.
contributo inviato da AndreaLongoni il 6 luglio 2010
Il tema della Brioschese direi che si possa definire uno dei più caldi di queste settimane, quindi trovo giusto dare qualche spiegazione.

Prima di tutto, e per capire di cosa si parla, c'è da fare una distinzione fra l'Associazione Sportiva Brioschese e la gestione del centro sportivo comunale, in quanto sono due entità autonome, seppur strettamente connesse.

Sarebbe infatti possibile che la Brioschese, per qualunque motivo, andasse a giocare in un altro centro sportivo o che il concessionario del centro sportivo affittasse la struttura ANCHE ad altre squadre di calcio ( anche se in base al contratto di concessione è espressamente previsto che prima di tutto vanno soddisfatte le esigenze di spazi e tempi della Brioschese) . Va da sé che nessuna delle due ipotesi possa considerarsi gradevole né gradita, infatti non succede.

Il Comune è da sempre solito dare un contributo di 13 mila € all'anno all'associazione sportiva Brioschese, ridotto ad 8 mila questo anno a causa dei nuovi paletti fissati dalle riforme tremonti sul bilancio pubblico degli enti locali. Contributo che viene erogato per la meravigliosa, quanto manifesta, funzione sociale, educativa e l'indubbio lustro che le squadre danno alla nostra intera comunità.

Diverso discorso va invece fatto per quel che concerne la concessione in uso e gestion e delle strutture centro sportivo al Sig. Rossini. Ora, la gestione e mantenimento del centro sportivo è a tutti gli effetti un servizio pubblico, servizio che il comune non potrebbe mai erogare in economia ( ovvero con le proprie risorse economiche ) sia a causa delle ingenti spese, sia perché dovrebbe assumere personale ( cosa che non si può proprio fare a causa delle regole del "patto di stabilità" che permettono di assumere un impiegato ogni 5 che se ne vanno ).

Quindi, per ovviare ai problemi di gestione fu deciso di "esternalizzare" il servizio affidandolo in concessione alla Famiglia Rossini, persone meravigliose che hanno inteso portare avanti questa attività senza mai adottare una prospettiva di guadagno ed anzi mettendoci i soldi di tasca loro pur di mantenere alto il valore sociale di questa opera, cosa per cui l'amministrazione comunale è di certo grata.

Ad oggi, purtroppo, il concessionario, quindi la Famiglia Rossini, ha avuto qualche problemuccio causato dalla crisi economica, il che ha comportato una loro richiesta di contributo straordinario di 20 mila euro per pagare delle spese di funzionamento che altrimenti non potrebbero essere pagate.
Vista l'effettiva straordinarietà della situazione abbiamo deciso di "mettere a bilancio" il contributo straordinario richiestoci e verrà erogato nel momento in cui avremo entrate sufficienti a rispettare il patto di stabilità ( poiché il comune ha i soldi ma per legge non li può spendere se non a determinate condizioni ).

Purtroppo le condizioni imposteci dal governo per l'utilizzo dei soldi del comune sono molto ristretti quindi non è oggi possibile dare alcuna garanzia se non quella che faremo di tutto perché la posizione di eccellenza socio-educativa e sportiva della brioschese si mantenga intatta ed inalterata.

Per qualunque domanda, scrivete pure fra i commenti e, non appena potrò, darò risposta.

_____________________________________________________________________________

Cos'è successo in consiglio comunale ?


Nello scorso consiglio comunale è stata votato il cambiamento del contratto di concessione finalizzato proprio a sistemare questa situazione straordinaria e di emergenza.
Il consiglier Verga (pdl) ha probabilmente compreso male il testo e ha fatto un intervento nel quale pensava di aver "scoperto" un qualche sotterfugio per il quale l'amministrazione volesse garantire quei 20 mila euro di contributo.
In realtà non c'è nessun sotterfugio o stranezza, Noi vogliamo proprio dare quei 20 mila euro e faremo di tutto per darglieli, perché i Rossini hanno di certo provato la loro buona fede nella gestione dell'impianto, svolgendo questa attività con gratuità ed antropofilia e soprattutto senza gestore del centro sportivo la Brioschese non potrebbe giocare a Briosco!
TAG:  SPORT  BRIOSCHESE  CENTRO SPORTIVO  ROSSINI  PROGETTO BRIOSCO 

diffondi 

commenti a questo articolo 1
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
13 giugno 2009
attivita' nel PDnetwork