.
contributo inviato da pdsecondigliano il 29 settembre 2010
 

Da pochi giorni il dirigente del partito democratico Nino Bocchetti ha comunicato al Segretario provinciale Nicola Tremante la sua fuoriuscita dal partito e le dimissioni da tutti gli incarichi, nel comunicato si evincono le motivazioni e la sua chiara adesione al partito dell’UDC.

Bocchetti è l’ennesimo dirigente di provenienza popolare che lascia il Partito Democratico, credo che sia doveroso da parte del segretario provinciale e regionale aprire una riflessione nel merito ed avviare una seria discussione per fermare questo deflusso.

Nino Bocchetti si aggiunge alle precedenti uscite dal Pd da parte dell’ ex segretario della Margherita di Miano Gino Trematerra, il Presidente della VII Municipalità di Miano Giuseppe Esposito ed almeno altri due consiglieri della stessa Municipalità e quartiere i quali si sono dichiarati attualmente interessati alla costituente del Partito della Nazione, futuro partito di Casini,

tutto ciò quindi crea una grossa perdita del Pd sul territorio di Miano e quindi su tutta la VII Municipalità e se il dato lo allarghiamo al di là del Pd abbiamo attualmente una giunta della Municipalità con anche il vice-presidente Nunzia Barbato che è rimasta nell’Udeur passato da oltre due anni nel centro-destra sostenendo Caldoro alle regionali, l’assessore Michel Di Prisco del Pd, dell’area Bocchetti che attualmente non si è pronunciato, Melinda Di Matteo del Pd, Achille Aisler dello SDI.

In Consiglio il gruppo del Pd sta discutendo se dare ancora la fiducia al Presidente Giuseppe Esposito, anche per il fatto che si sentono poco partecipi alle scelte e alla gestione amministrativa.

Noi del Circolo del Pd di Secondigliano avvieremo una discussione col gruppo e con gli altri due circoli della Municipalità (Miano e S. Pietro a Patierno), cercando di comunicare in modo netto ai cittadini la posizione del Partito Democratico e di mettere al centro della discussione politica i problemi reali del territorio, ovvero la mancanza di una ordinaria amministrazione, la situazione del cimitero di Secondigliano, la mancanza di uffici postali sufficienti per coprire un così vasto e popolato territorio, la poca presenza delle forze dell’ordine nei quartieri periferici.

Mi auspico che si mettono da parte i personalismi e che si dia importanza al bene della collettività.

Pasquale Esposito

TAG:  NINO BOCCHETTI  PD  SECONDIGLIANO  VII MUNICIPALITÀ  PASQUALE ESPOSITO. 

diffondi 

commenti a questo articolo 2
commento di nello63 inviato il 30 settembre 2010
Egregio signor Esposito mi permetta di esprimere la mia opinione, pur riconoscendo di non essere a conoscenza in modo approfondito delle vostre problematiche, mi permetto di dire che chi rimane all'interno del PD e non sceglie la via semplice della fuoriuscita in partiti minori in crescita (dove è partita l'assegnazione dei posti), è colui che sta dalla parte della ragione, perchè accetta di lottare all'interno del Partito non rassegnandosi alle logiche di potere e controllo, quelle logiche che spingono chi senza spina dorsale abbandona l'attività di battaglia democratica, perchè considera la politica non un operare nel bene comune, ma nell'interesse privato.
Mi permetta di dire che è sufficiente etichettare quei personaggi così: uomini senza spina dorsale, uomini che di fronte alla prima difficoltà o problema scappano per la tangente alla ricerca di un posto più comodo e magari più remunerativo; è giunto il momento che anche noi dobbiamo iniziare a selezionare con più attenzione i nostri dirigenti.
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
21 luglio 2009
attivita' nel PDnetwork