.
contributo inviato da xpress il 23 agosto 2010
Avaaz è una comunità internazionale di cittadini che cerca di intervenire sui grandi temi che il mondo ha oggi di fronte. Uno di questi è la condanna a morte in Iran di SakinehMohammad Ashtiani che potrebbe avvenire tra pochi giorni.

Lo scopo di Avaaz.org è garantire che i valori e le opinioni di cittadini nel mondo siano rispettati pacificamente: perchè la globalizzazione avvenuta conservi per quanto possibile il volto umano.

Ad Avaaz è giunta dalla Russia la lettera di un padre disperato perchè la figlia è vittima del commercio globale dello stupro e del commercio di donne e ragazze:

"Mia figlia Oxana era una ragazza bellissima, era la mia figlia meravigliosa che voleva viaggiare e per questo intraprese gli studi per imparare più lingue per poter parlare meglio con gli altri. Quando compì 20 anni lasciò casa per andare in Europa a lavorare come traduttrice. Eravamo felici per lei.
Tre settimane più tardi è venuta la polizia per dirci che era morta cadendo dal quinto piano di un palazzo mentre cercava di sfuggire a degli uomini che l'avevano ingannata e invece del lavoro la volevano costringere a prostituirsi in un sex club. Sono morto quando lei morì. Ora vivo solo perchè questo non succeda ad altre ragazze. Per favore, aiutatemi
."

Avaaz.org dopo questa ennesima testimonianza del commercio planetario di donne e giovani ragazze, ha deciso di mobilitarsi e di trasformare questa richiesta di un padre disperato in una petizione che abbia come obiettivo un vero e proprio Trattato Internazionale, coinvolgendo dapprima il presidente Putin per ottenere la sua firma unitamente a quella di almeno un milione di altre, allo scopo di ottenere più protezione per queste giovani vittime come lo è stata Oxana. Oggi le firme raccolte sono quasi 337.000 e crescono in continuazione.
Oxana è stata uccisa da un'industria che sta crescendo in tutto il mondo: la tratta delle schiave del sesso. Gran parte della tratta riguarda ragazze prese in Russia e mandate in Europa e negli Stati Uniti, dove ogni giorno subiscono stupri e atrocità di ogni genere.

Possiamo fermare questo abominio. Una nuova convenzione internazionale richiede leggi stringenti per fermare la tratta delle schiave: il padre di Oxana, Nikolai, si è rivolto al Primo ministro russo Putin per chiedergli di firmarla, in modo che anche la Russia aderisca a questa convenzione. Putin va molto fiero della sua immagine di uomo forte e sostenitore dell'ordine: possiamo convincerlo che potrebbe essere l'occasione giusta per ergersi a difensore di tutte le donne russe. Il nostro obiettivo è di ottenere nel giro di pochi giorni 1 milione di firme, che vadano ad aggiungersi a quella di Nicolai, per convincere Putin ad agire. Clicca sotto per firmare e inoltra questa email a quante più persone conosci - combattiamo questo orrore disumano con 1 milione di ragioni per sperare ancora:

http://www.avaaz.org/it/russia_rape_trade_putin

La Convenzione del Consiglio di Europa sulla Lotta Contro la Tratta di Esseri Umani stabilisce stringenti standard legislativi per combattere i criminali che gestiscono la tratta. Se la Russia firmasse la convenzione potrebbe salvare migliaia di ragazze ogni anno.

Il risultato sarebbe una falla nella tratta globale delle schiave, di cui la Russia è una chiave di volta. Ogni anno sono 50.000 le ragazze costrette a prostituirsi in Europa, e la Russia è il crocevia fra l'Asia e l'Europa. Se Putin venisse personalmente coinvolto nella vicenda potrebbe prendere provvedimenti seri grazie all'aiuto delle autorità russe, mandando così un segnale forte contro le organizzazioni criminali. Mandiamo tutti insieme quel segnale per Oxana, suo padre, e le milioni di ragazze nella sua situazione:

http://www.avaaz.org/it/russia_rape_trade_putin

Gran parte dei problemi globali nascono per soddisfare gli interessi di alcuni centri di potere, come ad esempio il crimine organizzato, e spesso si consolidano perché il resto del mondo fa finta di non vedere. Se ci faremo sentire, potremo convincere Putin e la Russia a unirsi a noi, e insieme potremo scrivere l'ultimo capitolo della tragica storia di Oxana e di suo padre: un capitolo di speranza.

Con gratitudine per tutto quello che questa fantastica comunità rende possibile,

 il team di Avaaz.org

PER APPROFONDIMENTI:

L'industria delle schiave del sesso in Russia continua a crescere (CNN):
http://www.cnn.com/2008/WORLD/europe/07/18/russia.prostitution/

Un papà russo vince una causa contro la tratta delle schiave (The Moscow News):
http://www.mn.ru/news/20100201/55407511.html

La Russia taglia il supporto alle vittime della tratta (Sky News):
http://www.avaaz.org/russia_sky_news






Dopo la sottoscrizione della petizione riceverete in inglese i ringraziamenti dal team di Avaaz.org:
Thank you for joining the campaign to stop the rape trade! Your name has been added to the petition to Prime Minister Putin and President Medvedev.  
TAG:  PUTIN  DIRITTI UMANI  GIUSTIZIA  NON VIOLENZA  PETIZIONE  TRATTA DEL SESSO 
Leggi questo post nel blog dell'autore XPRESS
http://XPRESS.ilcannocchiale.it/post/2522252.html


diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
20 settembre 2008
attivita' nel PDnetwork