.
contributo inviato da danton54 il 28 agosto 2010

"Credibilità" delle forze di centrosinistra per un programma ...

E' questa la parola chiave, è questo il punto cardine su cui il PD e tutte le forze sane del paese devono riflettere, non solo per battere Berlusconi ( che non rappresentà altro che lo status quo del paese), ma per creare un nuovo sistema poitico sociale che abbia come fondamento il lavoro per tutti, il rispetto della legalità ( innanzittutto da parte di chi rappresenta le nostre istituzioni), la difesa dei ceti più deboli, l'uguaglianza dei cittadini davanti ad uno stato laico ( che significa parificazione economica e sociale di tutte le religioni e dei laici nello stato), l'eliminazione dei costi economici per il citadino delle varie consorterie politiche ed affaristiche, il riconoscimento che il federalismo italiano non sarà altro che un sistema più stringente di controllo politico-elettorale sul cittadino.

Circa il 40% dei cittadini non va a votare, il maggior partito italiano.Perchè? Quanti cittadini di sinistra e di centrosinistra ci sono in quel 40%? E quanti di coloro che non votano vorrebbero ritornare a credere che il loro voto può cambiare il nostro paese e dare una speranza ai nostri giovani?

Le alchimie politiche, le alleanze politiche strane con personaggi politici usurati  e logori ,  per battere un comune avversario non convincono anche se abbellite con bei discorsi e programmi belli ma talmente generici che comprendono tutto ed il contrario di tutto. Non credo che questa sia la strada della credibilità e del cambiamento.

TAG:  CREDIBILITÀ  CAMBIAMENTO  ALLEANZE 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
2 aprile 2010
attivita' nel PDnetwork