.
contributo inviato da MarcoBorciani il 11 luglio 2010

La lontananza fisica dall'Italia non è, fortunatamente, coincisa con la lontananza di informazioni dall'amato Paese natìo, pur parziali o sporadiche.
E così, rientro in Italia e ho di che riflettere...

Innanzitutto, mi compiaccio delle dimissioni "spontanee" di quel tale Brancher che infaustamente si era nominato Ministro per garantirgli l'impunità processuale che, ormai, vale per così tanti che sono pochi quelli che non ne godono (e spero non sarete Voi che state leggendo gli unici a non goderne .... ). Una vittoria delle opposizioni? Beh, direi che il pressing che è stato fatto in questa occasione sia stato all'altezza di quello che da un'opposizione seria ci si aspetta. Ma, senza nulla togliere all'azione solida e compatta delle opposizioni, credo sia da acclamare, semplicemente, come una vittoria della decenza, del pudore, del buon costume nazionale.
Ora, non ci resta che fare tornare questo illustre sconosciuto nell'oblio di cronaca da cui era improvvisamente emerso qualche settimana fa: di un processando in più non sappiamo che farcene!

Poi, dal notiziario di ieri, apprendo cose allucinanti....
Intanto, la più "leggera", che le Regioni sono sull'orlo della "guerra" col Governo (bene Presidentissimo Errani!), ma coi dovuti distinguo di qualcuno che vorrebbe ancora un ripensamento o simili: Polverini, Zaia e Cota (ammetto che di quest'ultimo non ho certezza matematica, ma quasi). Beh, che dire? Che non ci aspettavamo altro? Che siamo alle solite mosse in cui pur affogando certuni non riescono a chiedere aiuto e a dire di essere in emergenza per non scontentare il padrone di casa, quel tale che li ha messi su quella poltrona? Soliti infantilismi delle grandi personalità del centrodestra: e dire che tra i primi a gridare allo scandalo di fronte alla manovra era stato proprio il destrissimo e pdllissimo Formigoni!! Mica un sinistroide qualunque, di quelli che quando parlano il premier sa già che sono sempre i "soliti vecchi comunisti"....

Ancora dal notiziario di ieri.
Il Governo è in odore di trattativa con l'UDC per un loro rientro nella compagine governativa.
Ma come?
I potentissimi numeri della maggioranza ora non sono più sufficienti a garantire a questa legislatura il suo naturale prosieguo? Forse che il premier stia sentendo degli scricchiolii sotto la sua poltronissima a causa di certe mosse che qualcuno (leggi i cossiddetti "finiani") non accettano? Forse che certe trame sottili da tempo, siano ora più sottili e fragili a tal punto da non reggere il sole estivo?
Non voglio nemmeno insinuare il dubbio, pur lecito credo, che sia una mossa dell'UDC per tornare su quelle poltrone che hanno lasciato tempo addietro, forse con un rammarico che li schiaccia?
No, dai, non sarò così cattivo!
Voglio realmente credere che si tratti, e lo credo fermamente, di un tentativo disperato del premier di tenere botta di fronte a una coalizione che non è più la stessa del 2008.
Ma, come in tutti i paesi democratici e in tutte le maggioranze "sane", di fronte al pericolo di frattura, si fa un chiarimento interno o si va a una conta: poi si cerca di capire quanto si possa o non possa reggere: e allora, si chiede la fiducia, dopo di che, se non c'è, si rimette il mandato al Presidente o si procede a nuove elezioni...
In tutto questo, mi sovviene di aver appreso che Enrico Letta, avrebbe ventilato  un avvicinamento con l'UDC laddove a maggioranza vacante si tornasse al voto. Vi prego, dirigenti tutti dell'amato PD: fate memoria dell'esperienza "Primarie Boccia" in Puglia: il popolo PD non è tutto disposto a patteggiare con i centristi.... Lo dice uno che è fortemente nell'ala moderata del PD, ma che non può credere a queste alleanze: gli elettori non lo capirebbero! E come dargli torto!!!!!! Possono essere ottimi alleati in fase oppositiva, ma non cerchiamoli per governare!!!! Ripeto, ricordatevi di Boccia (non per lui, ma per l'operazione intera....).

Infine, apprendo, sempre ieri, di questa "nuova P2" che sarebbe emersa...
Interessante!
Per celebrare degnamente il 30° anniversario (o quasi) della scoperta (e il termine non è certo casuale per un'associazione massonica, val a dire buia) della P2 di gelliana memoria, abbiamo realizzato che ne esiste un'altra sulla falsariga di quella....
Ma che figata!
Il tempo non passa mai? O noi italiani non sappiamo rinunciare a certe abitudini?
Sta di fatto che questi, guardacaso, governavano le scene dell'affaire romano e non solo, avendo tra gli uomini di punta uno dei coordinatori del PDL.
Ora, capisco che lui, come da suo comunicato stampa, si senta attaccato dalla stampa sinistroide e messo in crisi da un sistema politico avverso (dove poi non so), ma le sue lacrime...sono proprio di coccodrillo.... Se è inquisito su così tanti fronti, tutti contemporanei, tutti in qualche modo collegati, forse un motivo ci sarà....forse qualcosa vorrà pur dire....

Ah, Italia, Italia......

TAG:  BRANCHER  REGIONI  MANOVRA  POLVERINI E ALTRI  UDC  PD  P2  NUOVA P2  VERDINI 
Leggi questo post nel blog dell'autore Borcio
http://Borcio.ilcannocchiale.it/post/2508519.html


diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
8 febbraio 2008
attivita' nel PDnetwork