.
contributo inviato da liblab1984 il 23 settembre 2010

Un mio articolo pubblicato su East Journal

Il 3 ottobre la Bosnia-Erzegovina sarà chiamata alle urne per le elezioni politiche. Un appuntamento decisivo per lo stato balcanico: il risultato delle elezioni sancirà o la normalizzazione del quadro politico e un deciso cammino verso l’Unione Europea o il prolungamento dello stato di transizione istituzionale che dura ormai da 15 anni.
Le forze politiche che fra due settimane si presenteranno ai nastri di partenza sono un vero e proprio mosaico: eterogenee tra loro per ideologie, si dividono nei cosiddetti partiti “etnici” e “multietnici”. I primi rappresentano le istanze delle rispettive comunità nazionali sancite da Trattato di Dayton: la bosgnacco-musulmana, la croata e la serba. I secondi invece si propongono il superamento di tali divisioni e la creazione di una Bosnia unitaria. Qui di seguito una breve guida ai maggiori partiti... Continua su Radio Balcani (clicca qui)
TAG:  BOSNIA-ERZEGOVINA  PARTITI  ELEZIONI  DODIK  SDS  SNSD  SDA  DODIK  SARAJEVO  POLITICA  EUROPA  ESTERO 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
17 dicembre 2008
attivita' nel PDnetwork