.
contributo inviato da Politik2008 il 5 ottobre 2010

Se l'intesa c'è, come pare che ci sia o che ci sarà, tra Finiani e forze di opposizione, una nuova legge elettorale si può fare anche con questo governo. Possibile? Certo! Basta calendalizzarla, discuterla e votarla. Non è il governo che decide di cosa deve discutere e quali leggi deve approvare il Parlamento, ma il Parlamento medesimo, anche se Berlusconi, avendo messo i parlamentari del PDL, tutti nominati da lui, sotto tutela, ha dato l'impressione all'opinione pubblica che tutte le leggi sono di iniziativa del governo. Voglio vedere quanti anche nel PDL avranno il coraggio di difendere il porcellum, che, se cade il governo, non gli dà nessuna garanzia di essere ricandidati. Sono convinto che su una nuova legge elettorale si può trovare un'ampia maggioranza in Parlamento, perchè anche i parlamentari del PDL hanno interesse, anche se non tutti hanno il coraggio di dirlo, a che le candidature per le elezioni politiche non siano decise da Verdini e La Russa col beneplacito di Berlusconi. Solo se Berlusconi si mette di traverso e si dimette, ma no lo farà, si può fare un governo provvisorio la cui ragion d'essere sia il varo di una nuova legge elettorale. In altre parole conviene che le forze che vogliono cambiare la legge elettorale e che sicuramente sono la maggioranza, si muovano subito, senza indugi e senza aspettare che cada il governo, anche perchè Berlusconi, una mossa del genere non se l'aspetta e, soprattutto, contro una mossa del genere non può fare assolutamente nulla. Insomma non c'è bisogno di inventare l'acqua calda, per farsi una doccia. Fini, Casini, Bersani e Di Pietro, fatevi furbi! Almeno questa volta! Su!

 

TAG:  LEGGE ELETTORALE 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
commento di Anpo inviato il 6 ottobre 2010
Ovvio che no politik. Ma ti pare che Berlusconi potrebbe far finta di niente se Fini votasse con le opposzione una nuova legge? Lui e Bossi hanno così difeso a spada tratta il porcellum che ormai non possono tornare indietro.
commento di F.Rosso inviato il 6 ottobre 2010
Sì, solo che Fini dubito voglia farlo ora per paura di passare per l'affossatore del governo, arma che Silvio poi userebbe in campagna elettorale (e alla quale molti babbei potrebbero credere).
Fini vuol fare in modo che il governo cada per decisione esplicita di Berlusconi, o della Lega, ma non sua.
Poi c'è l'UDC, che, ho il sospetto, vorrebbe un governo tecnico non solo per fare la legge elettorale, come sarebbe auspicabile....
E' indubbio che dovrebbero cominciare subito a discutere della legge, in modo da averla pronta al voto, adesso o dopo la caduta di Silvio.
Inoltre, il PD deve dire chiaramente che il governo eventuale deve servire solo per fare questa legge, dopodiché al voto subito.
commento di marcello49 inviato il 6 ottobre 2010
Sono assolutamente d'accordo. Dubito però che i signori che citi, Fini Casini Bersani e Di pietro, siano in grado di trovare un accordo per una nuova legge elettorale. A loro sembra che interessi solo fare un Governo Tecnico e poi vivacchiare con questo. Se non fosse così seguirebbero la strada che tu proponi...
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
8 febbraio 2008
attivita' nel PDnetwork