace e possibile contendente, pensi che si possano rivedere questi criteri e stabilire delle regole?
commento di guperaz inviato il 25 ottobre 2010
sono guido perazzi, al mio segretario nazionale del PD Bersani chiedo, questo SEMPLICE programma politico per il BENE della RFEPUBBLICA ITALIANA: [non ritieni l'utilità dell'URGENZA POLITICA DI DOVER STARE INSIEME TRA TUTTE LE DIVERSITÀ POLITICHE, CHE ORA SONO ALL'OPPOZIZIONE, PER EVITARE CHE L'INCOLTO SELVAGGIO e primitivo NON ADULTO, SIA IL prossimo PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA italiana]?.
io desidero le primarie per i candidati deputati,senatori, consiglieri reg.prov.com. Ma per il candidato a capo del governo che lo scelgano i dirigenti dei partiti che riescono ad allearsi per stare insieme. ciao da guido l'affamato di saperi
commento di enzo2619 inviato il 25 ottobre 2010
Caro Bersani,
Ti scrive un laurendo in Psicologia del Lavoro ed elettore del PD ( in futuro dipenderà dal programma….)
Un partito di sinistra deve riconoscersi dalla Destra per i Valori di equità sociale e pari opportunità per tutti.
Pertanto promuovi una legge che riduca per la prossima legislatura del 50% i parlamentari e porta borse e dei loro Emolumenti. Non è possibile che un ragazzo laureato con tante difficoltà di accesso al Lavoro veda politici con stipendi di 15-20.000Euro al mese e per di più con acquisizione della pensione con pochi anni di contribuzione e ad un età inferiore.
Se dite che tutti sono uguali davanti alla legge, proponete l’applicazione integrale del sistema contributivo a tutti gli attori della Politica
Un partito della Sinistra deve proporre tutto ciò, altrimente la gente si interroga sulle differenze che non esistono e la risposta sarà “SONO TUTTI UGUALI, ANDARE A VOTARE NON SERVE A NULLA”…
Luigi Del Papa
commento di alpalazzi inviato il 25 ottobre 2010
Bersani, il commento settimanale di Mannheimer sul Corriere di ieri 24 ottobre rilevava che "secondo gli elettori, manca oggi al Pd e lo rende relativamente poco attraente per il voto principalmente l’assenza di chiarezza sulla proposta politica".
La domanda è: perché Bersani non forma il governo ombra, con poche persone di sua fiducia, per i soli ministeri davvero importanti? Perché non usa il governo ombra per informare costantemente il paese sulla proposta politica del PD?
Grazie, Alberto Palazzi
commento di pietroburgo inviato il 25 ottobre 2010
Caro Bersani, telegrafico: Casini? no grazie, ne abbiamo già abbastanza di casini in casa nostra.Quello vuole un partito di centro che governi sempre con l'uno o con l'altro.. Per vincere bisogna recuperare voti e come se ne sono persi molti (non eravamo al 34% ai tempi di Veltroni? Eppure è stato fatto fuori) cosi se ne possono recuperare, ci vuole chiarezza ed unità. Sulla chiarezza imparare da Grillo. Tasse, scuola, laicità, diritti delle minoranze(gay,divorzio breve,fecondazione assistita...ecc), TAV, Ponte (a me vanno bene entrambi , ma al PD???), ACQUA,lavoro, solo per fare un esempio. Alleanze? Vendola e Di Pietro si.
Good luck.
commento di il fratello di cicci inviato il 25 ottobre 2010
caro Luigi, credo che per aggregare il più alto numero di persone servono proposte semplici e condivisibili, legate ai problemi che quotidianamente viviamo sulla nostra pelle.
ritengo che nel programma di governo debbano già essere definite delle proposte di legge su questi punti:
1) semplificazione delle imposte: una sola % per le attività industriali e commerciali; al massimo 3 livelli per il patrimonio
2) lotta all'evasione: regole chiare
3) abbattimento della burocrazia: poche regole severe limitatamente ai punti veramente importanti
4) non inasprire le pene ma assicurare la certezza della pena
5) onestà amministrativa: leggi specifiche con pene dure per chi corrompe e per chi si fa corrompere
6) trasparenza amministrativa: nuove leggi e regole per l'accesso ai CDA di enti vari, che deve avvenire esclusivamente per competenza accertata e non per garantire posti a politici trombati
7) riduzione del numero dei parlamentari
8) lotta all'esportazione di capitali
9) lotta al trasferimento di attività produttive all'estero
10) rilancio del turismo e difesa dei beni culturali e naturali

10 proposte di leggi ad hoc da inserire nel programma di governo, per chiedere l'adesione ed il voto degli italiani.
il 50% di queste proposte rientrano nel discorso del rilancio dell'economia e della difesa/rilancio del livello occupazionale
commento di veneralbe inviato il 25 ottobre 2010
chiedo più aggressività, più chiarezza, farsi rispettare anche con risposte pronte e aggressive, sia con i probabili alleati che con gli avversari, più presenza e tempestività, sempre e in ogni luogo, purtroppo l'informazione se non urli non ti sente nessuno, e mandate persone nuove in tv e preparate per contrastare i mastini di Berlusconi che pensano solo alla propaganda e li addestrano solo per quello. Penso ai tanti bravi segretari regionali e sindaci, lanciamoli di più! E prepariamoli al contraddittorio aggressivo, non è il tempo dei troppo buoni, sia a destra che DI estrema sinistra agrediscono solo il PD.
FACCIAMOCI RISPETTARE!
Veneranda D'Aprile
commento di ONEJERRY inviato il 25 ottobre 2010
CARISSIMO PIERLUIGI,
DA PROFESSIONISTA SENZA CASSA SONO UN ISCRITTO ALLA FAMGERATA GESTIONE SEPARATA,FIGLIA DELLA RIFORMA "DINI" DEL 1995 (A PROPOSITO,QUANTE SONO E A QUANTO AMMONTANO LE PENSIONI GODUTE DA QUELL'ONOREVOLE,ALL'EPOCA ALLEATO DEL GOVERNO DI CENTRO-SINISTRA(!?) PRODI), CHE NON CONSENTE,UNICO CASO NEL PANORAMA PREVIDENZIALE DEL MONDO CIVILE OCCIDENTALE, LA RICONGIUNZIONE DEI CONTRIBUTI IN ALTRE GESTIONI,PERFINO DELLO STESSO INPS DI CUI RIMPINGUA LE CASSE COL CONSISTENTE ESBORSO DA PARTE DEI LAVORATORI PRECARI (NELLA MAGGIOR PARTE DEI CASI PER OBBLIGO, NON PER SCELTA!): E' SEMPLICEMENTE VERGOGNOSO! CHI ASPETTATE AD ELIMINARE DALL'ORDINAMENTO GIURIDICO UN SIMILE OBBROBRIO?
AI LAVORATORI "NORMALI" SONO SUFFICIENTI 35 ANNI DI CONTRIBUTI PER IL DIRITTO ALLA PENSIONE DI ANZIANITA', MENTRE I PRECARI, IL PIU' DELLE VOLTE PER OBBLIGO E NON PER SCELTA, CON CONTRIBUZIONE PRESENTE IN ALTRE GESTIONI ASSICURATIVE, DEVONO RICORRERE ALLA TOTALIZZAZIONE SOMMANDO 40 ANNI:PERCHE' TALE DISPARITA' DI TRATTAMENTO? FORSE CHE I "PRECARI" NON SONO GIA' ABBASTANZA DISCRIMINATI DALLA SITUAZIONE IN CUI VIVONO? ANCORA, I LAVORATORI "NORMALI" CON PIU' DI 18 ANNI DI CONTRIBUTI AL 31.12.1995 VANNO IN PENSIONE COL SISTEMA DI CALCOLO RETRIBUTIVO, I "PRECARI" INVECE, CHE SI TROVANO NELLA STESSA SITUAZIONE, DEVONO SORBIRSI IL CALCOLO CONTRIBUTIVO, NOTORIAMENTE DI GRAN LUNGA PIU' PENALIZZANTE (IL COMMENTO DI MASTRAPASQUA DI ALCUNI GIORNI FA DOCET): PERCHE' TALE DISTORSIONE?
MI RISERVO DI INVIARE ULTERIORI COMMENTI SULLE ASSURDITA' E NEFANDEZZE CONTENUTE NELLE NORME RIGUARDANTI LA GESTIONE SEPARATA, MA INTANTO TI PREGO DI FARE DI TUTTO PER ELIMINARE ALMENO LE PIU' EVIDENTI CONTRADDIZIONI CHE COLPISCONO IN MANIERA ECCESSIVA PROPRIO I PIU' BISOGNOSI DI SOSTEGNO SOCIALE! TI RINGRAZIO PER L'ATTENZIONE E TI AUGURO BUON LAVORO.
CIAO DA GERARDO DI MURI - BOTRUGNO (LE)
commento di Mauo inviato il 25 ottobre 2010
Caro Segretario,
sono un coordinatore di Circolo, rimasto ad esserlo perché nessuno voleva prendersi questa "bega". Non ti nascondo il mio sconforto! Anche perché far parte del PD ad oggi, è forse peggio di fare parte di Rifondazione! Siamo continuamente presi di mira e il peggio è che, pur documentandoci e dando risposte, il più delle volte assistiamo inermi ai litigi interne e alle dichiarazioni dette e smentite, alla tv. Molto spesso, da autorevoli dirigenti ci sentiamo dire "purtroppo non riusciamo ad apparire in TV!" come se questa fosse la soluzione agli infiniti problemi che abbiamo! Ma invece di parlare di TV, perché non si comincia a fare una seria campagna promozionale con manifesti e volantini stampati dal nazionale e recapitati in tutta Italia? L'unico mezzo che ritengo ad oggi veramente efficace, solo se UNITARIO! il problema non è il federalismo partitico! Perché se ci si ferma ad ascoltare le posizioni dei vari coordinatori ed iscritti, le indicazioni sono esattamente le stesse! Quindi 10 punti per risollevare l'Italia ok! ma sintetizzati in un manifesto e spiegati in volantini! Iniziative! Ovunque! E con grandi nomi non solo nelle città! ma anche nei piccoli comuni! Facciamoli girare sti parlamentari!!!
Eppoi! Basta con sto "poltronismo" da protagonisti! E col buonismo! Il processo di berlusconizzazione ha cambiato la società e ci ha messo 20 anni. Noi, sembra ancora che non ce ne accorgiamo! Parliamo e ci riempiamo la bocca parlando di moralità? noi? facciamo ridere! Abbiamo uno statuto ed un codice etico che vengono puntualmente elusi! Se già cominciassimo a far valere quei sani principi, avremmo fatto metà del lavoro! Ma si sa..... una volta che si arriva a certi livelli, è difficile tornare indietro! Ed essere un "cittadino qualsiasi"!!!
E poi! Guardiamo al centro!!! Mi devo ricredere! L'UDC è bandieruolo né più né meno come altri di sinistra ed estrema sinistra, ma almeno a sinistra si tiene fede ad ideali (a volte troppo "idealistici"
commento di fulviozi inviato il 25 ottobre 2010
Sig. Segretario
invece che una domanda ne vorrei porre 2
1) Cosa ha fatto il PD in un anno?
Io ho letto, visto e sentito qualunque cosa dalla proposta di Veltroni a i ragionamenti di D'Alema agli interventi di Rienzi, ma non sono riuscito a capire cosa il PD ha fatto in un anno e cosa vuole proporre perché parole tante fatti POCHI!!!! caro segretario

2) Qual'è la proposta del PD su energie rinnovabili e gestione rifiuti partendo da Napoli, dove è vero che il governo ha proposto molto ma realizzato niente, ma le vorrei far notare che Bassolino è stato presidente della Regione e pure commissario dei rifiuti, e non abbiamo visto nessun risultato le faccio presente una semplice cosa:
Danimarca
nel centro di Copenaghen ci sono tre termovalorizzatori di nuova generazione prodotti in ITALIA che bruciano i rifiuti anche quelli non trattati con emissione 0 esenti da polveri sottili e Diossina, possibile che in tutti gli anni delle ns. giunte nessuno è stato capace di guardare cosa facevano gli altri e magari COPIARE!!!!!
Le alternative si fanno con i fatti!!! non con le parole!!!!
Un vs. elettore molto molto deluso!!!!!
in fede
Fulvio Ziglioli
commento di Stefano51 inviato il 25 ottobre 2010
Per baruch e il nucleare: carissimo, se hai un giardino bello grande e con accesso strada per far passare ruspe e camion, mettilo a disposizione per le scorie.

Stefano OLivieri
http://democraticoebasta.ilcannocchiale.it
commento di valedice inviato il 25 ottobre 2010
Gentile Bersani,
chi sono i GIOVANI per il Partito Democratico? Non crede che sia una macro-categoria creata in modo un pò demagogico?
Sono i ragazzi delle scuole superiori?
Sono i ragazzi delle università?
Sono i ragazzi del mondo del lavoro?
Non si può rispondere le stesse cose per tutti, i giovani non sono un gruppo, sono persone singole con singole peculiarità e singoli bisogni.
Cerchiamo di essere meno "banali" la prossima volta e incontriamo le categorie come gli studenti, i precari, i giovani imprenditori...solo così sapremo dare le risposte precise e chiare che tanti ci chiedono.

Buon lavoro,
Valentina
commento di Raimondo1957 inviato il 25 ottobre 2010
Carissimo Segretario

sono un iscritto, uno di quelli che con l'Ulivo e poi con il Partito Democratico è ritornato alla politica, dico ritornato perchè sono un vecchio militante di quel Partito che era di Berlinguer. Quando due anni fa ho preso la tessera avevo tante speranze anche perchè credevo che entrando nel Partito avrei avuto più opportunità di partecipare ma le mie speranze per ora sono state vane, la mia Sezione o Circolo (Arenella - Napoli) credo che sia una di quelle che non funziona per nulla, non ho il piacere neanche di conoscere il segretario del Circolo. Io come te e tutto il Partito credo che se non torniamo tra la gente a parlare con loro sarà difficile recuperare il divario tra la politica e i cittadini, ma come fare se non abbiamo noi militanti una organizzazione alle spalle. Io nel mio piccolo parlo con quelli che ho vicino ma tutta altra cosa sarebbe avere delle persone con le quali organizzare l'incontro con i cittadini del mio quartiere.
Con piacere ho letto che si stanno organizzando delle giornate di mobilitazione del Partito e spero di poter partecipare.

Cosa pensi di fare per imlementare il rapporto tra gli iscritti, "base", e il "vertice" del Partito, soprattutto nella realtà napoletana dove questo rapporto è quasi inesistente e dove fortissimo è il distacco tra i cittadini e la politica, dove prossimamente ci saranno le elezioni comunali e noi iscritti abbiamo conoscenza dei candidati alle primarie dai manifesti per strada e non dalla nostra dirigenza ?

commento di baruch inviato il 25 ottobre 2010
pezzo saltato

E ANCHE DI ECCEMARCO

4) Perche' screditare Grillo e i movimenti che pullulano dal basso senza considerare che tanta parte della popolazione di sinistra aderisce a questi movimenti a causa di una estrema delusione provata nei vostri confronti? Perche' non iniziare a dialogare con questi movimenti, invece che con gli impresentabili scambisti come Casini e co.?
Grazie.

pìpì esse:
sul commentario mi manca la barra con i colori grassetto ecc
commento di baruch inviato il 25 ottobre 2010
FATE QUESTO BENEDETTO PROGRAMMA SE NON NE SIETE CAPACI CHIEDETE ALLA GABANELLI

1987 - SONO PASSATI BEN 23 ANNI DAL REFERENDUM SUL NUCLEARE E SOLO ORA SI è COMINCIATO A FARE QUALCOSA. SIAMO IN RITARDO DI 20 ANNI ANCHE GRAZIE ALLA SINISTRA. COME MAI?

TUTTI I LAVORI PUBBLICI CI SONO COSTATI CARI CARISSIMI. ALCUNI NON SONO TERMINATI ALCUNI ALTRI SONO TERMINATI MA MAI USATI.
QUELLI FINITI CI SONO COSTATI TRE VOLTE TANTO - CORRUZZIONE? TANGENTI?.... -
ALCUNI TERMINATI HANNO FATTO ACQUA DA TUTTE LE PARTI (APPALTI TROPPO BASSI?)IN ITALIA NON SIAMO CAPACI A FARE UN TETTO DATO CHE PIOVE NELLE STANZE SOTTOSTANTI. IN TUTTI QUESTI ANNI IN CAMPANIA NON CI SI E' ACCORTI CHE LA CAMORRA SOTTERRAVA I RIFIUTI TOSSICI ANCHE DEL NORD QUEL NORD CHE PARLA MALE DEL SUD. ALL'AQUILA I SOPRALLUOGHI ESEGUITI HANNO ASSICURATO CHE TUTTO ANDAVA BENE IN TV SI PARLA DA GG. SUL DELITTO DI AVETRANA SI PARLA OGNI MINUTO MA NON SI SA PIU' NIENTE DEI PROCESSI DOPO TERREMOTO (PAGHERANNO TUTTI O SOLO I SOLITI POCHI PER COPRIRE...?) - SULLE STRAGI NON NE PARLIAMO - ILARIA ALPI SILENZIO SI GIRA

E IO DOVREI FIDARMI DI QUELLI CHE MI DICONO CHE GLI INCENERITORI E LE CENTRALI NUCLEARI SONO SICURE?

PER FINIRE SOTTOSCRIVO QUELLO CHE HA SCRITTO WARPIG

Nel 2007 un importante esponente del pd (presidente del consiglio regionale, allora ds) in Calabria querelò i ragazzi di "Ammazzateci tutti" perchè avevano sollevato perplessità sulla massiccia presenza di indagati nell'assemblea regionale, allora a maggioranza di centrosinistra, citando tutti i nomi dei leader dell'organizzazione, mettendone in pericolo l'incolumità.

Nel 2008 il nostro partito, nell'era di Veltroni e del We Can, candidò in Sicilia al Senato l'ex-presidente del consiglio comunale di Terme Vigliatore (ME), sciolto per mafia nel 2005. Lo stesso ha delle grosse responsabilità nel suicidio del professore Adolfo Parmaliana ed è oggi Sindaco dello stesso comune.

Alle stesse elezioni fu candidato un ex
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
20 febbraio 2008
attivita' nel PDnetwork