.
contributo inviato da salvatore1 il 17 ottobre 2010

Tante cose si dicono e si diranno sulla manifestazione della Fiom. Mi limito a commentare ciò che più mi ha colpito e allarmato, le affermazioni di Francesco Boccia, deputato del PD, noto forse principalmente "grazie" a due consecutive sconfitte contro Vendola nelle primarie pugliesi:

"Il corteo è pieno di intellettuali milionari, ex deputati con vitalizio e politici che, dopo la passarella davanti alle tv, tornano a casa in auto blu".

Dunque per Boccia la partecipazione al corteo è in contraddizione con l'essere "intellettuali milionari". Anzi, se capisco bene, essere insieme le due cose è un'aggravante. Bisognerebbe scegliere se essere intellettuali o milionari. Se si usa l'intelletto si deve essere poveri. La ricchezza è ammessa solo per gli stupidi o per chi, stando negli affari, usa la furbizia più che l'intelletto? Non dovrebbero partecipare neanche gli ex deputati con vitalizio? La polemica contro il vitalizio facile (di cui godrà lo stesso Boccia)  è giusta naturalmente ed è presente anche su questo pdnetwork. Ma l'ex con vitalizio dovrebbe sentirsi meglio non partecipando al corteo? E se i politici presenti non tornassero a casa con l'auto blu sarebbero assolti? I milionari non debbono permettersi di solidarizzare con i lavoratori? 

Però -  accidenti! - le parole di Boccia sono sinistramente identiche ad altre che abbiamo sentito. "Non si mangia con la cultura" (Tremonti), "Cultura di merda" (Brunetta), "Radical chic" (Bondi e mezzo pdl), "Quando sento la parola cultura, metto la mano alla pistola" (Goebbels, il nazista).  Mi viene in mente di nuovo Tremonti che, dall'alto del suo milione di reddito annuo, schernisce Floris a Ballarò per i suoi 400.000 euro lordi. E poi ancora echeggiano gli attacchi a D'Alema, ma non quelli, correttissimi e che condivido,  al suo ruolo politico. No: quelli alla benedetta barca. Per carità i politici della sinistra debbono essere francescani! Le barche spettano solo agli altri. E poi la leggenda metropolitana, di cui si ricorderanno i meno giovani, di Berlinguer, teorico dell'austerità, che avrebbe posseduto mezza Sardegna (che poi magari sarà stata ceduta a Berlusconi). Va bene. Basta. Non so di preciso a chi si riferisse Boccia. Mi viene in mente più facilmente  Vendola per qualche comprensibile ragione. Ma non importa. Stiamo nel merito. E il merito è che in troppi nel PD parlano ormai il "loro" linguaggio. Questo mi fa temere che "loro" abbiano vinto comunque.  Penso che non mi accorgerei nemmeno della svolta se un giorno Boccia sostituisse Brunetta.

TAG:  BERLINGUER  BOCCIA  BONDI  BRUNETTA  D'ALEMA  PD  TREMONTI  VENDOLA 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
commento di nino55 inviato il 21 ottobre 2010
Ovviamente, Clint, sono in sintonia con tè.La mia metafora,che voleva solo affermare il legittimo pensiero di affidare le responsabilità di un partito a persone oltre che a essere competenti, conoscano sulla loro pelle cosa vuole dire "il sacrificio", per essere stati gestori di successo nei loro settori, si integra alla tua visione a 360° e quindi credo che veramente ci vorrebbe una rivoluzione nel PD,oppure semplicemente un'aggiustamento in corso d'opera, che consenta a chi abbia quelle caratteristiche di uscire allo scoperto, come la nostra DEBORAH, e si propongano per guidare questo partito.Non so se la SERRACCHIANI, abbia vincoli o altri lacci, che gli impedirebbero di concretizzare le sue idee, ma vista dall'ottica del simpatizzante, lei assieme a qualche altro, possono ridare linfa e speranza al nostro partito.
commento di clint333 inviato il 20 ottobre 2010
Gente come Boccia fa male al PD per molti motivi, ma quelli insopportabili sono:
1) allineare tra le "voci" fannulloni più o meno acculturati ma certamente senza nessuna reale competenza seria in campo economico e politico.
2) accettare tra le sue fila personaggi che nulla hanno a che fare con una visione di sinistra moderna, e che stanno nel PD solo perché è lì che hanno trovato la "poltrona" disponibile, ma che non avrebbero nessun problema a militare in qualsiasi altro partito.
OCCORRONO PERSONE SERIE, CON IDEE, CON UN CURRICULUM DI FATTI E ESPERIENZE, CON UNA CULTURA CAPACE DI DISTINGUERE TRA I DISCORSI TRITI E RITRITI E UNA VISIONE INTELLIGENTE DELLA REALTA'. LASCIAMO CHE GLI STUPIDI VADANO ALLA DESTRA, PLEASE ...
commento di nino55 inviato il 19 ottobre 2010
Se nel PD ci sarebbero personalità che alzassero la voce come si deve, e che prima di raggiungere la vetta,avrebbero avuto un passato di lavoratori con le toppe nel culo, e con le mani piene di calli, forse a quest'ora non esisterebbe neanche questo famoso Boccia.
commento di Anpo inviato il 19 ottobre 2010
Ormai ogni argomneto è buono per svicolare il ritorno l'emergenza rifiuti in Campania. Ma non era stata risolta mesi fa? E che gli serve a Berlusconi per farlo? Visto che tranne il Comune di Napoli i suoi controllano tutto?
commento di salvatore1 inviato il 19 ottobre 2010
Magari "come altre volte", non sempre (grazie al gentile cilloider) faccio un po' di "casino". Io per la verità ero imbarazzato nel proporre cose che potessero essere scontate a sinistra. E invece no, non sono scontate. Passi che Masi chieda di discutere i costi elevati di alcuni ospiti della prossima trasmissione di Fazio e Saviano. Ineccepibile. La cosa strana è che di costi si parli solo a proposito di Santoro, Floris,Fazio, Benigni. Qui i moderati, liberisti, anticomunisti, smettono di ossequiare il libero (libero, più o meno) mercato che ha dato ricchezza al pregiudicato Briatore e al plurindagato premier. Non si fanno più i conti fra costi e ricavi degli spot. No. Vuoi scommettere che è una questione morale? Comunque un copione noto. La mia sorpresa di noto "radical chic" è che recitino lo stesso copione alcuni campioni del PD. Cosa propone infine Boccia? Che uno che sta a sinistra rifiuti il mercato. Saviano fissi un costo "politico" per il suo ultimo libro (1000 euro va bene?)e poi lo ceda ad un editore sorteggiato (se no, come?), magari la Mondadori di Berlusconi che così potrà acquistare la ventunesima casa. A lui nessuno rimprovererà niente. Delle loro ricchezze ormai si dice solo per ricordare che pagano un mucchio di tasse e danno un mucchio di lavoro. Noi a sinistra ormai siamo così: fra poco chiederemo che i nostri formulino i voti di castità e di povertà. Accidenti, ho appena sentito che gli ospiti di Fazio lavoreranno gratis. Ce l'abbiamo fatta: i compagni, grazie alle nostre proteste, lavoreranno gratis. Agli altri, Boccia compreso (spunto qualunquistico per essere moderno e non radical chic),vitalizi, barche, ville ed escort in abbondanza.
commento di dollaro07 inviato il 19 ottobre 2010


IN ITALIA C'E' UNO SCIENZIATO CHE E' ANCHE UN GRANDE UOMO.

E' IL PROF FRANCO MANDELLI EMATOLOGO DI FAMA INTERNAZIONALE

HO LETTO IL SUO LIBRO, IL RICAVATO VA ALL'ASSOCIAZIONE ITALIANA CONTRO LE

LEUCEMIE.

HA LOTTATO UNA VITA CONTRO I TUMORI MA SOPRATTUTTO CONTRO LA BUROCRAZIA.


INVECE DI LEGGERE I LIBRI DI QUESTI INTELLETTUALI DI CHE POI SI COMPRANO LE


CASE ALL'ESTERO E LE BARCHE A VELA LEGGETE IL LIBRO SI CHIAMA "HO SOGNATO UN

MONDO SENZA CANCRO"
commento di frapem inviato il 19 ottobre 2010
Stai dicendo che 2milioni di iscritti sono sufficienti a fermare 25milioni di lavoratori? E questa sarebbe democrazia.. vabbè non nè parliamo piùm simpatia ricambiata.
commento di pasquino50 inviato il 19 ottobre 2010
@frapm
Punto 1: io mi domando......hai fatto la tua domanda, ti sei dato la tua risposta...molto marzulliana la cosa, ammettilo.
Sorvolo su ..."pasquini".......vecchio trucchetto alla velardi e sgarbi....
Punto 2:..ad illudere i lavoratori...dimentichi di nominare i bonanni,angeletti,ex plverini,ecc,ecc. E questo chiarisce.
Punto 3:...il problema vero.....prova a pensare in maniera meno "fideistica", se sai cosa vuol dire..! Non hai detto nulla e contrario di nulla.
Punto 4:...il resto è folklore, nostalgia, rimbecillimento senile....E con questo ti sei dato il tuo "limite". Sei un "giovane turco"... No problem, si lavora anche per te, non ti lascieremo fuori al freddo!
Il problema non è fra "noi", ma tra l'interpretazione del "momento politico" è il "che fare": la Politica è,in fine, solo questo. Tu cosa vedi, se guardi?
Senza falsa polemica,"ma anche"con simpatia...la mia empatia stà da altra parte!
commento di frapem inviato il 19 ottobre 2010
Io mi domamdo come si permette un'organizzazione sindacale come la cgil che rappresenta si e no duemilioni e mezzo di lavoratori, di minacciare lo sciopero generale.. vedi pasquini non esiste solo la demoagogia e il populismo di destra ma anche quello di sinistra e ad illudere i lavoratori i signori, landini, rinaldini, epifani, cremaschi, sono , maestri. Capisco che sei elettrizzato, ma ti consiglio di scendere con i piedi per terra.
Il problema vero è recuperare risorse dove c'è spreco e corruzione affollomanto delle istuzioni.. ma di questo nessuno dei tuoi amici ha parlato. E sempre recuperando risorse, magari pensando anche di chiudere qualcuno dei tanti palazzi del potere, il quirinale, perchè no? diamo ossigeno alla ricerca per lavorare sulla qualità dei prodotti. Poi cerchiamo di far funzionare gli impianti notte e giorno per aumentare la produttività..
Poi aboliamo i salari o stipendi privilegiati, e paghiamo di più a chi è professionalmente più preparato.. E' inammissibile che un usciere del ministero guadagni il quadruplo di un insegnate o di un medico. Lavoriamo per un salario sociale esteso e aboliamo l'articolo diciotto. Queste ed altre sono le cose da fare il resto è folklore, nostalgia, rimbecillimento senile.
commento di pasquino50 inviato il 19 ottobre 2010
@frapem

Non sarà che quello tu "schifi" forse è apprezzato e "sentito" da una silente parte del "popolo" che vuole solo tornare ad esprimersi nei propri ideali?

Non ho personalmente nulla contro le "nazionalizzazioni" (+"stato"-"azienda").....ma l'impresa privata risponde allo stato "costituzionale" (art.41 per esempio)......E' la nostra C.Costituzionale scritta con ideologie,ideali ed idee. Indica una "identità" che oggi sembra essere offuscata....
commento di frapem inviato il 19 ottobre 2010
Gli ideali sono legittimi, le idee sono invece necessarie e sono quelle che mancano alla sinistra. A me sinceramente fa schifo vedere dipietro e vendola partecipare ad una manifestazione di parte con quei toni, quando questi signori si vorrebbere porre alla guida del paese.. Cosa farà il signor vendola, nazionalizzerà la fiat come chiedeva la piazza?
Ma è tutta colpa del pd che non ha le idee ma le mormora, quasi se ne vergogni. I suoi uomini migliori, come Ichino, lavorano nella clandestinità proprio sui temi del lavoro, del nuovo modo di intendere la contrattazione, sul come superare il precariato..
commento di pasquino50 inviato il 19 ottobre 2010
@frapern
Aborrro, direbbe mughini, alla parola "ottica democratica".... :)
Il nulla comprende il nulla. L'etimologia della parola democratica non è "finita", poichè lascia ipoteticamente aperte molte "porte storiche"... quindi è mooolto "ambigua".
Lo dimostri nel tuo commento..."ciascuno può espremere un proprio giudizio senza essere crocifisso, come sono ad uso i monopolisti di questo post, i quali sognano un ritorno alla lotta di classe, un muro senza fine che......" Il "dire di boccia " è democratico perchè non intriso di ex o post ideologia....è semplicemente democratico. Tutti gli altri differiscono, quindi meno o più democratici? Io direi : altera, nun secundam.
Se è veritiero,per te, che non servono ideologie, dicci almeno se serve "l'idea"...visto che gli "ideali" possono essere scomodi...!
Democratico lo è anche il mio cane quando abbaia perchè ha fame....potrebbe mordermi ma non lo fa! :)
commento di frapem inviato il 19 ottobre 2010
Questo boccia ha parlato a suo modo in un'ottica democratica che non è ex comunista e non è socialdemocratica, ma semplicemnente democratica, nel senso che ciascuno può espremere un proprio giudizio senza essere crocifisso, come sono ad uso i monopolisti di questo post, i quali sognano un ritorno alla lotta di classe, un muro senza fine che come abbiamo visto impoverisce i lavoratori, e il paese. Se non usciamo dalle ideologie ci cacceranno fuori dal terzo millennio, questa è la vertità ed è quello che sta accadendo al nostro paese. IL PD ha intenzione di far convergere la sua battaglia elettorale sull'abbassamento delle tasse previo recupero dell'evasione. E' la solita solfa poi sappiamo come finisce. Per recuperare effettivamente un euro di evasione occorrono anni..
E' necessario invece una grande riforma di sistema in cui sia compresa anche la riforma dello fisco. E su questo dovrebbe convergere tutta la sinistra.
commento di pasquino50 inviato il 19 ottobre 2010
Chi è Boccia, ora rammento.....

D'Alema: Vendola non sarebbe adatto a guidare centrosinistra

Roma, 18 ott. (Apcom) - Nichi Vendola non sarebbe un leader adatto per il centrosinistra. Lo dice Massimo D'Alema a 'Otto e mezzo' quando gli viene chiesto se ci sia la possibilità che il governatore vinca le primarie per la premiership: "Non lo so, non credo. Non mi sembrerebbe ragionevole perché non mi pare che sia la personalità più adatta a guidare una coalizione di centrosinistra. Poi cosa accadrà non lo so. Competitivo è competitivo, ma penso che noi siamo in grado di dare una risposta assai più convincente di quello che dice Vendola".

...."ma penso che noi siamo in grado di dare una risposta assai più convincente di quello che dice Vendola" .....una risposta.....si è visto in Puglia...MA A QUALE DOMANDA?. Alla "domanda che sale dal basso ed espressa nel paese (per dirla in breve)"....oppure quella meditata e riflessa nei meandri dei partiti e dei palazzi? E con quale saccente sicumera si ritiene "più convincente"? Lo dimostri, adesso. Perchè convincere è molto più difficile che "far votare"....con credibilità ed autorevolezza!
Sono affidabili tali personaggi? Dove,la loro insipienza, potrà precipitare il pd con tanta aspirazione al "maggioritario" che puntualmente si spaccia per "egemonia culturale" del "centrosinistra", confondendola con i propri "desiderata"! Brandelli di "storie personali" non fanno di sicuro una "nuova storia comune". Al massimo un argomento di conversazione fra ex e post...destinati al macero, come merce scaduta!
Potete fare di meglio, ma non per tutti. Quindi scegliete con chi stare, senza tanto "universalismo" che sa di "Rerum Novarum"...! :)
commento di partigiano49 inviato il 19 ottobre 2010
"Boccia ha fatto un'esternazione talmente populistica"
INECCEPIBILE !!!!!
"da essere per forza condivisibile"
su questo un pò meno...anche se queste frasi fatte procurano sempre un consenso legato all'antipolitica fra la gente, avrebbe anche potuto dire "tanto sono tutti uguali" o "tanto rubano tutti" o " piove governo ladro"

"Il corteo è pieno di intellettuali milionari, ex deputati con vitalizio e politici che, dopo la passarella davanti alle tv, tornano a casa in auto blu"

A parte che se un corteo di centinaia di migliaia di persone fosse stato pieno(???manco l'italiano...) di milionari il problema dell'Italia sarebbe risolto, una battuta del genere me la sarei aspettata da Capezzone o da Gasparri o da Calderoli, non da uno del PD contemporaneamente ad una manifestazione riuscita al di là delle più rosee aspettative; se l'intelligenza del nostro eroe è questa si capisce perchè nonostante l'appoggio del partito abbia perso le primarie contro Vendola (che mi è simpatico ma che non voterei), si vede che in Puglia, a differenza di me, lo conoscevano già.
commento di cilloider inviato il 19 ottobre 2010
Come altre volte Salvatore1 fa un po di casino....

Il capitalismo autoritario sta vincendo, un capitalismo senza la bistrattata e falsificata parola libertà....insomma culturalmente oltre che economicamente sta vincendo il capitalismo cinese.

Bisogna scegliere da che parte stare della barricata....i radical-chic sono fuori moda.

Boccia ha fatto un'esternazione talmente populistica da essere per forza condivisibile....e la cultura non c'entra un fico secco....
Qui non si parla di milionari intellettuali....ma di falsi intellettuali sicuramente milionari...è questo il significato condiviso..o meglio l'accettazione comune dell'affermazione di Boccia, purtroppo Salvatore1 è troppo puntiglioso ...come un pianista tecnicamente perfetto si arrovella per la non perfetta durata delle armoniche..e non riesce ad ascoltare la melodia nella sua interezza.
commento di nino55 inviato il 19 ottobre 2010
Rebyaco, il tuo commento ci manda in visibilio.La domanda nasce spontanea, e quindi noi CHE FACCIAMO DINANZI a tale prospettiva, rimaniamo inerti?Allora si deve dare credito a SCOMPALA, quando dice tutti collusi e tutti a casa? Credo che convenga, continuare a dialogare tra noi fino a quando lo sapremo fare, e di non cercare altri lidi di convenienza politica o semplicemente di non farci prendere dallo sconforto abbandonando la nave, perchè se il nostro ruolo è quello di non confondere l'affarismo politico con i bisogni veri della società, per dovere di cittadini onesti continueremo a batterci con le nostre armi, la libertà di pensiero e il dialogo aperto, che magari non servirà a risolvere il problema, ma è l'unico modo per continuare ad essere parte attiva della nostra società.Scusami, ma non aggiungiamo al loro niente, le nostre divisioni.
commento di seamusbl inviato il 19 ottobre 2010
Comrades mi sembra che siate troppo cattivi con comrade F. Boccia, che fa jus al suo nome.
Boccia infatti puo' avere ragione da vendere e le sue parole interpretabili in questo modo, vi sono un mucchio di appartenenti all'avanguardia neo-liberale che vanno a sfilare ma piu' per esibizione che per intelligenza e proposte contenutistiche.
La sfida infatti e' tradurre una protesta di impoverimento in una proposta programmatica credibile ed efficace.
Gli organi di disinformazione sono bene schierati contro il lavoro e la maggioranza della popolazione specie quelli dei sepolcri imbiancati che dissimulano il contrario.
Comrade segretario Bersani ha l'arduo compito di mostrare che il PD e' vicino alla maggioranza della popolazione in modo non ipocrita e con proposte credibili. E che si differenzia pure e soprattutto dai sepolcri imbiancati che fanno la predica.
Purtroppo al momento il PD si tiene lontano dal lavoro al di la di qualche slogan perche' non sa che pesci pigliare, e ormai l'Italia e' come l'Argentina percio' se non si vedono i problemi principali e ci si sofferma su questioni secondarie per dirla alla Boccia si fa dell'esibizionismo a bun mercato da milionari.
commento di Anpo inviato il 18 ottobre 2010
Di tutti quelli che sabato sono scesi in piazza con gli operai (Cesare Damiano, Stefano Fassina, Paolo Nerozzi, Vincenzo Vita, Barbara Pollastrini, Matteo Orfini, Sergio Cofferati, Ignazio Marino) si perderà il ricordo e resteranno solo le parole di Boccia visto anche che la cosidetta "stampa libera" di aerea travaglina è sempre solerte a sparare contro il Pd.

Ciò ovviamente non giustifica le idiozie di Boccia o la mancata adesione del Pd alla manifestazione (Bersani non può parlare di "Pd di sinistra" durante le primarie e poi disertare le manifestazioni dei lavoratori).

Anche se è vero che personaggi come Di Pietro, Diliberto, Ferrero (che ringraziamo di essere tornato a dare il suo contributo alla regione Piemonte dopo 15 anni di aspettativa) o Bertinotti, a cui probabilmente Boccia si riferiva, sono molto bravi a scendere in piazza ma hanno dimsotrato di esserlo molto di più a creare difficoltà ai governi di sinistra.
commento di MarioZ inviato il 18 ottobre 2010
Buonasera ragazzi, sabato sono stato Roma e ho percorso kilometri e kilometri quasi di fianco ad Antonio Di Pietro perchè il mio partito ha ritenuto di non aderire. Tornando a casa avevo solo due pensieri: 1) tenere la tessera del Pd perchè voglio lottare dentro al partito per far cambiare le cose 2) scrivere una lettera a Bersani.
Obiettivi centrati, ho ancora la tessera, a giorni la rinnoverò per il 2011, ed ho scritto su www.pensieridemocratici.it con il titolo bocciofila l'articolo.
Ciao a tutti e teniamo duro.
commento di partigiano49 inviato il 18 ottobre 2010
Vedi frapem, io ho sfilato quando lottavo veramente per il pane e mi faceva enormemente piacere di sentire vicine, anche nelle manifestazioni, alcune forze politiche ,sociali e anche studentesche e ora, che anche grazie a quelle lotte ho potuto condurre una vita " agiata" non dimentico il passato e mi immagino che anche ai manifestanti di oggi faccia comunque piacere ricevere solidarietà e avere al fianco delle persone che ritengono "importanti" , magari anche solo a parole (meglio se con i fatti).
Per questo la uscita di Boccia mi sembra comunque molto molto molto fuori luogo e fatta da uno che non ha mai lottato per il pane, e ho sospettato che la storia delle primarie in Puglia non fosse dimenticata.
Sulla Camusso siamo d'accordo piace anche a me.
Naturalmente sai benissimo che non ce l'ho con te, ci mancherebbe ...
un caro saluto
commento di frapem inviato il 18 ottobre 2010
Credimi caro 49, dipende dalla sensibilità e dalla sincerità della tua passione. Ovviamente a manifestare di sabato nessuno ci rimette.. ma sfilare con chi lotta veramente per il pane, tu che hai la pancia piena.. ti assicuro per espedrienza personale non è una bella cosa.. io non ce la facevo, mi sentivo di prerli per culo, eppure ero semplicemente un poligrafico che con il cambio di categoria aveva visto, non per suo merito, triplicare il suo salario da un mese all'altro. Ma purtroppo la politica ci rende cinici..
Il che non vuol dire che un benestante non debba schierarsi dalla parte del menoabbiente.. però che sia lui a gridare no allo schiavismo ad inverire contro marchionne, mi pare ridicolo. Il lavoratore ha bisogno dell'imprenditore, perchè gli dà il pane. Cercare un dialogo è nel nostro interesse, non certo di chi ha la pancia piena.
Comunque è stata una bella manifestazione, e ancora più bella i sembra la dichiarazione della Camusso.. prima cerchiamo la trattativa.. è così che si fa.. i numeri contano, e noi siamo il paese meno produttivo d'Europa.
Spero non ce l'abbia con me..buona serata.
commento di partigiano49 inviato il 18 ottobre 2010
Caro frapem, se quel che ha detto Boccia l'avessi detto tu, non avrei nulla da eccepire, ma Boccia non mi pare sia uno messo male economicamente, i suoi 20.000 euro al mese li prende pure lui alle spalle dei cittadini anche se non è andato in piazza....
Il fatto che abbia partecipato gente con la pancia piena come dici tu e come in realtà è, non significa nulla; i poveri dovrebbero manifestare per conto loro ? e i derelitti per conto loro ? e i miserabili ?

"L'intervento di Boccia è in piena sintonia con l'idea originaria del PD di aprire una stagione nuova tra i mondi del lavoro"

L'intervento di Boccia è in sintonia solo col suo rancore perchè Vendola, pur non appoggiato dal partito glielo ha messo in ... alle primarie in Puglia, visto che Vendola partecipava alla manifestazione ha sperato che fosse un flop, poi visto il successo al di sopra di ogni aspettativa è scoppiato.... è la solita lotta interna non sperare che avesse in mente di trovare posti di lavoro per chi non ce l'ha
commento di frapem inviato il 18 ottobre 2010
Ha ragione Boccia i milionari se ne sitano a casa..
La redistribuzione della ricchezza di cui parla Bersani passa anche dalle loro buste paga da decine di migliaia di euro mensili, vero Niki?
Del resto il candelotto a Bonanni l'ha lanciato una con la panza piena e anche le Br erano gente dalla panza piena, sarà un caso?

Purtroppo Bersani con il suo cerchiobbottismo sta facendo più danni del sì ma anche di Veltroni. L'intervento di Boccia è in piena sintonia con l'idea originaria del PD di aprire una stagione nuova tra i mondi del lavoro.
Invece leggo solo interventi di condanna a chi ribadisce con coraggio questo concetto. Capisco che il milione di Roma ha galvanizzato molti salamellari. Ma tra turisti per caso, residui di lavoratori protetti, e del pubblico impiego nella terra dei ministeri, si fa presto a mettere su un milione di persone. Poi le manifestazioni passano, mentre i problemi del lavoro restano.
commento di magnagrecia inviato il 18 ottobre 2010
Mi permetto di rilevare una contraddizione logica, grossa quanto una casa: ma se questo Boccia non è nessuno e rappresenta solo se stesso, invece di dedicargli ben 4 thread e vari commenti indignati (che, sono sicuro, cresceranno di numero), perché non l'avete semplicemente ignorato, come meritava?
commento di frapem inviato il 18 ottobre 2010
Purtroppo Bersani con il suo cerchiobbottismo sta facendo più danni del sì ma anche di Veltroni. L'intervento di Boccia è in piena sintonia con l'idea originaria del PD di aprire una stagione nuova tra i mondi del lavoro.
Invece leggo solo interventi di condanna a chi ribadisce con coraggio questo concetto. Capisco che il milione di Roma ha galvanizzato molti salamellari. Ma tra turisti per caso, residui di lavoratori protetti, e del pubblico impiego nella terra dei ministeri, si fa presto a mettere su un milione di persone. Poi le manifestazioni passano, mentre i problemi del lavoro restano.

commento di partigiano49 inviato il 18 ottobre 2010
Per la serie facciamoci del male, oggi Casini ai critici all'interno del PD: "venite a me", interpretazione libera di "lasciate che i pargoli vengano a me" (tratta dai vangeli ma usata anche dai preti pedofili....)
Speriamo di no, altrimenti a furia di spostamenti incrociati di parlamentari, alla fine quelli che lo prendono ne lo retro siamo noi.
Un partito che raggruppa un così alto numero di imbecilli non so più se convenga votarlo, tutti i giorni se ne scopre uno nuovo, che c'è , un virus?
commento di rebyjaco inviato il 18 ottobre 2010
Questo è "" IL VERO PD."", quello di coloro che come DALEMA comandano, di quelli che lo vogliono ridurre al 15-20% per poterlo controllare più facilmente, che hanno inciuciato costantemente con Donsilvio, che ottengono da Donsilvio, incarichi e apprezzamenti. Che si vogliono alleare con ""LA MAFIA e le altre BANDE"" inseguendo Casini/Cuffaro/Caltagirone/Vaticano. Che vogliono ripudiare Di Pietro o Vendola perchè vorrebbero RIPULIRE LA POLITICA del ladrocinio. Di coloro che sognano di tornare al controllo ""Compartito e Condiviso"" fra tutti i ""LADRI"" come ai bei tempi della DC. e PSI. Questo è il PD. che ha URGENTE NECESSITA' di rinnovamento della SUA PEGGIORE CLASSE DIRIGENTE. Quella che da DECENNI, ha condannato il Partito ad essere solo l'ombra di quello che vorrebbero i Suoi sostenitori.
commento di F.Rosso inviato il 18 ottobre 2010
I Boccia, i Latorre, in passato i Dalema... hanno allontanato migliaia di elettori dal PD con le loro dichiarazioni reazionarie.
Non sanno più dove arrampicarsi per non ammettere alla luce del sole una cosa palese, e cioè il fatto che loro, i Boccia & c., con la sinistra non hanno nulla a che fare. Lo ammettano prima di tutto a se stessi, poi agli altri, e infine ne traggano le conclusioni.
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
21 gennaio 2009
attivita' nel PDnetwork