.
contributo inviato da Marco.Bonfico il 10 ottobre 2010

SCATOLE CINESI

Come creare conflitti


Già nel 2008 in un post relativo ai sistemi economici mondiali davo come riferimento l'avanzamento e il superamento dagli altri sistemi in atto Dollaro – Euro – Yuan del modello socio economico Cinese.


Questo comporta una visione attuale dei pericoli riguardanti sia la piccola e media impresa che i lavoratori coinvolti in scelte industriali di rilievo nei trattati bilaterali che vengono presi senza tenere conto che nel sistema attuale non sono equiparate le realtà site nei nostri sistemi di etnie che si tengono al margine e producono senza attuare le norme e le tutele del paese ospitante.


Entriamo nel merito del titolo in quanto vengono a galla errori socio economici che coinvolgono nel Veneto assessori leghisti che hanno lasciato un buco di oltre un miliardo di euro, questo significa che non vi sono certezze della preparazione atte a governare questo periodo di incertezze socio economiche.


Si continua a dire che tutto va bene ma le entrate fiscali sono diminuite del 1% annuo e del 2,5% sul 2009 nel 1° semestre, certo il F.M.I. Sostiene ed a ragione che il debito pubblico si attesterà intorno al 118,5% del PIL quando in nostro Ministro ritiene che i conti 2010 sono in linea, l'affermazione che l'eliminazione delle Provincie faccia risparmiare solo 200 milioni di euro non è reale in quanto è il costo complessivo: Presidente, Giunta, Consiglio, Strutture e rapporti con le altre provincie il risparmio è molto maggiore.


Vi sono altri passaggi di cui i derivati fanno parte (Titoli tossici) in scadenza per un valore di oltre 4 miliardi di euro in Europa e dal possesso di valuta estera della Cina di oltre 17 mila miliardi di euro , senza contare il mantenimento in essere degli U.S.A. (Titoli di Stato), per questo l'oro è il bene rifugio per eccellenza in quanto è l'unica moneta non influenzabile dal volume monetario non coperto adeguatamente dalle Banche Centrali è per questo che la Cina si sta impegnando alla penetrazione della gestione economica sostenendo anche la Grecia e ottenendo un interscambio di 100 miliardi di euro in cinque anni (attualmente 2,25 miliardi) con l'Italia ma alla popolazione cosa viene oltre alla perdita di posti di lavoro.


Attualmente stiamo pagando la crisi con il 70% degli stranieri e solo il 30% italiani.


Ai nostri lavoratori come cambio naturale di interessi viene a mancare il diritto acquisito per contributi versati in più Casse che spostano in base alla Legge n. 122/2010 di altri 6 mesi il diritto alla pensione (non basta cominciare come apprendisti ma per tutta la vita dobbiamo avere in mente che in base ai lavori svolti si “andrà” in pensione MAI).


Pertanto si può affermare che questo governo sta mettendo le mani in bocca agli italiani per togliere anche l'ultimo boccone,


Basiano 10 ottobre 2010


Marco Bonfico

TAG:  POLITICA  DIRITTI  LAVORO  PARTITO DEMOCRATICO  PD  SOCIETÀ  CULTURA  DS  MARGHERITA  ECONOMIA  VELTRONI  POLITICA INTERNA  WALTER VELTRONI  SCIENZA  PRIMARIE  DIREGIOVANI  PARTITODEMOCRATICO  FINANZA  SVILUPPO SOSTENIBILE  NEW MEDIA  TECNOLOGIE  LANUOVASTAGIONE  PDMARSICA  WALTERVELTRONI  PAOLO BORRELLO  ASSEMBLEA PD  LA FINANZA PUBBLICA  LA CITTÀ DEL SOLE  CITTÀ E TERRITORIO  LA RIFORMA DELLA POLITICA  ENERGIA E MUTAMENTI CLIMATICI  SOSTENIBILITÀ SISTEMA PAESE  FAREIMPRESA  L'INNOVAZIONE E LA QUALITÀ SOCIALE  IMPRESA E COMPETIZIONE  EFFICIENZA AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE  PATTO GENERAZIONALE E SISTEMA PREVIDENZIALE  LA RIFORMA DELLE ISTITUZIONI  TELODICO A CHIARELETTERE  SOCIETÀ E RICERCA  FINANZA IMPRESA E GLOBALIZZAZIONE  ITALIA NASCOSTA  CINA INDIA E LE POTENZE EMERGENTI  CORRADO CUTRUFO  FABIO PIZZUL 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
11 marzo 2008
attivita' nel PDnetwork