.
contributo inviato da pierluigi bersani il 23 settembre 2010
Temo che sia una storia del capitalismo italiano: la più grande azienda finanziaria che abbiamo nel mondo finisce un po' vittima di politiche locali che vogliono avere più garanzie sul controllo di un po' di azionariato nelle nostre principali imprese. Quest'idea di Bossi di fermare con il localismo i tedeschi o i libici, o i tedeschi attraverso i libici è un'idea veramente infondata e velleitaria. Per quel che lo conosco, Profumo non mi pare affatto intenzionato ad essere "il papa straniero" per il Pd.

TAG:  PD  UNICREDIT  PROFUMO  BOSSI  BERSANI 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
commento di maxo7533 inviato il 23 settembre 2010
Vi ricordate "abbiamo una banca" almeno quelli la compravano con i soldi di UNIPOL.

Questi la vogliono controllare tramite i voti presi al Nord e senza metterci un soldo o quattrino. Sappiamo cosa hanno fatto con la banca della Lega, sè non c'era Fiorani e Fazio sarebbe fallita.

Molti italiani si scandalizzarono per quell'intercettazione, qui siamo alla luce del sole senza soldi e tutti stanno zitti.
commento di partigiano49 inviato il 23 settembre 2010
Oh, Pier , almeno per ora smettetela di parlare di Papa Straniero, non siamo mica al Vaticano, sembra che non abbiamo nessuno di decente all'interno del PD da proporre.
O è così ?
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
27 febbraio 2008
attivita' nel PDnetwork