.
contributo inviato da team_realacci il 27 settembre 2010
 Roma, 25 settembre 2010
 
“Il re è nudo. spenti i riflettori della propaganda, è evidente che la questione dei rifiuti in Campania è tutt’altro che risolta. Si continua ad inseguire affannosamente la ricerca di siti per realizzare le discariche, rinnovando improbabili ipotesi come quella di un sito all’interno del parco del Vesuvio. Fatica a decollare la raccolta differenziata con percentuali ancora troppo basse e lontane da standard accettabili. E’ traballante e insufficiente l’impianto del termovalorizzatore di Acerra. Sono quasi assenti gli impianti di compostaggio e questa mancanza penalizza fortemente i comuni virtuosi che effettuano la raccolta differenziata. Eppure è da questi che si deve ripartire, da esperienze come quella di Pollica e del Sindaco Angelo Vassallo. Un comune dove la raccolta differenziata ha superato il 70%, un amministratore che ha dimostrato che una Campania diversa è possibile. E’ per questo che domani la capitale di Puliamo il mondo di Legambiente sarà proprio Pollica, in onore di Vassallo e per non dimenticare l’azione da lui avviata”, lo afferma Ermete Realacci responsabile green economy del Pd commentando la critica situazione dei rifiuti in questi giorni a Napoli.
 
Ufficio Stampa On. Realacci
TAG:  NAPOLI  EMERGENZA  RIFIUTI  CAMPANIA  DISCARICHE  ACERRA  COMPOSTAGGIO  POLLICA  VASSALLO 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
26 gennaio 2009
attivita' nel PDnetwork