.
contributo inviato da giorgio egidio il 15 luglio 2010
 

In occasione della condanna di Dell’Utri nel processo di appello relativo alle sue frequentazioni mafiose antecedenti il 1992, nella risposta ad un post ricordavo un fatto del 1984: due documentalisti del Corriere della Sera furono licenziati perché a corredo di una fotografia che ritraeva Dell'Utri e Berlusconi che parlavano fitto seduti in aereo scrissero (recito a memoria): 'i mafiosi D.U. e B. mentre complottano con espressione bieca'. Purtroppo la frase finì su un CD della testata che dovette essere ritirato con grave danno economico. Mi chiedevo se il licenziamento per giusta causa sarebbe potuto venir impugnato, visto che per lo meno Dell’Utri era stato riconosciuto palesemente colluso con la mafia prima del 1992.

Ora è indagato anche per violazione della legge Anselmi a proposito di un comitato d’affari massonico che è stato battezzato P3. Mr. B è sceso in campo definendo la P3 ‘quattro pensionati sfigati’.

Io penso che abbia ragione. Bisogna dare credito ai professionisti quando parlano con cognizione di causa:

………..

dott Giorgio Beninato (Roma, 563)

dott Silvio Berlusconi (Milano, 625)

dott Domenico Bernardini (Firenze, capo gruppo 6, fasc 699)

…………

(n.d.r. estratto dell’elenco di iscritti alla Loggia P2 sequestrato il 17 marzo 1981 a Licio Gelli)

TAG:  MARCELLO DELL'UTRI  MASSONERIA  P2  BERLUSCONI 
Leggi questo post nel blog dell'autore giors
http://giors.ilcannocchiale.it/post/2509929.html


diffondi 

commenti a questo articolo 1
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
24 settembre 2009
attivita' nel PDnetwork