.
contributo inviato da giov@nni il 7 luglio 2010

I giovani nei partiti non devono avere come valore la «fedeltà». Ciò implica il meccanismo della cooptazione “nei confronti di qualcuno per avere qualcosa” e alimenta la mediocrità. Invece, c'è bisogno di «lealtà». Il rispetto delle idee, giuste o sbagliate, ma l’essenza è nel coraggio di portarle avanti mettendole al di sopra di qualsiasi rendita di posizione. E' l’unica strada per un rinnovamento fondato sul merito

www.giovannigostoli.it

TAG:  PD  MERITO  GIOVANI  PARTITI  RINNOVAMENTO  FEDELTÀ  LEALTÀ  PESARO  URBINO  GD 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
10 febbraio 2008
attivita' nel PDnetwork