.
contributo inviato da acalisi il 27 agosto 2010

             Della lettera di Bersani a Repubblica condivido in pieno l’analisi dei danni prodotti dal governo Berlusconi, ma sono in totale disaccordo con la strategia proposta per porre rimedio a tale situazione. 

            Purtroppo, devo constatare che, ancora una volta, si concentra l’attenzione sulle alleanze da stringere per ottenere una maggioranza in caso di elezioni, mentre non si dice nulla sulla cose da fare. Cioè non si dice nulla sull’unico argomento di cui i cittadini vorrebbero sentir parlare: come pensa il PD di affrontare i problemi dell’occupazione, i problemi di tante famiglie che non riescono ad arrivare a fine mese, come intende ridurre il divario tra i redditi più elevati e quelli scandalosamente bassi (ammesso che voglia farlo), come riformare la Giustizia (ovviamente non nel senso berlusconiano), come combattere efficacemente l’evasione fiscale, come rilanciare l’Università, la ricerca, l’istruzione pubblica...
            E si potrebbe continuare ancora.
 
            Un’altra domanda a cui non riesco a dare risposta è: come pensa Bersani di dare una svolta alla politica italiana mettendo insieme una coalizione estremamente eterogenea, che potrebbe andare - per quel che è dato di capire - dalla sinistra estrema di Ferrero, di Diliberto e di Rizzo, fino alla destra finiana, passando per il centro di Casini?
            Non si può escludere che, mettendo insieme tutti i partiti che vogliono liberarsi della presenza ingombrante, e tutto sommato ormai logora, di Berlusconi, Bersani riesca a ottenere una maggioranza in Parlamento. Ma con una simile maggioranza non si andrebbe da nessuna parte, poiché non si potrebbe impostare un’azione di governo efficace per la necessità di mediare continuamente tra posizioni contrapposte.
            Dopo un anno o poco più saremmo da capo, con un governo di nuovo in mano alle destre...
 
            Da Bersani, mi sarei aspettato proposte più serie, e non la solita “aria fritta”. Possibile che certi dirigenti del PD credano di poter riconquistare il consenso dei tanti “delusi della sinistra”, ripresentando soluzioni che nel passato hanno dato luogo solo a fallimenti?
 
Astro Calisi
TAG:  GOVERNO  BERSANI  ELEZIONI  ULIVO  ALTERNATIVA 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
9 marzo 2008
attivita' nel PDnetwork