.
contributo inviato da UnDemocratico il 30 agosto 2010
C'è un fenomeno che sta passando quasi inosservato nell'opinione pubblica in generale, ma che in realtà è sotto gli occhi di tutti.

Premessa: il discorso che andrò a fare non è affatto razzista, anzi, adoro confrontarmi con culture diverse dalla mia.

E' facile osservare un fiorire fitto fitto di negozi di massaggi cinesi, nelle grandi città ma anche in provincia. Così come iniziano a comparire negozi di abbigliamento a conduzione (e spesso manifattura) cinese.

Altrettanto significativo è il passaggio di proprietà dagli italiani ai cinesi di alcune attività commerciali, dal bar al panificio, dal barbiere alle sartorie; tutto pagato rigorosamente in contanti. I prezzi? Molto concorrenziali rispetto alla media del mercato.

Ora, mi sorgono spontanei un paio di domande: possibile che gli italiani hanno un improvviso bisogno di massaggi cinesi? Dove trovano i cinesi i soldi per comprare i locali che adibiscono a centri massaggi? Ma sopratutto, dove trovano i soldi per pagare in contanti qualunque attività commerciale, anche non florida?

Vuoi vedere che è tutta un'opera del regime comunista di Pechino, col solo intento di colonizzarci? :) E se un giorno tutti i cinesi d'Italia, con un comando ad hoc che arriva dalla lontana Asia, ci prendono tutti in ostaggi dentro casa nostra?
TAG:  CINA  CINESI  CENTRI MASSAGGI  MASSAGGI  COLONIZZAZIONE  SOLDI  NEGOZI  BAR  CONTANTI 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
12 febbraio 2008
attivita' nel PDnetwork