.
contributo inviato da team_realacci il 17 settembre 2010
Le specie animali invasive che arrivano sul nostro continente spinte dai cambiamenti climatici o che vengono introdotte volontariamente costano ogni anno al nostro continente almeno 12 miliardi di euro. Lo affermano gli esperti riuniti a Copenaghen per il congresso Neobiota, chiedendo una legislazione urgente alle autorità per contrastare questo fenomeno.

"Chiediamo all'unione Europea di sviluppare ed approvare una serie di leggi sulle specie non native - spiega alla Bbc Piero Genovesi, ricercatore dell'Ispra e presidente dell'Invasive Species Specialist Group (Issg) - è un problema urgente, e la legge dovrebbe arrivare entro l'anno prossimo".

Secondo alcuni studi in Europa sono almeno 10mila le specie animali e vegetali importate, una cifra cresciuta del 76% negli ultimi 30 anni, di cui almeno 1300 hanno un qualche impatto sull'economia, sull'ambiente o sulla salute, come nel caso della zanzara tigre. "Di molte specie in realtà non abbiamo idea dell'impatto - continua Genovesi - la cifra di 12 miliardi di euro potrebbe essere in realtà più alta".

Fonte: Ansa
17 settembre 2010

TAG:  UE  NATURA  SPECIE  ALIENE  NON NATIVE  DANNI  BIODIVERSITÀ  ISSG 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
26 gennaio 2009
attivita' nel PDnetwork