.
contributo inviato da team_realacci il 18 giugno 2010
“Le navi tossiche: lo snodo italiano, l’area mediterranea e l’Africa", è un dossier di Greenpeace Italia che sintetizza un'inchista di Greenpeace International (The Toxic Ships) su oltre vent’anni di traffico di rifiuti tossici e radioattivi. Un traffico che in oltre 20 anni ha lasciato a terra diverse vittime e getta una luce più che sinistra sulla morte di Ilaria Alpi e Miran Hrovatin. Ancora. L'inchiesta solleva anche profondi dubbi su come siano state gestite le operazioni per fare luce sul presunto ritrovamento del relitto della “Cunski”, al largo di Cetraro. Per leggere la sintesi in italiano dell'inchiesta di Greenpeace basta seguire questo link.

Per leggere il documento originale The Toxic Ships nella versione integrale, invece, basta seguire questo secondo link.
TAG:  NAVI  TOSSICHE  VELENI  CETRARO  CUNSKY  JOLLY ROSSO  RIFIUTI  TOSSICO  NOCIVI  RADIOATTIVI  SOMALIA  PORTO  EEL MA'AAN  GREENPEACE  GREENPEACE ITALIA 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
26 gennaio 2009
attivita' nel PDnetwork