.
contributo inviato da Anpo il 23 settembre 2010

Per l'IDV è un inciucio per il PDL un ribaltone. Certo è che la nuova giunta siciliana presi (la quarta) varata da Raffaele Lombardo parte fra mille polemiche.
Un Giunta tecnica (almeno a parole anche se qualcuno già vede la longa manus dei partiti sui nomi degli assessori) e sostenuta dall'inedita compagine PD,FLI, UDC (senza Cuffariani) e API.

C'è chi come Orlando dell'IDV strepita perchè il PD si sfili consentendo un ritorno alle urne (anche se nell'Italia dei Valori non sembrano avere molte idee su come fare a vincerle) e ragionando con il cuore anche io sarei di questo avviso, anche considerando che se l'esperimenjto funziona qualcuno potrebbe pensare di riproporlo su scala nazionale (cosa che, a mio avviso, sarebbe una sorta di harakiri per il Pd).

Però a ivello razionale non posso fare a meno di pensare ai risultati ottenuti per la regione da PD, attraverso l'ultima finanziaria regionale, attraverso il sostegno a Lombardo.

Insomma l'eterno quesito è: si possono accantonare i principi per il bene comune?

TAG:  PD  LOMBARDO  GIUNTA  SICILIA  POLTICA 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
commento di Anpo inviato il 27 settembre 2010
E meno male che poi le divisioni sono colpa di Veltroni. Il bivio è semplice: o si continua così cercando di confermare quanto di buono ottenuto con l'ultima finanziaria, oppure si va a votare. Ma viste le percentuali bisogna allargare la coalizione per vincere e avere un proposta politica nuova per governare bene
commento di colapesce inviato il 27 settembre 2010
Botta e risposta tra Pier Luigi Bersani e Rosy Bindi sul caso Sicilia nel corso di un dibattito conclusivo di una tre giorni dei “bindiani” a Milano Marittima. «Credo che noi - ha spiegato Bersani - di fronte a questa radicale novità politica se ci ritraessimo e dicessimo che non ci interessa, faremmo una operazione che sarebbe ancora più difficile da sostenere. A un certo punto il partito, se è sicuro di sé, può dominare qualche passaggio problematico e rischioso, e vedere se da lì possono nascere condizioni per un giro di passo in una regione come quella siciliana che è sempre stata un granaio del centrodestra».

Alle parole del segretario ha replicato la presidente del Pd: «Prendiamo atto del fatto che la Sicilia non è un laboratorio politico - ha detto Rosy Bindi - ma Lombardo è un personaggio su cui pendono interrogativi politico-giudiziari molto seri. Uno che esprime una concezione del potere rispetto al quale noi siamo nettamente alternativi. Lui appartiene a quella prima Repubblica che ha preparato il disastro di questi anni. E Dio non voglia che arrivino elezioni politiche perché allora cosa fa? In Sicilia con noi e a Roma con il centrodestra? Ti consegno queste preoccupazioni», ha concluso la Bindi rivolta a Bersani e sottolineando la necessità di una «grande vigilanza». Una linea sui cui il segretario si è subito dichiarato d'accordo: «Sono favorevole a una operazione di largo coinvolgimento nella vigilanza del partito - ha sottolineato - bisogna attivare il partito per questo».

commento di maxo7533 inviato il 26 settembre 2010
Anpo stà già accadendo, quello che ha detto la Marcegaglia e Montenzemolo, sono la prova che l'Italia che produce si stà allontanando da questi banda di fascisti che non sanno altro che sfasciare tutto quello che toccano.

Perciò l'eperimento Lombardo non è altro che la ribellione del mondo civile contro i furbi, quelli che cercano di arrivare solo con l'inganno o rubando a qualcuno qualcosa, anche la fiducia, ma alla fine stringi stringi, non producono niente.

Non è un'alleanza anomala o inciucio, come qualcuno vuole far credere, ma la ribellione del mondo produttivo contro quello virtuale, come nella seconda guerra mondiale, tutti si allearono contro l'invasore, i partigiani erano formati da tutte le forze politiche.
Ed è quello che stà accadendo adesso, non avevo mai sentito gli industriali attaccare un Governo di destra e sapete perchè succede? perchè questo non è un Governo di destra, ma un Governo Fascista e sè non viene fermato distruggerà l'immagine della destra cacciandola nell'oblio per 60 anni, come è successo al fascismo negli anni 40-50.
commento di Yerle inviato il 26 settembre 2010
I poteri occulti ammorbano il centrodestra così come il centrosinistra. Il riscatto delle regioni in cui la criminalità organizzata la fa da padrona (Lombardia in testa) non può che partire dalle popolazioni: ma bisogna dare loro una speranza. A partire da figure limpide come candidati.
commento di nino55 inviato il 26 settembre 2010
PerYerle: Tutti ci dobbiamo rendere conto di una cosa.Chiunque vada a governare, soprattutto in Sicilia, deve scontrarsi con un'altro potere ancora più forte di quello politico,e senza offesa per le capacità dei politici di CSX,che fra l'altro prima di prendere delle decisioni importanti, devono fare a cazzotti tra di loro, mi vuoi spiegare come possiamo da soli tenere testa a questi poteri occulti, che si nascondono dietro la finanza, l'economia, gli istituti bancari e a quel clientelismo abituato alle false promesse e che porta una caterva di voti al CDX, che gli proponiamo?
commento di nello63 inviato il 25 settembre 2010
Concordo con voi che il pasticcio della giunta siciliana contribuisce a creare ulteriore confusione nell'area del centrosinistra, una cosa mi chiedo, in questo momento quali garanzie potremmo avere in caso di dimissioni del governatore, che sono l'unica prerogativa per attivare uno scioglimento della giunta stessa, di ottenere non tanto per ciò che auspicheremmo noi ovvero un successo del PD e del CS in generale, ma una giunta che possa veramente occuparsi dei problemi di quella povera terra, io non credo che il PD siciliano o meglio non voglio credere che stia facendo un gioco di poltrone e di potere, verrebbe subito scoperto, ritengo che bisogna rispettare la loro buona fede, se poi emergesse che è stato compiuto un errore, ebbene i responsabili dovranno pagarne le conseguenze.
commento di Yerle inviato il 25 settembre 2010
Ma l'orrido Totò comincia ad essere orrido anche per l'UDC nazionale... Personalmente io candiderei qualche esponente un po' più caratterizzato a sinistra, come Rosario Crocetta, ma Rita Borsellino potrebbe intercettare anche il gradimento di Casini, perchè no?
commento di angelo19664 inviato il 25 settembre 2010
Per gli elettori del PD una porcata che emtte la pietra tombale sulla credibilità del partito
commento di Anpo inviato il 24 settembre 2010
Caro yerle se con l'epsressione "tutte le forze di opposizione" intendi anche l'UDC la cosa potrebbe anche avere successo.

Perchè i dati dell'elezioni del 2006 parlano chiaro. Rita Borsellino (che sarebbe migliore sia di Lombardo che di Cuffaro come presidnete della Sicilia) sconfitta di 12 punti dall'orrido Totò.
commento di Yerle inviato il 24 settembre 2010
Credo che il problema sia quantificare e qualificare esattamente il "bene comune" per il popolo siciliano.
Siamo sicuri che Lombardo sia il miglior compromesso possibile? Siamo sicuri che una nuova campagna elettorale che riproponga, ma è solo un esempio sia ben chiaro, come presidente Rita Borsellino appoggiata COMPATTAMENTE da TUTTE le attuali forze di opposizione non andrebbe a buon fine?
Io non ne sono così convinto, come non sono convinto che Lombardo sia un personaggio trasparente...
commento di nino55 inviato il 24 settembre 2010
Comprendo le tue ragioni F.Rosso e come tè continuo a credere negli ideali che ci permettono di dialogare.Quel che dici è vero,ma se gli assessori tecnici nominati, sono come spero, al di sopra di ogni sospetto, questo governo a meno di incredibili autogol dovrebbe garantire un'amministrazione seria.Con questo non voglio dirti che all'improvviso il mio orientamento politico và nella direzione di Lombardo, mai sia!!!!!!.La mia cautela nel non voler essere così pessimista e non buttare a mare il salvabile, per adesso mi suggerisce di vedere come và a finire.
commento di F.Rosso inviato il 24 settembre 2010
x nino55
Ma tu lo sai quanta gente Lombardo, e i suoi, hanno sistemato negli ATO dell'isola?
Per tacere della sanità....
Le poltrone sono saltate solo per interessi personali, non certo per gli ALti Ideali Rivoluzionari....
Ma tu lo sai chi è, e chi è stato, Lombardo?
commento di rebyjaco inviato il 24 settembre 2010
Ma certamente, è un esperimento, un laboratorio, una cosa che se funziona, si può esportare a tutta l'Italia. Sarebbe l'ora che facessimo in tutto il paese un governo simile. Equidistante da TUTTE le MAFIE, che naturalmente, nominano gli Assessori etc., PURE IL VATICANO, deve partecipare, sennò, che Laboratorio è?Ormai, dobbiamo rassegnarci, da quando BOSSI si è associato con Don Silvio, la criminalità, sta dilagando al Nord come non mai prima. (o forse prima si vedeva di meno), tanto vale farla governare, chi Vi dice che non lo faccia meglio dei nostri politici? D'altronde, ci vuole così poco a governare meglio di loro, eppoi, tanto, rubare, rubano comunque, gli appalti, verranno a costare di meno, MOLTO MENO, considerando che si elimina l'intermediazione della politica. Ci vedete qualcosa di male? Vi sembra che le cose potrebbero andare peggio di ora?
commento di nino55 inviato il 24 settembre 2010
Subito dopo le elezioni vinte dalll'MPA di Lombardo, anch'io non ero ottimista sull'operato del Presidente della Regione Siciliana,ma la voglia di staccare la spina dagli stessi uomini di quella coalizione e che gli hanno permesso di vincere, ci deve indurre a credere che siamo di fronte ad un trasformismo reale senza precedenti, e che dovrebbe aprire gli occhi all'elettorato siciliano quando votano per i seguaci di Cuffaro, o dei Miccichè o di Schifani, perchè sono questi elementi che vogliono unire i poteri economici a quelli politici, come la resistenza che hanno mostrato quando sono stati dimezzati gli ATO, come l'interesse che dimostrano per la privatizzazione dell'acqua pubblica, o come l'ultima vicenda della sanità siciliana che ha fatto saltare il banco.Ecco credo che bisogna aver fiducia su quello che sta avvenendo in Sicilia, se Lombardo ce la farà a portare avanti i buoni propositi, alla fine sarà un beneficio anche per il PD siciliano, non credete?
commento di F.Rosso inviato il 24 settembre 2010
Non c'è dubbio che sia un inciucio, e pure fatto male. La classica ammucchiata per le poltrone, con tanto di litigi per gli assessorati.
Le magiche "riforme" che vorrebbero fare sono le solite sbobbe che i centristi ripetono ad ogni occasione, ma nella realtà si traducono in disoccupazione, riduzione dei servizi sanitari per la povera gente (mentre gli alti papaveri, i dirigenti, conservano poltrone e provilegi vari).
Il PD così muore, ma evidentemente non gliene frega nulla, tanto nell'arte del trasformismo sono bravissimi.
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
11 marzo 2008
attivita' nel PDnetwork