.
contributo inviato da sclucana il 25 agosto 2010

  Contro el
Berluscon



FAMIGLIA CRISTIANA - Intanto, la tensione politica è sempre altissima. La polemica del giornoriguarda l'editoriale di Famiglia Cristiana, il settimanale dei paolini, secondo il quale il mondo cattolico è spaccato in due a causa della discesa in campo di Berlusconi, una situazione che torna ad assumere rilievo con la crisi nella maggioranza e il minacciato ritorno alle urne: «Il Cavaliere rampante e la Costituzione dimezzata - Verso le elezioni. La sfida del premier» è il titolo dell'articolo. In esso si spiega che la regola fondamentale del «berlusconismo» è quella che è stata utilizzata come «metodo» nei confronti del direttore di Avvenire, Dino Boffo. Ovvero: «Chi dissente, va distrutto». Lo spunto per l'editoriale è stato l'invito espresso da Gian Enrico Rusconi suLa Stampa ai cattolici a «fare autocritica». «Su che cosa, in particolare? - chiede Famiglia cristiana-. La discesa in campo di Berlusconi ha avuto come risultato quello che nessun politico nel mezzo secolo precedente aveva mai sperato: di spaccare in due il voto cattolico (o, per meglio dire, il voto democristiano). Quale delle due metà deve fare autocritica- si chiede il settimanale cattolico - quella che ha scelto il Cavaliere, o quella che si è divisa fra il centro e la sinistra, piena di magoni sui temi "non negoziabili" sui quali la Chiesa insiste in questi anni?».Nell'Italia di Berlusconi, si sottolinea, «comanda solo lui», a differenza delle attuali democrazie «in cui nessun potere può arrogarsi il diritto di fare quello che vuole». «Berlusconi - si legge ancora nell'editoriale - ha detto chiaro e tondo che nel cammino verso le elezioni anticipate, qualora il piano dei cinque punti non riceva rapidamente la fiducia del Parlamento, non si farà incantare da nessuno, tantomeno dai "formalismi costituzionali". Così lo sappiamo dalla sua viva voce: in Italia comanda solo lui, grazie alla "sovranità popolare" che finora lo ha votato. La Costituzione in realtà dice: "La sovranità appartiene al popolo che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione". Berlusconi si ferma a metà della frase, il resto non gli interessa, è puro formalismo».

El Berluscon fa solo i cavoli propri. 

Berluscon strumentalizza i cattolici e i voti cattolici per fare i cavoli propri.


Sei Cristiano di Famiglia?   Datti una Mossa.....



TAG:  FAMIGLIA CRISTIANA  F.C.  PAOLINI  SETTIMANALE DEI PAOLINI  BERLUSCONI  BERLUSCON  EL BERLUSCON  STRUMENTALIZZARE  CATTOLICI  VOTI CATTOLICI  CATOLICO DATTI UNA MOSSA  BOFFO  AVVENIRE  DIRETTORE AVVENIRE  DISTRUGGERE I DISSENZIENTI  BERLUSCONI DISTRUHÌGGE I DISSENZIENTI  FORMALISMI COSTITUZIONALI E BERLUSCONI    ILCANNOCCHIALE  VELTRONI  PD  PARTITODEMOCRATICO  PRIMARIE  PARTITO DEMOCRATICO  LANUOVASTAGIONE  WALTER VELTRONI  WALTERVELTRONI  PDMARSICA  DS  MARGHERITA  POLITICA  GIOVANIAMMINISTRATORI  GIOVANI  ENTI LOCALI    PARTECIPAZIONE  COESIONE SOCIALE  WELFARE  SVILUPPO  ECONOMIA  IMPRESE  SOSTENIBILITÀ  NON PROFIT  SOCIETÀ  STATO  PUBBLICO  PRIVATO  BENESSERE  CRESCITA  RESPONSABILITÀ  IMPRESA  ORGANIZZAZIONE  SOCIALE  PD  PARTITO  DEMOCRATICO  GEOPOLITICA  TERRORISMO  INDIA  PAKISTAN  IRAN  AL QUAEDA  AFGHANISTAN  DROGA  ARMI  PROLIFERAZIONE  NUCLEARE  GUERRA  MAFIA  CAMORRA  'NDRANGHETA  SACRA CORONA UNITA  AIEA  NATO  UE  PENTAGONO  ENDURING FREEDOM  IRAQ  AL QAIDA  GLOBALIZZAZIONE  COREA DEL NORD  TRAFFICI  NARCOTRAFFICO  NIGERIA  LIBIA  LAVORO  PD  PARTITODEMOCRATICO  ICHINO  CONTRATTO  ECONOMIA  CAMBIAMO L'ITALIA  POLITICA  IDEE  POLITICA  BERLUSCONI  VELTRONI  DI PIETRO    GIOVANIPD  S.C.L.  SOCIETÀ CIVILE LUCANA  SCBAILICATA   

diffondi 

commenti a questo articolo 0
commento di romanaderoma inviato il 25 agosto 2010
Famiglia cristiana rappresenta in questo momento il pensiero della Cei ( diciamo che è un avamposto per sondare gli umori): la stategia di Ruini è stata battuta dai fatti. E poi dopo gli attacchi a Avvenire, l'immoralità personale di Berlusconi e del suo regime, tutti i fatti accaduti negli ultimi mesi...La Chiesa non è stupida, mai stata tale. L'anticlericalismo spicciolo lo vogliamo mettere da parte, in questi inquietanti frangenti? Sarebbe stato meglio se Fam.Cris. avesse taciuto? E' un passo avanti, ci tocca ammetterlo. Lo ha fatto la Chiesa, lo ha fatto Fini. Ora tocca a noi.
commento di partigiano49 inviato il 25 agosto 2010
Come ho già rilevato in altri commenti, Famiglia Cristiana NON rappresenta il pensiero della gerarchia della curia romana, anzi, per quest'ultima in prima fila ci sono gli aiutini economici, il resto vien dopo se è il caso.
Comunque Bondi si dice "disgustato" dall'articolo, probabilmente mentre lo leggeva era davanti a uno specchio, ecco spiegato il perchè del "disgusto".
commento di romanaderoma inviato il 25 agosto 2010
A molti di noi magari questa presa di posizione può sembrare laterale, ma secondo me, non è così: la Chiesa è troppo prudente per uscirsene con tanta chiarezza e incisività. Siamo arrivati al fondo del barile: questo è il messaggio. E' il 25 luglio, quello di Dino Grandi: il regime si sgretola, assumendo forme parossistiche. Lo ha capito Fini, lo capisce la Chiesa e della loro posizione sono pieni i giornali. Cerchiamo di non arrivare per ultimi!
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
17 novembre 2008
attivita' nel PDnetwork