.
contributo inviato da pdcasette il 18 luglio 2010

Il PD di Sant'Elpidio a Mare si avvia a celebrare il rinnovo dei circoli comunali e i relativi coordinatori. Si completa così, il percorso che ha visto eleggere in autunno il segretario nazionale Pierluigi Bersani, un appuntamento importante, dopo circa tre anni di vita non facili, con le incessanti scadenze elettorali che hanno ben nascosto il mancato avvio del percorso democratico. Il PD per il suo rilancio,avrà bisogno di coraggio, di novità nel linguaggio e nei metodi.
La fase congressuale che ci aspetta chiede la partecipazione di Tutti, Iscritti e non.
Ma sopratutto un confronto chiaro su ciò che sarà meglio per il Partito, e per la nostra comunità. Non possiamo ancora una volta incominciare dalla coda, individuando, quasi in un tiro al piccione, i nomi o i profili più vicini ai gradita. Quasi fossero nomine degne del peggior reality show. Di certo l'impegno sarà molto duro per chiunque ricoprirà la carica di coordinatore di circolo, la gente si attende coerenza tra ciò che si realizza e ciò che si dice. Su molti temi siamo stati troppo oscillanti, confusi. Bisogna avere il coraggio di prendere posizioni nette, riconoscibili senza equivoci, dare messaggi precisi ai nostri elettori, solo così essi si fideranno e daranno forza al partito. Senza sacrificare la democrazia interna e l'espressioni delle opinioni, ma al contempo salvaguardando la capacità di decidere .
Allora guardiamo avanti. Il PD deve pensare ai problemi di S.Elpidio a Mare, e i risultati arriveranno. E' lavorando per e con i cittadini elpidiensi che daremo veramente profilo al partito, nel quale si riconoscano e nella quale credano.
C'è un solo modo: ricostruire una classe dirigente che faccia della credibilità la propria forza, del pragmatismo la propria arma. Che sia  in grado di dare al partito, prima di prendere e pretendere. Che sappia essere generosa, perchè attenta al bene di tutti prima che del proprio. Che sappia fare battaglie semplici, coraggiose e popolari, non solo arzigogoli intellettualistici e intrighi di palazzo. Poichè siamo un partito nuovo i cittadini si attendono molto da noi, e non una nuova edizione della guerra di tutti contro tutti, di rivalse personali o alla ricerca della semplice affermazione dell'io.
Dobbiamo far passare il passato. Dobbiamo evitare di rivangare continuamente torti e ragioni. Oggi bisogna necessariamente guardare avanti con entusiasmo e spirito collaborativo, a tal fine bisognerà chiamare a raccolta le risorse migliori, le persone più responsabili per costruire una vera leadership collettiva di partito.
A questo proposito voglio ricordare che un partito, non ha soltanto la funzione di mediare il consenso dei propri appartenenti, ma, anche quella di elaborare contenuti di governo della città, a partire dalle istanze che da questa direttamente provengono.
Nei periodi non elettorali, la vita del partito dovrebbe trasferirsi alla periferia, intensificando le occasioni tematiche di confronto e discussione sui problemi più vicini alla popolazione.
Come dicevano i fondatori del Partito Democratico americano "la politica in tempo di pace è governata dalla tirannia delle piccole decisioni".  Queste possono essere per esempio, l'accettazione o il rifiuto di interventi urbanistici, l'avviamento più o meno oneroso di una politica ambientale, elargire servizi sociali richiesti dalla popolazione, favorire l'insediamento di zone commerciali, e via dicendo. Le piccoli decisioni devono trovare poi un quadro di riferimento generale, un riscontro nella linea politica del partito.
Solo con il coinvolgimento la partecipazione del cittadino elettore, possiamo costruire una comunità migliore, ecco allora che un buon rapporto con il territorio, la presenza sul territorio, attraverso i nostri circoli territoriali, diventano altre sfide che questo partito dovrà superare.
Queste credo si aspettino gli iscritti e simpatizzanti, e una larga parte della comunità elpidiense del Partito Democratico.
Ovviamente le mie riflessioni sono da considerarsi propedeutiche all'azione, e lasciano intravedere ciò che desidererei dal prossimo PD.
                                                                                                                            S.Scolpito

TAG:  POLITICA  PD  TESSERAMENTO 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
25 giugno 2010
attivita' nel PDnetwork